manifesto

Grazie al Manifesto

3 giugno 2005

Questo blog, a ragione o a torto, si sente un po’ artefice del risveglio del Manifesto. Clementina Cantoni è in home.

continua a leggere »

“Sono clementina”.. ma il Manifesto è sordo

29 maggio 2005

E’ di oggi il video di Clementina Cantoni, presumibilmente legata, avvolta in una veste stretta e col velo sul capo. “Sono Clementina” – dice – ma il Manifesto pare sordo; sulla sua home continuano a campeggiare in solitudine i rapiti di serie A. Clementina è ufficialmente tra noi “liberi“.

continua a leggere »

Clementina chi?

20 maggio 2005

Nessuna mobilitazione per Clementina Cantoni, che del resto non organizzava festini a Bagdad nè scriveva per il Manifesto: direi che sono peccati gravi se si vuole ottenere una manciata di pacifisti in piazza per te (ne sa qualcosa Ayad Wali). Anzi, l’home page del Manifesto evidentemente non la considera nemmeno “rapita”, visto che sulla destra [...]

continua a leggere »

L’ “agguato” della Sgrena all’Italia

8 marzo 2005

Il Riformista sconcertato dagli articoli del Manifesto e dalle dichiarazioni di Giuliana Sgrena, fotografa la situazione, chiede il ritorno alla linea della fermezza nei sequestri di persona (siamo diventati i primi finanziatori dell’industria dei sequestri) e rimpiange, con amara ironia, Simona Pari e Simona Torretta, “delle quali solo ora cogliamo appieno l’intelligente senso della misura [...]

continua a leggere »

Calipari e l’acqua sporca di Repubblica

7 marzo 2005

Oggi Nicola Calipari, per D’avanzo su Repubblica, è un uomo bravo, coraggioso, umile. Ieri, si leggevano ben altre parole nei confronti del suo ufficio. Quando fu sventato l’attentato all’ambasciata italiana a Beirut, D’Avanzo scrisse “Sulla ricostruzione dell¥affare, pubblicata da Repubblica sabato scorso, tacciono il governo, l¥intelligence militare, l¥opposizione. Tace quella procura di Roma sempre lesta [...]

continua a leggere »

L’orrore scelto 2

3 marzo 2005

Troppo comodo non guardarli, i volti di Florence Aubenas e di Giuliana Sgrena, molto semplice nasconderli e sentirsi eroici perchè si sceglie di non mandare in onda i video e di mettere sul proprio giornale la foto della donna libera, anzichè quella in cattività, trasformata ed umiliata dai suoi aguzzini. Gabriele Polo, direttore del Manifesto, [...]

continua a leggere »

Giornalisti rapiti: distinguiamo

27 febbraio 2005

Nel silenzio è scivolato via il cadavere di Raida al Wazan, giornalista irachena rapita e uccisa perchè lavorava in una tv non allineata con i terroristi. Impressionante il Manifesto che dopo delle brevi condoglianze ci spiega lo sporco lavoro della tv a cui apparteneva Raida

continua a leggere »

Compagni che se ne fregano

24 febbraio 2005

Josep Borrell, presidente socialista dell’europarlamento, martedì doveva ricevere Gabriele Polo, del Manifesto, e Serge July, di LibÈration, il quotidiano francese della giornalista Florence Aubenas, anch’essa in mano ai rapitori come Giuliana Sgrena; l’incontro è saltato all’ultimo momento perchè Borrell aveva un altro impegno, con Bush. Se ne riparlerà, con calma.

continua a leggere »

Il video di Giuliana Sgrena

16 febbraio 2005

Questo è un post politicamente scorretto, siete avvisati. Guardi il video di Giuliana Sgrena che piangendo chiede il ritiro delle truppe e provi rabbia, nei confronti dei terroristi e di chi, offuscato dall’ideologia, fa fatica a chiamarli con il loro nome, giustificandoli, dedicando loro vignette gentili (anzi anzi, che questa volta Vauro si è finalmente [...]

continua a leggere »

Francia: Il manifesto delle libertà

14 febbraio 2005

“Essere di cultura musulmana e contro la misoginia, l’omofobia, l’antisemitismo e l’islam politico” Il Manifesto delle Libertà (firmato da intellettuali, giornalisti e cittadini musulmani francesi) (WindRoseHotel – IloveAmerica)

continua a leggere »