voto

Un uomo di parola

9 giugno 2009

“Il referendum dà il premio di maggioranza al partito più forte. Vi sembra che io possa votare no? Va bene tutto, ma non si può pensare di essere masochisti” Silvio Berlusconi, 28 aprile 2009 “Andrò a votare, l’ho sempre fatto” Silvio Berlusconi, 20 Aprile 2009 “Non darò alcun sostegno alla consultazione [...] La riforma della [...]

continua a leggere »

Il voto di fiducia se è di sinistra è sexy

21 luglio 2006

“Il governo Berlusconi si regge solo a colpi di fiducia che altro non sono che atti di ricatto nei confronti di una maggioranza sfilacciata ed inconcludente che sta insieme solo per paura di non andare a casa a seguito delle elezioni anticipate” Antonio Di Pietro – Italia dei Valori – Dicembre 2004 “E’ una maggioranza [...]

continua a leggere »

Prodi e Berlusconi: silenzio inaccettabile

11 giugno 2005

Siamo messi bene per il futuro (anche per il presente a dire il vero): i due candidati premier per il 2006 non esplicitano il loro voto. Prodi va a votare e non dice come, Berlusconi forse non si recherà nemmeno alle urne e comunque non dice nulla. Certo, poi lui non ha problemi con le [...]

continua a leggere »

Un sms per il Referendum: lettera a Berlusconi

7 giugno 2005

Caro ormai quasi ex amor nostro, o perlomeno mio, apprezzo che in qualche modo tu ti sia fatto vivo, pur dissentendo dalle tue indecisioni riguardo l’sms istituzionale. Intanto vorrei sapere come sta Veronica e se ha superato il trauma dell’interruzione di gravidanza al sesto mese inoltrato. Pensa Silvio, se questo fosse capitato dopo che tu [...]

continua a leggere »

Arabia Saudita:donne al voto, ma senza patente

1 marzo 2005

Il ministro degli Esteri dell’Arabia Saudita ha comunicato che le elezioni municipali svoltesi a febbraio sono state un tale successo che si pensa di estendere il voto anche alle donne. L’altro ieri l’Alta corte di Taif ha ribadito che le donne saudite che guidano violano la legge islamica.

continua a leggere »

I dati sull’affluenza alle urne irachene

9 febbraio 2005

Fra qualche giorno arriveranno i dati sull’affluenza al voto in Iraq e su chi ha vinto le elezioni. L’affluenza probabilmente risulterà più bassa di quella annunciata, e potrebbe attestarsi tra il 45% e il 50%, che tuttavia è un dato di considerevoli proporzioni, tenendo presente che il voto è avvenuto sotto minaccia terrorista e in [...]

continua a leggere »

Adriano Sofri: il voto e le donne

3 febbraio 2005

Il madornale ritardo col quale è stato riconosciuto alle donne il diritto di votare (dove lo è stato) ha impedito di vedere come il voto si addica alle donne. Domenica, in Iraq, si è visto. Adriano Sofri – Piccola Posta – Il Foglio

continua a leggere »

Compagni tristi 3 / deprimenti

1 febbraio 2005

E’ deprimente osservare e toccare così tangibilmente la tristezza della sinistra di fronte alla vittoria del popolo iracheno; un popolo stremato da una sanguinosa e lunghissima tirannia, liberato e poi, con sangue e fatica portato ad esprimersi, per la prima volta liberamente, sul proprio destino. Certo, sono elezioni sotto ‘occupazione’, ma ci sono state e [...]

continua a leggere »

Compagni tristi 2: è ora di cambiare

1 febbraio 2005

Per Bertinotti ´un popolo che riesce a votare è un’esperienza che va apprezzataª. Per Folena ´le elezioni sono sempre fatti positiviª. Sentite che misura in questi giudizi, che freddezza, che aplomb. Folena ci invita a diffidare dagli ´entusiasmi faciliª. Va bene, facili non saremo, in Iraq non si può. Ma un po’ di entusiasmo, suvvia, [...]

continua a leggere »

Andrea Marcenaro: compagni tristi

1 febbraio 2005

Dispiace vederli rattristati e osservarli arrampicarsi sugli specchi. Dispiace perché erano ilari e trullari fino al giorno prima e adesso, tutto in un colpo, hanno messo su un musone francamente esagerato. Suvvia, si consolino un po’, i problemi laggiù non si sono mica risolti con un semplice voto. Ne resta, di strada da fare. I [...]

continua a leggere »