Problemi cerebrali

Dopo la vicenda Englaro, è ragionevole pensare che i giornalisti italiani abbiano imparato la differenza fra morte cerebrale e stato vegetativo. Sbagliato.

di Minerva il 20 marzo 2009 in Società e dintorni · 6 commenti

{ 6 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Ellegi 20 marzo 2009 alle 16:44

Forse lo fanno per non dare dispiaceri al governo e al vaticano.

Replica

Giancarlo 20 marzo 2009 alle 18:53

Secondo me la spiegazione è più semplice: non la conoscono proprio la differenza.

Replica

Minerva 20 marzo 2009 alle 19:34

Può darsi; l’unica ragione alternativa che mi viene in mente è l’intenzionalità, per ragioni di audience.

Replica

Ellegi 20 marzo 2009 alle 20:19

molto probabilmente, state sottovalutando entrambi.

Replica

Peppo 21 marzo 2009 alle 12:01

perché se io, da promotore finanziario iscritto all’albo, dico una cazzata ad un cliente vengo radiato e invece questi qui non hanno nemmeno qualcuno che li multi?

Replica

ventomare 22 aprile 2009 alle 10:23

Metto questa notizia qui, insieme a quella che segue per evidenziare che solo persone con problemi cerebrali possano partorire decisioni come queste.
—————————————
Coprifuoco su kebab, pizze e gelati
“Ora è vietato mangiarli per strada”
Il provvedimento della Regione Lombardia: vietato mangiare fuori dalle rivendite artigiane
————————————–

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: