democrazia

D’Alema neocon?

4 maggio 2005

Oddio cosa mi tocca sentire: “Esportare la democrazia con successo vuol dire non escludere a priori il tema dell’uso della forza L’idea neocon di esportare la democrazia è giusta, è un grande obbiettivo la sicurezza è nell’espansione della democrazia” Massimo D’Alema (e Camillo se la ride di gusto) Bertinotti risponde:”Non possono esserci carri armati amici [...]

continua a leggere »

Misurati

23 marzo 2005

Se “loro” si riuniscono in una piattaforma comune si chiamano elettivamente “blognation“, che fa tanto figo e on the road, se lo fanno gli “altri” è ovvio che si chiamino “squadra“, imbuto ed olio di ricino al seguito. I primi hanno il dono di pensarla nello stesso identico modo su tutto, partendo dall’Iraq e finendo [...]

continua a leggere »

Magdi Allam: piramidi rovesciate

27 febbraio 2005

“C’è veramente da rallegrarsi per la decisione di Mubarak di chiedere la modifica della Costituzione per consentire la partecipazione di più candidati alle prossime elezioni presidenziali di settembre. Si tratta di una novità di rilievo, certamente tutta da verificare, che concerne il futuro del più importante Stato arabo, la cui sorte è in grado di [...]

continua a leggere »

Fascisti di sinistra contro Ehud Gol

24 febbraio 2005

Il collettivo politico di Scienze politiche ha tentato di impedire all’ambasciatore di Israele Ehud Gol di prendere la parola durante una lezione organizzata dalla facoltà di Giurisprudenza, a Firenze. Dopodicchè sono intervenute le forze dell’ordine, che hanno sgomberato l’aula dai fascistoni rossi, permettendo così a Gol di tenere la sua lezione, misurandosi anche in un [...]

continua a leggere »

Maggioranza assoluta all’alleanza sciita

17 febbraio 2005

La Commissione elettorale irachena ha certificato l’attribuzione definitiva dei seggi nellëassemblea parlamentare irachena. L’ Alleanza sciita conquista la maggioranza assoluta, sia pure di stretta misura, con 140 seggi su 275. I curdi hanno ottenuto 75 seggi, il partito di Allawi 40. La diversa attribuzione dei seggi, rispetto ai dati comunicati il 13 febbraio, è dovuta [...]

continua a leggere »

No al rifinanziamento: errore strategico e politico

16 febbraio 2005

“Anche con gli occhi agli ultimi sviluppi della situazione irachena, alla presa di posizione di Kofi Annan, al barlume di un nuovo possibile rapporto che sembra aprirsi tra Stati Uniti ed Europa, se ci guardiamo in faccia e siamo seri come si fa a negare l’evidenza della svolta che c’è stata? E come si fa [...]

continua a leggere »

Ernesto Galli Della Loggia: i rischi della democrazia

15 febbraio 2005

» una questione importante quella sollevata da coloro che – di fronte all’ipotesi, per altro smentita, che in Iraq la coalizione sciita di Al Sistani, oggi proclamata ufficialmente vincitrice delle elezioni, vorrebbe introdurre la legge islamica alla base della futura Costituzione – hanno osservato con sarcasmo: ´Ecco il bel risultato della guerra di Bush per [...]

continua a leggere »

Compagni tristi 2: è ora di cambiare

1 febbraio 2005

Per Bertinotti ´un popolo che riesce a votare è un’esperienza che va apprezzataª. Per Folena ´le elezioni sono sempre fatti positiviª. Sentite che misura in questi giudizi, che freddezza, che aplomb. Folena ci invita a diffidare dagli ´entusiasmi faciliª. Va bene, facili non saremo, in Iraq non si può. Ma un po’ di entusiasmo, suvvia, [...]

continua a leggere »

Elezioni irachene: gioia e veleno dalle tv arabe

31 gennaio 2005

Le prime elezioni veramente libere nella storia dell’Iraq e del mondo arabo non sono piaciute affatto a Al Zarqawi, Saddam, Assad e Al Jazeera . Sono piaciute poco a Erdogan, re Fahd, Khamenei. Sono risultate indigeste anche agli europei ossessionati dall’antiamericanismo e persino agli americani che mal sopportano Bush. Ma sono piaciute tanto, veramente tanto, [...]

continua a leggere »

Elezioni irachene? Il compimento di un ribaltone..

31 gennaio 2005

Le reazioni di chi definiva “farsa” le elezioni irachene? Tanto per cominciare, sono il compimento di un “ribaltone” ["La rivolta sunnita, non vota un terzo dell'Iraq" "Con la vittoria sciita alle elezioni che si sono svolte ieri si compie e si completa il ´ribaltoneª, per dirla in italiano, iniziato a Baghdad il pomeriggio del 9 [...]

continua a leggere »