Riformista

Per fatto personale

13 ottobre 2005

Perchè a Giugno ho rinnovato l’abbonamento al Riformista, che esattamente qualche giorno dopo ha cominciato la ristrutturazione del sito togliendo quindi gli articoli in formato testo (mi ero abbonata online proprio per questa comodità) e lasciandoli in quel formato odioso contro ogni tentazione che è il pdf? Siamo a metà ottobre. L’eterna ristrutturazione è cominciata [...]

continua a leggere »

L’ “agguato” della Sgrena all’Italia

8 marzo 2005

Il Riformista sconcertato dagli articoli del Manifesto e dalle dichiarazioni di Giuliana Sgrena, fotografa la situazione, chiede il ritorno alla linea della fermezza nei sequestri di persona (siamo diventati i primi finanziatori dell’industria dei sequestri) e rimpiange, con amara ironia, Simona Pari e Simona Torretta, “delle quali solo ora cogliamo appieno l’intelligente senso della misura [...]

continua a leggere »

Le Idi di marzo di Furio Colombo

23 febbraio 2005

Furio Colombo lascia la direzione dell’ Unità (non di sua volontà) e passa il testimone a Padellaro, rimanendo comunque editorialista del quotidiano. Per ora. Sottolineato. Il Riformista, che aveva previsto il cambio di poltrona già da qualche mese, lo definisce ” un ottimo padre per il suo giornale e un pessimo maestro per il popolo [...]

continua a leggere »

La miopia del Manifesto e Giuliana Sgrena

14 febbraio 2005

“Ancora oggi mi auguro ardentemente che gli aggressori americani e anche italiani siano sconfitti e costretti dall’opinione pubblica a ritirarsi da quella terra” Questo è Pietro Ingrao, che ha bisogno di certe premesse per poter chiamare “terroristi” e non “resistenti” i rapitori di Giuliana Sgrena. Strano anche il concetto di “terroristi” che deve avere in [...]

continua a leggere »

Sinistra coerenza

13 febbraio 2005

Chi non ricorda Paolo Cento che chiedeva sdegnato come mai non ci fossero i Mangusta a Nassirya? Contemporaneamente Marco Rizzo (Pdci) diceva : “Nel frattempo i nostri soldati ricevano mezzi adeguati per difendersi”; e il diessino Minniti affermava perentoriamente :”Basta ipocrisia, equipaggiamo i soldati come per una missione di guerra”. Poi votano contro il rifinanziamento [...]

continua a leggere »

Riformismi e minchiate

9 febbraio 2005

I DS rieleggono Fassino & D’Alema, trionfano i riformisti e il Correntone rimane minoranza: leggendo la cronaca politica degli ultimi anni, valutando le candidature delle scorse provinciali e delle prossime regionali avrei detto il contrario. Fassino apre al rifinanziamento della missione in Iraq e “riabilita” Craxi. Per questa retromarcia multipla i destri godono e i [...]

continua a leggere »

Il Manifesto accusa: Riformista sciacallo

7 febbraio 2005

Non c’è un solo articolo del Riformista che sia stato meno che corretto nel trattare il rapimento di Giuliana Sgrena. Corretto non significa “acritico”, e infatti il quotidiano arancione ha invitato la sinistra e i colleghi di redazione di Giuliana ad una seria riflessione sulla piega che hanno preso gli avvenimenti in Iraq, sul fatto [...]

continua a leggere »

La Jena aveva ragione

5 febbraio 2005

Prima di tutto la nostra solidarietà a Giuliana Sgrena, giornalista di valore, inviata consapevole, italiana in pericolo. Poi la nostra solidarietà alla direzione e alla redazione del Manifesto, giornale che non ci piace, e anche per questo rispettiamo. Come nel caso delle due Simone, un paese dotato di senso di sè sospende ogni divisione (non [...]

continua a leggere »

Compagni tristi 2: è ora di cambiare

1 febbraio 2005

Per Bertinotti ´un popolo che riesce a votare è un’esperienza che va apprezzataª. Per Folena ´le elezioni sono sempre fatti positiviª. Sentite che misura in questi giudizi, che freddezza, che aplomb. Folena ci invita a diffidare dagli ´entusiasmi faciliª. Va bene, facili non saremo, in Iraq non si può. Ma un po’ di entusiasmo, suvvia, [...]

continua a leggere »

Dino Manetta, un “vignettista desolatamente solo”

20 maggio 2004

Non gli è piaciuto come è stato trattato Nick Berg dai quotidiani di sinistra e ha mandato a Liberazione una vignetta che raffigura Sandro Curzi al pc e la mano di un redattore che da dietro gli porge la testa decapitata di Berg:“Direttore, ci sarebbe questa”! dice, e Curzi senza girarsi risponde:”Buttala nel cestino”A dire [...]

continua a leggere »