Sanità negata ai clandestini e il caso Englaro:miseria e ignobiltà di un governo

E’ stata una giornata intensa, quella di ieri, per il governo: è riuscito a partorire porcherie indegne di un Paese civile
E’ stato approvato un emendamento della Lega che cancella la norma che consentiva ai medici di denunciare i clandestini che si fossero rivolti al servizio sanitario nazionale
L’emendamento al ddl sicurezza comporterà gravissimi rischi per la salute pubblica di tutti, come qualunque mente non ottusa può liberamente evincere.
Infatti allontanerà dai controlli sanitari i cittadini extracomunitari che, per paura di essere denunciati, lasceranno aggravare eventuali patologie, magari contagiose, con tutte le conseguenze del caso e un enorme aggravio di costi che peseranno sulla collettività.


Renato Schifani, con la sfacciataggine che ormai contraddistingue questo governo, afferma che la “norma non impedisce allo straniero di presentarsi presso le strutture del sistema sanitario nazionale”; gli fa eco la Lega:”voi siete i razzisti, sempre e comunque dalla parte degli stranieri, prima degli italiani onesti che pagano le tasse. » la nostra legge, e non ci sfiorano le critiche”
E no, non si fanno sfiorare dalle critiche, e nemmeno dalla decenza, ma chissà se si rendono conto che la tubercolosi, ad esempio, diffusissima tra gli immigrati, può contagiare anche loro, e i loro figli, e che se prima veniva individuata, grazie all’accesso degli extracomunitari nelle strutture sanitarie, da adesso circolerà tranquillamente, senza venire diagnosticata precocemente nei portatori.
Non soddisfatto, il nostro premier annuncia il contr’ordine: se prima non aveva intenzione di intervenire sul caso di Eluana Englaro, ieri ha cambiato idea: “sì, stiamo lavorando per intervenire, non dobbiamo disattendere le istanze della Chiesa
E così si inventa un decreto che però rimane sospeso, per la contrarietà del Capo dello Stato, di qualche componente della maggioranza, forse anche allertato dai sondaggi, che vedono il 73% degli italiani al fianco di Beppino Englaro e non di questo governo
Tanto c’è la Procura di Udine, che ha già acquisito la cartella clinica e che probabilmente all’alba sequestrerà la stanza dove è ricoverata Eluana, e/o i macchinari.
Si trova sempre il modo di far fare a qualcun altro il lavoro sporco.

di Losciacallo il 6 febbraio 2009 in Politica · 65 commenti

{ 65 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

malik 6 febbraio 2009 alle 09:01

qualcuno sa se sono previste anche sanzioni per i medici che non dovessero denunciare? o premi e riconoscimenti per quelli che lo dovessero fare?
cmq hai ragione è una cosa veramente schifosa incoraggiare così la gente alla delazione..

Replica

BiGi 6 febbraio 2009 alle 09:52

Secondo me bisogna scomporre il problema in fattori. Tutto quanto segue è IMHO:
1) Non è effettivamente giusto che paghi sempre Pantalone: nella fattispecie per quelli che, non essendo cittadini nÈ regolarmente registrati, non pagano le tasse;
2) Comunque prima di accanirsi verso chi è irregolarmente nel Paese, il governo dovrebbe preoccuparsi di rendere le procedure di regolarizzazione un po’ più snelle: non è accettabile che per ottenere il permesso di soggiorno in Italia (non parliamo poi della cittadinanza) occorra un tempo praticamente doppio rispetto agli altri paesi europei.
Detto questo, sono perfettamente d’accordo sull’inopportunità di una legge di questo tipo NEL MOMENTO ATTUALE. Ma solo ed esclusivamente per i rischi di salute che può comportare a tutti quanti, come hai giustamente sottolineato.
Questo perché PRIMA occorre varare tutta una serie di provvedimenti tesi a rendere sempre meno consistente il numero di immigrati clandestini in Italia.
E questo non è un discorso di razzismo, ma puramente di gestibilità dello Stato e della sua messa in sicurezza.

Replica

British Bulldog 6 febbraio 2009 alle 10:45

Non dobbiamo disattendere le istanze della chiesa
e gia che ci siamo perche non cambiare direttamente il nome di questo paese da italia a Baciapilelandia –

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 11:10

bigi, il costo per i ssn è pari allo 0,5%, ampiamente inferiore al costo di un mancato monitoraggio della salute pubblica e di quello che potrebbe causare.
poi sono d’accordissimo sul secondo punto.
dal punto di vista etico quello che stride maggiormente è poi l’accorarsi per la vita umana di un povero corpo senza corteccia cerebrale e, contemporaneamente, il mettere paletti alla possibilità di farsi curare.
mi sembra una follia

Replica

lalaura 6 febbraio 2009 alle 11:16

E’ una follia, certo, ma siamo in Italia, del resto, e i politici non si fanno certo curare presso il SSN, mi pare: Berlusconi si è fatto operare negli Stati Uniti, Bossi si è fatto rianimare e riabilitare (paura, eh? ecco perché dice che lui la spina non la staccherebbe) in Svizzera, eccetera eccetera

Replica

stalker 6 febbraio 2009 alle 11:32

Questi sono i dati sulla quantità di stranieri presenti nei vari paesi europei:
qui
vi segnalo anche questo link:
http://www.italiannetwork.it/news.aspx?id=7382
in particolare (nel 2006):
“I più alti tassi di immigrazione (numero di immigrati sul totale della popolazione) è stato registrato in Lussemburgo (28,8 immigrati per 1000 abitanti), seguito da Irlanda (19,6), Cipro (18,7) e Austria (10,3). La media UE è di 6,2 immigrati stranieri ogni 1000 abitanti. Tassi inferiori a 1 sono stati registrati in Polonia, Romania, Lituania e Lettonia.”
Ora dando un’occhiata ai dati e smettendo di avere paura (conscia o inconscia), ci si rende conto secondo me che la situazione oggettiva dei flussi migratori in Italia è meno drammatica che negli altri paesi.
Il problema è che l’immigrazione è un manganello politico dirompente e distrattivo dalle questioni davvero rilevanti. In primis che non è l’immigrato che fa diminuire il numero di posti di lavoro al cittadino italiano ma la recessione e l’incompetenza di questo governo su questioni economiche.
L’equazione immigrato=delinquente è sbagliata e nella maggioranza dei casi varrebbe di più deliquente=pessime condizioni di vita. Non ci vuole un genio nel capire che migliorando le condizioni di accoglienza, migliorerebbero le condizioni sociali di tutti gli italiani (riguardo a questo problema). I flussi sono a) minori di quelli che vengono percepiti e b) sono inarrestabili.
Le ragioni per cui è sbagliato denunciare uno straniero che si va a curare in ospedale sono, per me due: la prima è di principio e quindi è opinabile ma ve la dico lo stesso in uno stato di diritto la salute e la vita devono essere garantiti a tutti gli esseri umani (è un diritto universale) sia che paghino sia che non paghino le tasse (i bambini non pagano le tasse eppure vengono curati, ragionando sulla china che è sempre pantalone che paga allora a questi soggetti non dovremmo garantire cure gratuite); la seconda ragione è pratica e in parte l’ha enunciata rolli nel post, io l’ampierei in questo senso, uno straniero non regolare che viene percepito socialmente come un fuggiasco farà di tutto per sopravvivere e nascondersi e si immergerà sempre di più in situazioni che lo porteranno alla delinquenza, quello che dobbiamo cercare di fare, a mio avviso, è far emergere le situazioni oscure (per poterle gestire con razionalità e legalità) e non è con il ricatto sulla salute e sulla vita che questa emersione può essere garantita.

Replica

Ellegi 6 febbraio 2009 alle 12:19

Pensavo che con il governo prodi si fosse raggiunto il limite più basso della storia repubblicana. Questo governo lo ha battuto alla grande. Surclassato. La cosa preoccupante è il rilancio al peggio.

Replica

BiGi 6 febbraio 2009 alle 12:48

silvestro scrive:
“il costo per i ssn è pari allo 0,5%, ampiamente inferiore al costo di un mancato monitoraggio della salute pubblica e di quello che potrebbe causare.”
In senso relativo è vero quanto affermi.
Ma il mio discorso era “in linea di principio”.
Sul caso Englaro mi limito a fare un plauso alle parole di Fini riportate da Rolli ieri, e alla posizione espressa da Antonello Piroso.
Tutti gli altri che si arrogano il diritto di avere parola di verità in merito, senza essere parenti o amici della ragazza, possono cortesemente accomodarsi sul treno che va là dove non batte il sole, ivi compresi questi imbecilli e il loro “tutta l’agonia minuto per minuto”

Replica

k. 6 febbraio 2009 alle 14:07

Sarebbe stato forse preferibile che il destino di Eluana si compisse lontano da una clima
da colosseo come quello che stiamo vivendo. Adesso ogni decisione, qualsiasi essa sia, pare serva soltanto ad acquietare o eccitare gli ultras delle gradinate. Comunque alcune cose si possono dire. Eluana in questi anni Non ha subito violenza, gli stupri di cui si parla in questi giorni dovrebbero farlo capire anche a chi non vuole. Prendere una donna in cinque, picchiarla violentarla e lasciarla in mezzo a una strada , questa è violenza.
Accudirla pettinarla lavarla accompagnarla fuori, rimetterla a letto, sono gesti che niente hanno a che fare con la violenza. Chi mette in relazione il violentatore con l’ infermiere, adducendo che entrambi lo fanno per il ìproprio piacereî non distingue il bene del male.
Eluana Non è attaccata a una macchina, il suo respiro il suo cuore il calore del suo corpo sono i segni propri di un essere vivente. Chiunque li riconosce, anche chi non ha mai tenuto in braccio un bimbo appena nato.
Pensare Eluana come un essere sofferente, devastato, rinchiuso in una gabbia dolore.., non corrisponde ad alcuna provata evidenza, ma più probabilmente ad una proiezione di chi lo pensa.
Eluana non ha mai espresso con chiarezza la sua volontà rispetto a una eventuale condizione di malattia.
Un padre per quanto comprensibile il suo dolore, non è mai padrone assoluto della sorte dei propri figli.
Per queste ragioni e molte altre che non ho il tempo di aggiungere, non troverei per niente scandaloso che Eluana continuasse a vivere , lo scandalo sarebbe quello già detto, il peggiorare del clima da colosseo in cui ci ritroviamo. E allora.
ciao,k.

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 14:25

>Alcune cose si possono dire
>Eluana non ha mai espresso con chiarezza la sua volontà rispetto a una eventuale condizione di malattia.
Si possono dire, ma da bugiardi.

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 14:30

scusami, ma non hai focalizzato il punto, secondo me.
la vicenda di questa donna, come ha anche ribatito il padre, è una battaglia per far si che chi esprime chiaramente cosa fare del proprio corpo, debba essere esaudito.
questa non è una battaglia per un caso singolo, non è chi in buonafede crede sul serio di accudire quel corpo con amore che è violento.
la violenza sta nel decidere per altri, sul loro essere.
poi se vuoi possiamo pure parlare di chi “vive” con la corteccia cerebrale necrotizzata.
credo che l’unica speranza di cura, l’unico modo di rigenerare i tessuti che si conosca anche se lontanissima il loro impiego, sarebbe con le staminali.
pensa un pò…

Replica

bill 6 febbraio 2009 alle 14:31

In realtà, mi sono convinto che in questo caso chi chiede un rispettoso silenzio sbaglia. Per un motivo: non si può portare una person, ad assurgere a simbolo, come ha dichiarato suo padre, e poi pretendere il silenzio. Mi dispiace, no.
Troppo lacerante questo caso, volutamente portato all’attenzione della gente. Troppo scomodo, anche, perchè la morte della Schiavo (che certo è un caso diverso, ma non nelle modalità), ci ha fatto vedere che una persona che muore per fame e sete sarà anche incosciente, ma soffre come un cane. E anche questo va visto. Non certo per un istinto macabro di guardone, ma perchè anche quella fine, orribile, è parte integrante di questa vicenda.
I dubbi sulla reale volontà di Eluana, sull’esercizio di potestà del padre, sul fatto che la sua sia una non-esistenza, rimangono tutti.
E la morte “dolce”, purtroppo, non esiste.

Replica

Ellegi 6 febbraio 2009 alle 14:43

Il clima da colosseo lo ha determinato l’ignavia di chi sapeva da tempo della situazione (beppino non ha cominciato ieri la sua battaglia giudiziaria) e non ha voluto fare niente. Il tempo per fare una legge c’era. Voler porre rimedio ad una situazione ormai divenuta indecente imponendo il proprio punto di vista è una violenza. Avrebbero fatto meglio ad agire quando era il momento. Ora devono solo stare zitti. Qualcuno ha preso una decisione al posto loro. Tacciano.
“Pensare Eluana come un essere sofferente, devastato, rinchiuso in una gabbia dolore.., non corrisponde ad alcuna provata evidenza, ma più probabilmente ad una proiezione di chi lo pensa.” non corrisponde ad alcuna provata evidenza neanche il contrario. A quanto pare continuano a somministrare anche farmaci oltre al cibo.
Che Eluana continui a vivere non sarebbe scandaloso, scandalosa è la modalità di imporre questa scelta.

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 14:48

Non tacciono, non si fermano.
La potenza del Vaticano in questi momenti appare davvero travolgente, e spaventosa.
>La morte della Schiavo (che certo è un caso diverso, ma non nelle modalità), ci ha fatto vedere che una persona che muore per fame e sete sarà anche incosciente, ma soffre come un cane.
Ah, sì, e dove l’hai visto? Io ho letto che invece secondo il medico legale non ha sofferto per niente: nel suo cervello i centri del dolore erano distrutti da tempo.

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 14:49

soffre come un cane? ma non le funziona la corteccia cerebrale…
comunque il discorso del padre sul silenzio è per la vicenda personale e privata.
certo che se fai un decreto e una legge che dovrebbe valere per tutti il dialogo e la polemica deve continuare!
tra l’altro un decreto che va contro una sentenza definitiva sarebbe un precedente che abbraccierebbe una serie di casini e di conflitti istituzionali pericolosissimi.
qui non devi solo badare al fatto specifico, ma anche a non incrinare i fondamenti della nostra democrazia.
ti prego di non badare al fatto che in questo caso tu saresti d’accordo con questa azione, guarda ad un possibile futuro dove saresti parte lesa.
ti faccio un esempio assurdo:
tu sei un proprietario di un supermercato.
casarini vince le elezioni e fa un decreto per cancellare una sentenza definitiva su un reato per furto con scasso, chiamandolo esproprio proletario.
capisci che in questo caso non saresti più tutelato e che la separazione dei poteri sarebbe una garanzia?
qualcuno ha detto: la costituzione è una roba si fa da sobri e serve quando si è ubriachi.
mi trova d’accordo

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 14:51

abbraccIerebbe? bah…non ci badate

Replica

Fiandri 6 febbraio 2009 alle 15:16

Hai ragione Silvestro, tanto più che ancora una volta si fanno norme aventi forza di legge (che quindi dovrebbero essere generali e astratte) dichiaratamente per un singolo caso. Anzi per bloccare un provvedimento già emesso in sede giurisdizionale ed esecutivo.

Replica

lalaura 6 febbraio 2009 alle 15:18

ci manca solo il golpe, a coronamento di questi due ultimi giorni

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 15:24

boh,
con la legge elettorale senza preferenze hai praticamente il potere legislativo sotto il controllo dei partiti.
con l’aumento dei poteri investigativi alla polizia giudiziaria a scapito del pm, limiti il potere giudiziario e la possibilità di indagare dipende dall’esecutivo.
il disegno di legge su internet…

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 15:24

E io che pensavo che l’atto di Sacconi fosse solo una precisazione sul funzionamento del sistema sanitario!

Replica

BiGi 6 febbraio 2009 alle 15:30

io avevo mandato una risposta a silvestro…ma è andata persa!
Ne approfitto per riscriverlo, sperando che la foma sia migliore.
silvestro scrive:
“il costo per i ssn è pari allo 0,5%, ampiamente inferiore al costo di un mancato monitoraggio della salute pubblica e di quello che potrebbe causare.”
Perfettamente d’accordo sull’effetto.
Però io facevo un discorso in “linea di principio”, secondo cui non ritengo opportuno che i contribuenti paghino anche per chi non ha contribuito (scusate il grio di parole).
Per quanto riguarda il caso Englaro, mi trovo d’accordo con le parole di Fini riportate ieri da Rolli. E faccio un plauso alla posizione di Antonello Piroso.
Tutti quelli che si arrogano il diritto di dire la propria senza essere direttamente coinvolti quali amici o parenti che davvero conoscono la ragazza, possono gentilmente prendere posto sul primo treno diretto là dove non batte il sole, compresi questi imbecilli con il loro “tutta l’agonia minuto per minuto”

Replica

stalker 6 febbraio 2009 alle 15:31

Ma quanto sono vigliacchi! Dopo una lettera di Napolitano in cui si dice che il decreto non sarà firmato, pensano di togliersi la patata bollente dalle mani e di passarla al presidente della Repubblica. “Noi abbiamo fatto tutto il possibile, siamo dei devoti seguaci di Cristo (in quanto rappresentato dal Papa) e della vita. Se Eluana è stata uccisa è colpa di Napolitano e di quell’assassino del padre (di cui comunque abbiamo il massimo rispetto)”. Vigliacchi!

Replica

BiGi 6 febbraio 2009 alle 15:33

scusate la lagna…continuo a non vedere i miei commenti…sigh

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 15:41

15:32 Berlusconi: “Eluana potrebbe fare figli”
Berlusconi: “Ogni sforzo per non farla morire. Eluana potrebbe fare figli”
eeeehhhh????!!!!

Replica

lalaura 6 febbraio 2009 alle 15:46

>> 15:32 Berlusconi: “Eluana potrebbe fare figli”
Berlusconi: “Ogni sforzo per non farla morire. Eluana potrebbe fare figli”
ci vuol pensare lui?

Replica

British Bulldog 6 febbraio 2009 alle 15:51

io lo dico da anni in questo blog
che i cattolici per legge di natura sono solo spazzatura

Replica

Ellegi 6 febbraio 2009 alle 15:54

Dai che fra poco andrà alla clinica a dirle “alzati e cammina cribbio”

Replica

lalaura 6 febbraio 2009 alle 15:59

quell’uomo ha perso definitivamente ogni ritegno

Replica

pick 6 febbraio 2009 alle 16:03

Quello che sta accadendo in queste ore in Italia ha veramente dell’incredibile. Ci manca solo le teste di cuoio ad Udine fuori la stanza di Eluana. E’ sconcertante! Se tutti gli italiani che hanno votato questi vergognosi individui non stanno provando un benchè minimo moto di pentimento allora siamo senza speranza.

Replica

stalker 6 febbraio 2009 alle 16:08

Come pensa B. che Eluana potrà avere dei figli? Di certo contro la sua volontà?

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 16:15

12:55 Onida: “Decreto legge non opportuno”
“Le mie considerazione sul piano tecnico- giuridico in ordine all’ammissibilità in astratto di un decreto legge che incida su una vicenda in corso come quella di Eluana Englaro non significano che esse siano sufficienti a giustificare l’intervento ipotizzato, in una materia le cui implicanze sono così complesse da metter in dubbio l’opportunità di una rigida soluzione legislativa, per di più adottata con provvedimento del Governo, che non tenga conto della varietà delle situazioni concrete”. A precisarlo è Valerio Onida, presidente emerito della Corte Costituzionale.
16:09 Berlusconi: “Decreto ispirato dalle parole del costituzionalista Onida”
Berlusconi ha detto: “Il decreto legge è ispirato al lavoro di molti costituzionalisti e in particolare all’intervento del presidente emerito della Consulta Onida”
15:23 Vaticano: “Governo coraggioso, ci hanno ascoltato”
Vaticano: “Governo coraggioso, ci hanno ascoltato”
12:46 Santa Sede smentisce telefonata Bertone-Berlusconi
“Nessuna telefonata tra il cardinale Bertone e Silvio Berlusconi, sul caso Eluana Englaro”: la precisazione arriva dalla Santa Sede.
…..

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 16:19

guarda silvestro ha detto delle cose ignobili, sulle suorine (da noi pagate), su Beppino, è stato uno show avvilente, quanto di più vergognoso.
Ovviamente nessuna reazione dall’opposizione, figurati. La rara volta che hanno la maggioranza degli italiani dalla loro parte – tacciono.

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 16:23

oddio, anch’io in questo caso lascerei loro lo show.
stanno facendo tutto da soli. anzi, pregherei l’opposizione di tacere per evitare attenuanti a questo governo.

Replica

pick 6 febbraio 2009 alle 16:25

Casini appoggia.
Chiaro, gli togli i preti e le suore, chi cazzo lo vota?

Replica

British Bulldog 6 febbraio 2009 alle 16:39

Stalker ma secondo te a B gli frega qualcosa di Eluana ? l unica cosa che gli frega e di non scontentare I oltretevere e i XXXXXXXXXXX XXXXXXXXX di XXXXXXXXXXXX i XXXXXXXXXXX
e di continuare a mantenre i voti che permettono a tappo pelato di stare fuori dalla galera che merita -posto dove in ogni vera Nazione Civile finirebbe Nano Pelto —
P.s
Rolli Cara lo sai che ora mi devi un ora io e te ad Amsterdam per ogni Xxxx che ho postato qui (nel caso Return si preocupasse per l incolumita di Rolli prometto fin da ora Shiva pura )

Replica

brandavide 6 febbraio 2009 alle 16:45
silvestro 6 febbraio 2009 alle 16:48

no, uno che beve.
comunque se jannacci dice cazzate allora, essendo io un ateo bolscevico come lui,secondo te, dovrei ripensare a tutto?
ma come ragioni

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 16:53

>essendo io un ateo bolscevico come lui
non proprio:
´In questi ultimi anni la figura del Cristo è diventata per me fondamentale: è il pensiero della sua fine in croce a rendermi impossibile anche solo l’idea di aiutare qualcuno a morire. Se il Nazareno tornasse ci prenderebbe a sberle tutti quanti. Ce lo meritiamo, eccome, però avremmo così tanto bisogno di una sua carezzaª.

Replica

lalaura 6 febbraio 2009 alle 17:01

cazzo c’entra Gesù con:
Vaticano
Baciapile
Jannacci
?

Replica

brandavide 6 febbraio 2009 alle 17:03

Ripensare è dura, magari un dubbio.
(pardon, giuro che mi è sfuggito all’ultimo momento, la frase era “infoiato pezzo di merda baciapile alcolizzato” ancora scusa)

Replica

bill 6 febbraio 2009 alle 17:06

Scusa Silvestro: se la morte con quelle modalità non arrecasse sofferenza a Eluana, perchè anestetizzarla?
Non sto mica dicendo che la percezione del dolore sia simile alla mia e alla tua, ma allora, perchè anestetizzarla?
Comunque ribadisco: l’unico dubbio è sul fatto che sia chiara ed evidente la sua volontà. Non mi interessa (in sede di discussione, in ordine fattuale è ovvio che conti) come ha deciso la cassazione: in base a quello che possiamo sapere, non è così chiaro.
PS: io ho letto a suo tempo che l’esecuzione (perchè quello fu un caso di esecuzione: la sua volontà non c’entrava e fu una decisione del marito) della Schiavo non fu affatto così beato e tranquillo. Ma può essere che in questo caso ci siano, more solito, due versioni contrapposte..
Ricordo però che là, negli USA, le polemiche erano soprattutto sul fatto che fosse stato messo in mezzo un tribunale (da parte dei genitori, che volevano tenerla in vita) per decidere una controversia privata. Ciò era visto come un’ingerenza dello stato sull’individuo.

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 17:07

ma dubbio su cosa? su cosa fare della mia vita?
ma farsi i cazzi propri no?

Replica

bill 6 febbraio 2009 alle 17:07

Specifico: una controversia in cui era già stato nominato un tutore, e cioè il marito. Per cui era già legalmente chiaro chi avesse il potere di decidere.

Replica

stalker 6 febbraio 2009 alle 17:09

La mia era una battuta sull’asserzione di B. che Eluana per ipotesi può avere figli. Immaginavo che anche questo potrebbe essere fatto contro la sua volontà.
Credo che B. se ne fotta di questo caso e che questo decreto che Napolitano non firmerà sia solo per scaricarsi della colpa nei confronti delle gerarchie Vaticane. Sono invece preoccupato della legge che potrebbe essere approvato sull’onda emotiva di questo caso.

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 17:12

l’onda emotiva è di orrore per l’operato del governo
la cosa dei figli è stata gratuita e di pessimo gusto come di consueto dal personaggio
le battute su Beppino, becere e ignobili
quella su Onida una menzogna
Non credevo potesse scendere così in basso, però.

Replica

bill 6 febbraio 2009 alle 17:17

Sulla tua no, Silvestro. A me, non so a te, rimane il dubbio che una diciassettenne abbia espresso idee chiare in proposito. Tu a diciassette anni le avevi?
Scusa eh, ma chi, di fronte ad un amico in coma, non direbbe magari “se capitasse a me preferirei morire”? Ma è equiparabile, un’affermazione fatta in una situazione del genere, ad una decisione ponderata e consapevole?
Dico questo per discutere, non per far saltare in aria la cassazione o per far emanare tre decreti d’urgenza..

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 17:18

infatti non è stata nè sarà anestetizzata.
le stanno dando da 17anni sedativi ed antiepilettici perchè non funzionando la corteccia non è in grado di controllare gli spasmi muscolari.
poi, riguardo alla cassazione ed alla corte d’appello, se tu vuoi contestare una sentenza definitiva, accomodati

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 17:21

bill, per discutere possiamo dire quello che ci pare.
non è quello in ballo

Replica

Fiandri 6 febbraio 2009 alle 17:22

Bill, è un argomento furbesco perché non si potrà mai avere una controprova, proprio come quelli che dicono “una volta ha detto così ma chi ti dice che oggi direbbe lo stesso?”. Nessuno me lo dice e nessuno potrà mai dare una risposta. Sappiamo però che l’unica cosa che Eluana ha mai detto al riguardo è questa, sappiamo che il suo pensiero espresso, esplicito, inequivocabile, era questo. Poi possiamo dire quello che vogliamo, ma non inventiamoci storie su quale fosse (sia, o sarebbe) la sua volontà.

Replica

brandavide 6 febbraio 2009 alle 17:23

“contestare una sentenza definitiva”
e perchè no, er Papa si e la sentenza no?
brutto bigotto fondamentalista costituzionale!

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 17:27

eh si, hai ragione. credo più nella costituzione che nel papa.
che strano, eh?

Replica

bill 6 febbraio 2009 alle 17:27

No, scusa, io ho letto che sarà anestetizzata.
Poi, se permetti, le sentenze si discutono eccome: con tutte le cazzate che fanno..Stai a vedere che le sentenze su Sofri si discutono, ed una come questa no.
Aggiungo: guarda che la penso come te, e cioè che la volontà dell’individuo vada rispettata. Dico solo che deve essere chiara e inequivocabile.

Replica

silvestro 6 febbraio 2009 alle 17:31

e hai letto male, oppure qualcuno ha scritto una boiata, tipo “il giornale”.
il medico ha dichiarato che è come se fosse in anestesia, per le sue condizioni

Replica

Manuele 6 febbraio 2009 alle 17:32

Se per qualche ragione qualcuno di questi signori riuscirà nell’intento di imporre la propria volontà di calpestare la sentenza definitiva, credo che inaugereremo in bellezza questa assurda novità del reato di “apologia a mezzo internet”.
Che poi mi ripugna pensare che per farla morire dovranno farla morire di fame, ma anche questo contorto modo di terminare la sua vita è colpa di chi ha fatto di tutto per ostacolare una buona legge sull’eutanasia.

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 17:36

vedi bill, ne possiamo discutere all’infinito, ma la volontà è stat appurata al meglio della possibilità umana. La certezza assoluta non è di questo mondo, mai. tu potrai non trovarlo sufficiente, le corti invece sì.
Poi le opinioni non fanno legge: per qualcuno anche il testamento biologico non è sufficiente, perché il tempo passa e chissà.

Replica

bill 6 febbraio 2009 alle 17:37

Credimi Fiandri: non ho nessuna voglia e/o interesse che mi spinga a fare il furbo sulla pelle di una persona.
Però, messa così, anch’io posso avere affermato che un certo tipo che mi stava sull’anima lo avrei ammazzato, ma ciò non mi trasforma in un assassino, nemmeno potenziale. Voglio dire che mi auguro che gli argomenti della sentenza siano un pò più solidi.

Replica

Fiandri 6 febbraio 2009 alle 17:52

No dài Bill, non facciamo gli avvocati di Beautiful. Ha detto bene Return, uno può mettere tutto in dubbio, ma la volontà di Eluana è stata accertata in sede giudiziaria ed al meglio delle possibilità. In sede giudiziaria si è considerata una cosa che lei aveva detto (in più occasioni, credo) e in modo molto chiaro, non incidentalmente ma argomentando il proprio pensiero. Lo so che se dico “io quello lo ammazzerei” non vuol dire che lo ammazzerei davvero, ma qui le cose sono diverse.

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 17:59

Un suo amico finì in coma per un incidente o una malattia. E lei lo andò a trovare diverse volte nel tempo, e disse a più persone, più volte, che non avrebbe mai e poi mai voluto fare quella fine ma avrebbe preferito morire.
Su questo non possono sussistere dubbi, perché le testimonianze sono univoche e come tali giudicate dalle corti.

Replica

stalker 6 febbraio 2009 alle 18:04

“L’onda emotiva” in effetti non specifica quello che voglio dire. Io credo che passerà questa schifosa legge sul testamento biologico, scritta da uno dell’Opus Dei (ma chi cazzo abbiamo votato? Ah già questa legge elettorale…ecc.ecc.), perché nessuno ora avrà il coraggio di dire di no. E gli argomenti saranno: “mai più un caso englaro”, “ma che vogliamo lasciare ai medici decidere chi vive e chi muore”, e così via. E gli italiani, compresi noi qui, parleranno parleranno ma poi non faranno un cazzo. E il bello è che questo papa 83enne quando sarà il tempo di andarsene, non sarà fatto vivere più di quello che sarà utile. Ve lo vedete un papa in stato vegetativo permanente per più di 17 anni. Ma vaffanculo.

Replica

Return 6 febbraio 2009 alle 18:16

Io credo che la gente capisca perfettamente che quella legge non impedirà un nuovo caso englaro ma ne produrrà centinaia, perché tutto quello che accade quotidianamente negli ospedali e nelle cliniche e nelle case diventerà di colpo illegale e nessun medico vorrà rischiare la galera.

Replica

British Bulldog 6 febbraio 2009 alle 18:21

amici Lalaura,Return Silvestro etc voi nel vostro discutere coi cattolici partite facendo di base un grossissimo errore
Parlate con le cattozecche come se fossero degli esseri umani
Ed è questo il vostro errore di base
Volete capirlo che non state parlando con degli esseri umani ma con delle zecche parassite?
e che ce un solo modo per trattare con le cattozecche …
ovvero
eliminarle
Per quale motivo discutere con delle sanguisughe simili che infettano l italia da 2000 e passa anni?
Pensate che forse cambieranno?
non lo faranno mai
E’ nella natura dell cattolico -(ci sara una ragione perche in tutto il mondo civilizzato cattolico è sinonimo di ladro e pedofilo?)
rubare,infettare, mendicare insomma tutto il tipico agire dei parassiti naturali che sono i cattolici
e voi volete tuttora discuttere con simili zecche???
Ce un solo modo efficace da utilizzare con le cattobestie che funziona davvero
Prendere le cattozecche e sbatterle dal primo all ultimo nel posto che gli compete
sottoterra
a cominciare da quel rifiuto umano delle fogne Bavaresi di Bakukko XVI
So che suona duro ma ricordo a tutti voi che parliamo di cattolici(inutili parassiti) mica di esseri umani

Replica

bill 6 febbraio 2009 alle 18:58

zzzzzzzzzzz……

Replica

ventomare 6 febbraio 2009 alle 20:28

return said: “Io credo che la gente capisca perfettamente che quella legge non impedirà un nuovo caso englaro ma ne produrrà centinaia, perché tutto quello che accade quotidianamente negli ospedali e nelle cliniche e nelle case diventerà di colpo illegale e nessun medico vorrà rischiare la galera.”
Return ha perfettamente ragione. Il governo si è messo in una strada senza via d’uscita. Di questi casi che ne sono decine di migliaia all’anno. Tutti i medici anenstesisti lo sanno. Scoppierà un caso enorme ed il governo ne sarà seppellito.

Replica

lalaura 6 febbraio 2009 alle 22:18

speriamo, e seppellito per sempre. cani schifosi

Replica

elofoolish 10 febbraio 2009 alle 16:36

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: