E alla fine aveva ragione Berlusconi: troppi libri e film di mafia, se ne parla troppo. Poi vedi che succede? Non solo si sporca la nostra immagine all’estero, ma si procurano vere e proprie patologie

{ 3 commenti }

di Rolli il 16 luglio 2010 in Facce di bronzo,Politica · 3 commenti

Quante storie! Magari aveva appena ritirato la pensione

{ 1 comment }

di Rolli il 14 luglio 2010 in Politica · 1 commento

Ora abbiamo capito: il dossieraggio per infangare Caldoro, il tentativo di condizionare il giudizio della Corte costituzionale e di avvicinare i magistrati fiorentini che indagavano sui Grandi Eventi e sugli appalti legati al G8, le pressioni esercitate sulla Cassazione, non erano reati, ma opere di “quattro pensionati sfigati che si mettono insieme per cambiare líItalia“.
Ma se non c’è ancora riuscito lui, in effetti…
Nel caso avessimo ancora dei dubbi su cosa (come) intenda per “cambiare l’Italia” il nostro premier

{ 0 commenti }

di Rolli il 14 luglio 2010 in Politica · commenta

La Libera Scuola dei Popoli Padani, fondata nel 1998 da Manuela Marrone, moglie di Umberto Bossi, riceverà 800.000 euro per gli anni 2009 e 2010, grazie ad un decreto del ministro del Tesoro.
Alla Bosina si insegnano il dialetto, le fiabe e le filastrocche locali, l’attaccamento al territorio e alle tradizioni, perchè “nell’attuale società, crogiolo di culture multietniche e simbolizzata dalla Babele di Internet, è importante che i ragazzi siano coscienti e sicuri della propria appartenenza ad una comunità per riuscire a comprendere e a discernere la complessità e l’importanza delle varie culture”.
Ovviamente c’è spazio anche per i programmi ministeriali (si spera)
Il bilancio 2008 è stato chiuso in perdita per quasi 500.000 euro, che verranno pareggiati con l’elargizione di questo fondo
La Lega sa come combattere la crisi

{ 1 comment }

di Rolli il 13 luglio 2010 in Politica · 1 commento

Il Giornale di sabato, a pagina 7, titola: “Effetto intercettazioni: governatore infangato”
Non mi capacito, mi dico che devo essermi persa qualcosa, magari un’indaginona giornalistica ordinata da Feltri che rivoluziona quanto abbiamo saputo fino ad oggi
E leggo: Stefano Caldoro è stato diffamato prima all’interno del PdL e poi in giro per il web, certo; Carboni, Arcangelo Martino e Pasquale Lombardi volevano mandargli a monte la candidatura, è vero. Però non ce l’hanno fatta, scrivono sul Giornale, e il piano per screditarlo diffondendo voci sulle sue preferenze sessuali è fallito, le notizie pubblicate sui siti web sono state oscurate, e insomma tutto è andato bene alla faccia della banda, e il governatore è stato eletto.
“Una storia morta prima di nascere”, dice il giornale, “trova nuova vita grazie agli atti giudiziari e alle intercettazioni. Perchè a raccontarla nei dettagli, è l’ordinanza che ha mandato in carcere Carboni, Lombardi e Martino
Che, per dimostrare che il presunto sodalizio era un “gruppo di potere occulto” finisce, invece, per sputtanare la vittima, il governatore campano, amplificando quel “piano diffamatorio” che agli indagati non era riuscito”(cit)
Quindi? Il vero fango l’hanno gettato i giudici, che scrivono nell’ordinanza di custodia cautelare tutte le nefandezze fatte da Carboni e C contro il governatore; nefandezze che erano “cadute nel vuoto”, fino a che non sono tornate “nero su bianco, grazie ai magistrati romani”
Ecco fatto.

{ 0 commenti }

di Rolli il 13 luglio 2010 in Facce di bronzo,L'altroMondo · commenta

C’era una volta l’inchiesta Why not, mirabilmente sottratta a Luigi De Magistris, che stava indagando su Prodi, Mastella, logge deviate, parchi eolici
Ora viene alla luce la nuova P2, o P3 se qualcuno preferisce, tanto il risultato non cambia (personalmente la chiamerei “banda”), composta da politici, faccendieri e giudici. Si davano da fare per tentare di condizionare la Corte costituzionale che doveva esprimersi sul Lodo Alfano, per diffamare un candidato (Stefano Caldoro) con storie di sesso e trans, allo scopo di favorirne un altro (Nicola Cosentino), per avvicinare magistrati che indagavano sugli appalti del G8, e via così
I nomi che emergono con le indagini non stupiscono De Magistris , che scrive sul suo sito:”Dalle indagini della Procura di Roma emergono inoltre i nomi di tre magistrati che hanno avuto ruolo anche nello scempio istituzionale da me subito. Il dottor Miller [...] lo stesso che ha diretto senza soluzione di continuità inchieste amministrative e ispezioni ai miei danni dal 2005 al 2008. Il dottor Martone, che ha rappresentato la Procura Generale della Cassazione in quella farsa di procedimento disciplinare imbastito ai miei danni. E il dottor Carbone che in qualità di Presidente ha diretto le sezioni unite della Cassazione che dovevano decidere sul mio ricorso”.
Lo scenario è inquietante, e la questione Caldoro, diffamato prima all’interno del PdL e poi via web, facendo girare la voce che andasse a trans e costruendoci sopra dossier, non fa venire qualche dubbio anche sui risvolti della vicenda Marrazzo ?

{ 1 comment }

di Rolli il 12 luglio 2010 in Giustizia,Politica · 1 commento

A questo giro i risultati li ha azzeccati tutti: la Spagna È campione del mondo, il polpo Paul una star planetaria

{ 0 commenti }

di Rolli il 11 luglio 2010 in Fuffa docet,Rolli · commenta

E tra uno stage e l’altro, meglio dare un occhio alle spese di Palazzo Chigi, con il bilancio sforato di un miliardo e mezzo di euro
Si distingue il ministro per il Turismo Michela Vittoria Brambilla, che spende 24 volte tanto di quanto originariamente assegnatole (8, 6 milioni di euro solo per il sito Italia.it, portale dal rank basso e dai contatti scarsi); seguono i ministri Carfagna e Brunetta, quest’ultimo sfora il budget di 142 milioni di euro
Carlo Giovanardi, Elio Vito, e Raffaele Fitto, invece, i più virtuosi
Virtuosissimo il ministro leghista Calderoli che ha addirittura risparmiato un milione di euro

{ 0 commenti }

di Rolli il 11 luglio 2010 in Politica · commenta


(via Phastidio.net)
Sottotitolo: A spese vostre
Lasciando perdere i sottotitoli unilaterali, è interessante il ripetersi della solita fulminea carriera e la preparazione sul campo
.
- Il riassunto di una giornata?
- “un esempio de na giornata sarebbe troppo lungo da spiegarle..c’era un incontro dopo l’altro, sarebbe veramente..un G8, un G20..immagini lei..incontrri…molti bilaterali..”
E’ “sempre stata dalla parte del Presidente” (Berlusconi, ndR), anche nel 2008, quando si è presentata alle elezioni con l’IdV (“lì mi è stato chiesto un favore e l’ho fatto, tutto qua”)
- Uno scoop sulla missione? Qualcosa che non sia stato letto sui giornali?
- “Ah, ma sì certo, ho incontrato queste persone, che sono i piùù…oh, Obama è l’omo più potente al mondo..per me è stato un onore vedere così da vicino una persona così importante…Sarkozy, la Merkel..”
- E con Lula? Si è parlato di Battisti?
- Mah, no, niente, forse, un po’, chissà, non so, magari qualche domanda in conferenza stampa (sintetizzo io perchè è una pena trascrivere il nulla cosmico)
Berlusconi ha parlato di accordi economici di straordinaria importanza; addirittura l’1% del Pil. Che tipo di accordi? – — Possiamo sapere qualcosa di più?
- “Allora, guardi..io non sono qui a dimostrare le mie qualità operative e diplomatiche..io non sono la persona che deve star qui a parlare del lavoro fatto dal Presidente..visto che ci sono già persone che hanno detto quello che lui ha fatto
Quello che è stato detto è soddisfacente, non credo che io debba aggiungere altro”
In effetti no, concordo.
(Qui la seconda parte)

{ 0 commenti }

di Rolli il 11 luglio 2010 in L'altroMondo,Politica · commenta


Ce n’è un altro, a dir la verità, ma ci risparmia, per il momento

{ 1 comment }

di Rolli il 7 luglio 2010 in L'altroMondo · 1 commento