sinistra

La piroetta di Prodi per le “novità” di Bush

22 febbraio 2005

Sono tarda e non capisco: l’altro giorno è stato votato dalla sinistra il no al rifinanziamento alla missione in Iraq, il giorno dopo tutta l’Unione ha chiesto al governo di fare il possibile per liberare Giuliana Sgrena, sapendo a priori che di certo ci sarà un riscatto da pagare e molte risorse in loco da [...]

continua a leggere »

Gli effetti della manifestazione per Giuliana Sgrena

19 febbraio 2005

Magdi Allam, su La 7, nella diretta sulla manifestazione per Giuliana Sgrena, sottolinea il rischio di questa dimostrazione, che se nel migliore dei casi non servirà a nulla, nel peggiore potrebbe inficiare le trattative in corso, provocando un aumento delle richieste da parte dei terroristi. Questa è la stessa senzazione che ho io. E ne [...]

continua a leggere »

Robert Kagan: Sciiti e stereotipi

18 febbraio 2005

Robert Kagan, sul Washington Post, cita Jimmy Carter – che chiedeva agli americani di mettere da parte la ìsmodata paura del comunismoî – e ironizza paragonando l’atteggiamento della sinistra verso la questione sciita in Iraq a quello tenuto durante la guerra fredda dai conservatori americani nei confronti del comunismo. Ma allora – scrive Kagan – [...]

continua a leggere »

Andrea Marcenaro: i migliori

17 febbraio 2005

Al direttore – Il dramma degli anni Settanta non è che a sinistra si fosse peggiori, è che ci sentivamo senza discussione i migliori. La farsa del duemila è che quel sentimento perdura. Andrea Marcenaro – Il Foglio

continua a leggere »

No al rifinanziamento: errore strategico e politico

16 febbraio 2005

“Anche con gli occhi agli ultimi sviluppi della situazione irachena, alla presa di posizione di Kofi Annan, al barlume di un nuovo possibile rapporto che sembra aprirsi tra Stati Uniti ed Europa, se ci guardiamo in faccia e siamo seri come si fa a negare l’evidenza della svolta che c’è stata? E come si fa [...]

continua a leggere »

Sinistra pavida, vado a destra

9 febbraio 2005

Finite (quasi) a destra a causa dell’indifferenza a sinistra. E’ questo il destino che accomuna molte musulmane ñ laiche ñ che si sono trovate a fare i conti con le contraddizioni del multiculturalismo di casa nostra. In cima alla lista c’è Souad Sbai, giornalista e presidente dell’Associazione delle donne marocchine. Recentemente il suo nome è [...]

continua a leggere »

Elezioni irachene? Ma va’!

3 febbraio 2005

Mentre la sinistra moralmente decente esercita un minimo di autocritica necessaria dopo l’esito positivo delle elezioni irachene, e l’Avvenire, giornale clericale e quindi con una posizione fortemente critica nei confronti della guerra in Iraq, è intento in una continua e proficua analisi positiva – segnalata e commentata da Windrosehotel – degli eventi iracheni, l’altra parte [...]

continua a leggere »

Compagni tristi 2: è ora di cambiare

1 febbraio 2005

Per Bertinotti ´un popolo che riesce a votare è un’esperienza che va apprezzataª. Per Folena ´le elezioni sono sempre fatti positiviª. Sentite che misura in questi giudizi, che freddezza, che aplomb. Folena ci invita a diffidare dagli ´entusiasmi faciliª. Va bene, facili non saremo, in Iraq non si può. Ma un po’ di entusiasmo, suvvia, [...]

continua a leggere »

Andrea Marcenaro: per un pugno di elettori

25 gennaio 2005

Il dibattito a sinistra non accenna a placarsi. A tutt’oggi, sembrerebbe che si sia arrivati a questo punto: senza programma, niente primarie. Ma senza primarie, niente programma. E senza progetto, niente chiarezza. Ma senza chiarezza, niente progetto. E senza Mastella, niente vittoria. Ma senza vittoria, niente Mastella. Sopra la panca, la capra campa. Ma creperà [...]

continua a leggere »

Ucciso un militare italiano a Nassirya

21 gennaio 2005

Il maresciallo Simone Cola è stato ucciso dagli uomini di Al Sadr Il governatore della provincia di Dhi Qar, Sabri Hamid al Rumayad, esprime il cordoglio degli iracheni per quanto è accaduto e, a differenza della nostra sinistra, che ritiene le nostre truppe come un ostacolo per la stabilizzazione del paese, aggiunge: “La mia opinione [...]

continua a leggere »