Il Riformista

Per Ferrara sono solo canzonette

8 giugno 2005

Leggiamo da “Io donna” di sabato scorso, a firma di Marina Terragni: ´Giuliano Ferrara, andrà a votare?ª ´Sì, ho anche firmato per i referendum… Per me è una guerra culturale sui principi della vitaª. Leggiamo dal “Messaggero” di ieri, appena due giorni dopo, a firma di Mario Ajello, la dichiarazione di Anselma Dall’Olio, moglie di [...]

continua a leggere »

Il problema non è Travaglio

3 marzo 2005

Ritanna Armeni viene criticata perchè capace di co-condurre la trasmissione, e secondo me lo è molto più di chiunque altro si sia seduto accanto a Ferrara. Non perchè Sofri o Lerner (la Palombelli, vi prego, lasciamola perdere che mi abbrutisco al solo ricordo) fossero meno bravi da un punto di vista giornalistico, è che caratterialmente [...]

continua a leggere »

Pur di non dire “Il Riformista”

2 marzo 2005

C’è un leader ombra nel centrosinistra, ed è Paolo Mieli, uno che detta la linea e nel quale si riconosce la “maggior parte della nomenkatura”; è coadiuvato da Michele Salvati per le alte strategie, e da Paolo Franchi per la tattica quotidiana. La linea-Mieli utilizza a piene mani “il foglio clandestino e opulentissimo (in origine [...]

continua a leggere »

Il restyling del Corriere

1 marzo 2005

Prima ha cominciato Repubblica, con un risultato estetico traumatizzante e una funzionalità colata a picco; ora tocca al Corriere, che con una grafica che sembra lasciata a mezz’aria, dà un calcio anche alla leggibilità del sito. Entrambe le testate online, tra l’altro, mi pare abbiano ridotto drasticamente anche il contenuto delle notizie: poche, scarne, non [...]

continua a leggere »

Mamma, il Riformista vuole rubarmi il banco!

26 febbraio 2005

Ieri sera, ad Otto e Mezzo, Antonio Polito, direttore de Il Riformista, ha confermato la sua analisi sul cambio di direzione all’Unità, prevedendo una linea meno girotondina e radicale, più ragionevole con i diesse, partito che il quotidiano dovrebbe rappresentare (molto spesso in effetti lo rappresenta). Padellaro mette il grembiulino, punta i piedini e scrive: [...]

continua a leggere »

No al rifinanziamento: errore strategico e politico

16 febbraio 2005

“Anche con gli occhi agli ultimi sviluppi della situazione irachena, alla presa di posizione di Kofi Annan, al barlume di un nuovo possibile rapporto che sembra aprirsi tra Stati Uniti ed Europa, se ci guardiamo in faccia e siamo seri come si fa a negare l’evidenza della svolta che c’è stata? E come si fa [...]

continua a leggere »

La sinistra e la risoluzione che già c’è

4 febbraio 2005

Dopo Prodi arriva Fassino a chiedere per l’Iraq quello che già c’è: “Si insedi subito il nuovo parlamento. Si formi il nuovo governo rappresentativo di tutte le diverse comunità. Si operi perchè anche quei settori di popolazione sunnita che hanno rifiutato le elezioni si sentano parte della nazione irachena e si adotti una costituzione. Si [...]

continua a leggere »

La canzone riformista, gulp!

3 febbraio 2005

Sono pazzi furiosi, quelli de Il Riformista :-)

continua a leggere »

Le parole non dette da Fassino

1 febbraio 2005

“Ogni stato ha la responsabilità di proteggere i suoi cittadini ma, quando non è in grado o non è disponibile a farlo, quella responsabilità deve essere assunta dalla più vasta comunità internazionale… In tale contesto, nel corso dei recenti conflitti, abbiamo avuto modo di ripetere questa convinzione a proposito della ingerenza umanitaria, concepita come una [...]

continua a leggere »

Ora i pacifisti amano i Mangusta

25 gennaio 2005

“… si doveva essere a favore dell’invio dei Mangusta quando la missione cominciò, o comunque quando si fece più pericolosa, e non solo ora che un soldato italiano è caduto. Lo diciamo all’opposizione pacifista, che ieri – sopra tutti il verde Cento – chiede con stupore e indignazione al ministro Martino ´le ragioni del mancato [...]

continua a leggere »