Ramona Badescu : al potere vorrei solo donne belle, non hanno rancori

“Metterei al potere solo donne belle. Hanno ricevuto tanto da Dio che sono serene.
Non hanno il rancore delle deluse.
La bellezza esterna è anche bellezza interiore”
I rumeni sono malvisti? “Colpa vostra: i delinquenti rumeni vengono in Italia per due ragioni. Se fanno uno scippo, qualcosa nella borsa trovano. In Romania c’è più povertà [...]
A Roma ci sono pochissime chiese di rito ortodosso dove i disperati possono avere una parola di conforto …sono lontani da casa. I genitori non sanno quello che fanno. Vivono come bestie. Ecco perchè c’è bisogno dei nostri preti”
Le italiane non sanno tenersi i mariti. “Dico solo che se un uomo cerca altro vuole dire che in casa non lo trova. Io,


Ramona, al mio uomo do tutto, lo amo , lo difendo. Non mi vede in pantofole ma col suo dolcetto preferito in mano. L’uomo va coccolato, tenuto con cura e delicatezza”
Ramona Badescu – attrice, showgirl, nominata dal sindaco di Roma Gianni Alemanno, consigliere per i Rapporti con la Comunità romena, con l’incarico di studiare (!) forme di integrazione fra italiani e rumeni, e svolgere mediazione fra il Campidoglio e il governo di Bucarest

di Losciacallo il 2 febbraio 2009 in Politica · 59 commenti

{ 59 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Giancarlo 2 febbraio 2009 alle 21:14

Cosa ce ne facciamo dei programmi comici quando possiamo avere tutto questo? era dai tempi di Rutelli “pliz visit auar cauntri” che non mi divertivo così.

Replica

Rolli 2 febbraio 2009 alle 21:25

Ma io piango, urlo, mi deprimo :((

Replica

Giancarlo 2 febbraio 2009 alle 21:37

Io metto in pratica il detto: “si ride per non piangere”.

Replica

leonida alle termopili 2 febbraio 2009 alle 21:44

caxxo, ne voglio anch’io una col mio bicchiere di sherry preferito in mano!

Replica

Rolli 2 febbraio 2009 alle 21:58

Non si può, Leonida, sono tutte in fila per la scorta e per la più varia carriera politica
Devi prenderti quelle non belle, e quindi rancorose

Replica

Return 2 febbraio 2009 alle 22:54

Mi pare che la Badescu in due battute abbia illustrato il dramma del sottosviluppo umano e culturale della Romania più di tutti i sociologi che ne hanno scritto in questi anni.

Replica

lalaura 2 febbraio 2009 alle 23:04

mi permetto di aggiungere che ha illustrato in poche battute il dramma del sottosviluppo cerebrale del governo in carica, e dei suoi rappresentanti locali…
alla badescu vorrei solo dire una cosa: “stronza imbecille”. rancorosamente, s’intende

Replica

martin_peccatore 2 febbraio 2009 alle 23:11

ci vorrebbero tanti assessorati quante sono le belle ragazze!

Replica

ventomare 2 febbraio 2009 alle 23:38

Return: “Mi pare che la Badescu in due battute abbia illustrato il dramma del sottosviluppo umano e culturale della Romania più di tutti i sociologi che ne hanno scritto in questi anni.”
Ah, sì, della Romania?
Ed il nostro ministro delle pari oppotunità? E le frasi di berlusconi sulle donne orizzontali, Rasmussen, la premier norvegese, le barzellette, le rincorse dell’operaia russa, le segretarie italiane bone per gli investitori americani in italia, le veline per la mano in sardegna? e la gregoraci e gli amici del ministero degli esteri?
In questo il nostro governo non le considera meglio le donne.

Replica

bill 3 febbraio 2009 alle 00:29

Quante cazzate, Vento, e una dietro l’altra..Ma il tuo giornale preferito qual’è, Novella 3000?
Ma come minchia si fa a parlare di politica con degli pseudomoralisti da quattro soldi così? Ma la vuoi smettere, almeno tu, di fare dello pseudo-gossip del cazzo? Sei davvero così trinariciuto da pensare che metà paese veda la donna “orizzontale”, al massimo come una mignotta? Ma ti rendi conto che stai andando, assieme a tutti sti bei tomi ridicolmente affranti, nell’avanspettacolo?
Guarda, te lo dico perchè, nonostante i tuoi svolazzi poetico-mistici, ti credo in buonafede e provi, talvolta, ad argomentare le tue affermazioni.
E allora smetti di fare cabaret, di fare affermazioni che neanche a Verissimo, e parla di politica e di economia. Almeno lì si può discutere. Su quella sequela di cazzate che hai scritto nell’ultimo post, cosa mai si può dire? Solo che, se questo è lo stato dell’arte, tu stai bene lì a roderti il fegato (mentre sono ben più serie le critiche che si possono muovere, non queste cagatelle da poveri frustrati).

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 00:39

Lungi da me difendere questo nostro paese, ma con tutto il disprezzo per gli italiani, se la percentuale di violenza misogina ed efferata brutalità fosse solo paragonabile a quella di cui sono protagonisti i cittadini romeni, ci saremmo estinti a mazzate da quel dì. E la Badescu che spompina il maritino ubriaco, così non cerca emozioni fuori e non la corca di botte, è un’immagine di rara efficacia.
Poi uno si chiede perché l’unico sesso che conoscono è lo stupro di branco: ecco perché.

Replica

Slack 3 febbraio 2009 alle 00:40

A proposito dello sviluppo culturale del nostro Paese pare ci sia uno studio corrente che dice:
´La media del “pubblico” italiano rappresenta lo “sviluppo mentale” di un ragazzo che fa la seconda media e che non sta neanche seduto nei primi banchi.ª
La fonte sembrerebbe accreditata. A volte gli scappa anche qualche verità che sarebbe meglio facesse finta di non sapere: http://it.youtube.com/watch?v=rQAc427uKeI

Replica

Rolli 3 febbraio 2009 alle 00:55

No Return, è separata dal marito… mi sa che non gli ha preparato il dolcettino preferito la sera. “Non se l’è saputo tenere”, evidentemente

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 01:07

Azz, ma no, che dici, è che ha cercato un pope e non l’ha trovato, sennò gliel’avrebbe spiegato lui come doveva fare per riportarlo all’ovile (farsi picchiare per esempio)

Replica

bill 3 febbraio 2009 alle 01:56

Ma dài, vuoi mettere una volgare gnoccona come la Badescu con la sublime femmina italica da esportazione, ovvero Carlà? Noi sì che dettiamo lo stile in Europa, no? Lei sì che ha bypassato il problema di tenersi l’uomo: se li è fatti tutti (ma con sublime eleganza, neh)! Eppoì, chi ce li ha dei cappellini così?
Ps: tralasciamo quello che c’è sotto (il cappellino)..

Replica

Rolli 3 febbraio 2009 alle 02:11

Ma adesso giustifichi anche la Badescu? Sei senza ritegno, Bill
Che poi, guarda, tra questa bifolca e la Bruni, se proprio dovessi scegliere, mi tengo la Bruni, con tutto che non la reggo
E ancora, Sarkozy, non l’ha assunta come consigliere alle politiche italiane; il che sottolinea la distanza tra i nostri peracottari e qualsiasi governante di nazione o metropoli, terzo mondo compreso

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 11:24

Franceschini

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 11:41

Sempre meglio: avvertimenti, minacce, istigazioni a delinquere
11:31 Gasparri, Pdl: “E’ iniziato l’omicidio”
Il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri ha detto: “E’ iniziato l’omicidio di Eluana, che rischia di avvenire impunemente e senza turbare convenzioni ed erogazioni di pubblico denaro”
11:25 Avvenire: “L’Italia non starà alla finestra”
L’Italia “non starà alla finestra” ad attendere la fine di Eluana Englaro, ma rifiuterà “un’agonia insopportabile”, perchè “sa commuoversi, capire, battersi”: lo scrive il quotidiano della Cei Avvenire

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 11:45

“Poi uno si chiede perché l’unico sesso che conoscono è lo stupro di branco: ecco perché.”
ret, posso dirti che un commento del genere da te non me lo aspettavo?

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 12:07

E perché? Lo trovi razzista? Io trovo razzista la Bedescu.

Replica

bill 3 febbraio 2009 alle 12:12

Non giustifico affatto le parole della Badescu, la quale non mi pare abbia un potere particolare o assolva ad una funzione basilare e strategica.
Facevo ironia sul fatto che si parli di una Badescu, e mi va benissimo, e passi sottotraccia una Bruni, che non solo sculetta commossa da una terrorista, ma fa affermazioni idiote sull’avere o non avere la cittadinanza italiana.
Tu dici che non ha un ruolo? Col cavolo che non ce l’ha, e fa molti più danni di una ex soubrette del tabarin. Ti tieni lei? Io non terrei nessuna delle due. Ma una è ignorante, l’altra è proprio stronza. Glamour, ma stronza.

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 12:17

anch’io un pò, ma non è necessario correrle dietro per dirglielo.
e tra te e la badescu c’è un lieve abisso.

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 12:20

bill, ma dilla chiaramente: la bruni ti sta sul cazzo perchè parla male di berlusconi.

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 12:28

hai ragione: dovevo limitarmi a dire che è una becera fascista razzista e misogina.
Il resto dovevo solo pensarlo.

Replica

bill 3 febbraio 2009 alle 12:33

Silvestro: non ci vuoi proprio arrivare, e non potendo fare disegni, provo a spiegartelo.
La Bruni ha fatto in modo che una terrorista condannata dalla giustizia italiana non venisse estradata dalla Francia. Andando oltretutto a trovarla in ospedale, perchè il piccolo amorevole fiorellino soffriva, ma veh, di depressione.
Non so a te, a me questa storia è parsa vomitevole.
Secondo punto: l’amato Cav. La Bruni può trovarlo l’ottavo cavaliere dell’apocalisse: non me ne può fregare di meno. Trovo però, scusa eh, fondamentalmente cretino che la moglie di un capo di governo espliciti questo suo personale giudizio sul capo di governo di un altro paese. Primo, perchè forse non è propriamente diplomatico. Secondo, perchè oltre ad essere un bella gnocca col botox non ha evidentemente capito che adesso dovrebbe avere un ruolo diverso.
E mi pare che anche tu, questo, faccia fatica a capirlo. Ma se per caso la moglie, chessò, di Bush avesse detto che trovava Prodi ridicolo, come avrebbe risposto il paese? Si sarebbero chieste scuse ufficiali, e Rep ne avrebbe parlato per settimane. E avrebbe fatto bene. Lo vedi, chi è il partigiano col prosciutto sugli occhi?

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 12:38

scusa return, ma tu davvero pensi che tutti i rumeni siano come quelle merde di guidonia?
pure quella famiglia con la macelleria a cui hanno fatto saltare la serranda del negozio?
permetti che non ci creda?

Replica

bill 3 febbraio 2009 alle 12:41

Aria fritta..

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 12:44

bill, a te la bruni sta sul cazzo solo per quello. è inutile che cerchi di girarci attorno.

Replica

stalker 3 febbraio 2009 alle 12:45

Sta di fatto Bill che non si capisce perché se ti sta sul culo l’atteggiamento della Bruni, tutte le mignotte che ci dobbiamo sciroppare noi italiani (messe dove sono in quanto mignotte) e che davvero decidono per noi (dalla scuola ai rapporti con altre etnie), invece quelle non ti fanno battere ciglio. Diocane ma non ti rendi conto che si stava parlando di un altra cosa?
Chiarisco l’uso del termine mignotta, anche Gasparri per me è una mignotta o Casini o Barragan o Capezzone. Si capisce vero?

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 13:00

Caro, la signora che mi fa le pulizie è romena, così come la precedente, che me l’ha presentata. Monica, la precedente, sta tentando di portare in Italia suo figlio, ma il marito non ne vuole sapere perché lei così smetterebbe di mandare in Romania la rimessa. Sicché da 7 anni lo vede solo alle feste.
L’attuale, Marianna, è scappata qui dalla famiglia violenta, toh.
Entrambe abitano non a Guidonia ma a Valmontone, e sono le prime a dire di aver paura a girare la sera perché non solo i pochi italiani rimasti le trattano una merda, ma i loro connazionali sono perennemente ubriachi e appunto vanno in giro a molestare qualunque cosa respiri.
Quindi vedi che conosco abbastanza la situazione e non mi riferisco ai romeni in quanto tali. Ma far finta che siano poche mele marce è chiudere gli occhi davanti all’evidenza che, proprio come per l’islam, racconta di una “cultura” violenta diffusa, di cui i romeni (e le romene) perbene sono come al solito le prime vittime. E la Badescu è come se le tenesse ferme mentre i bastardi se la spassano.

Replica

stalker 3 febbraio 2009 alle 13:13

Return lo vedi che la tua è una generalizzazione imperfetta (sono indeciso se è una fallacia di composizione o di generalizzazione precipitosa). » la stessa generalizzazione che porta a pensare che noi italiani suoniamo il mandolino, ce piace la pizza, siamo tutti mafiosi, mammoni e scansafatiche. ODDDIOOOOOOOO ma è vero!

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 13:24

l’alternativa a usare generalizzazioni, che sono sempre imperfette, è abbandonare del tutto il concetto di cultura. Aiuterebbe la nostra comprensione del mondo? Io non credo, anche se ritengo altrettanto sbagliato concepire la cultura come un insieme monolitico che annulla del tutto l’autonomia dell’individuo.

Replica

stalker 3 febbraio 2009 alle 13:37

Return, il concetto di cultura, tu mi insegni, è delicato da definire (quali sono le cose che ci possiamo includere e quali no). Tuttavia, non volevo certo concludere che devi buttare via tale concetto. Volevo solo dire che la specifica generalizzazione che facevi era fallace e che se si inizia con gli esempi non si finisce più (io per esempio, tutti i romeni che ho conosciuto li reputo migliori di molti italiani). In ultimo, mi sembra che nel tuo ultimo commento tu confonda il comprendere con il giudicare.

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 13:55

Era un’iperbole, pensavo si capisse dal contesto.
Quando dico che la Chiesa Cattolica fa vomitare si capisce che è un’iperbole o pensate che conosca uno per uno tutti i preti e i fedeli?

Replica

Rolli 3 febbraio 2009 alle 14:07

Bill, il tuo è benaltrismo.
La Badescu me la ritrovo al comune di Roma, viene scelta da un politico del mio Paese; la Bruni non è niente, è la moglie di sarkozy, non ha posti nel mio parlamento, nel mio comune.
Tu dici che cicì cocò ha bisbigliato nell’orecchio di Sarkozy di intervenire presso lula? se sarkozy è talmente ciula da anteporre l’insipiente moglie e i suoi consigli alla ragione di Stato, caxxi suoi e dei francesi che l’hanno eletto
Io invece credo che Bruni o non bruni sarkozy si sia mosso, sempre che lo abbia fatto, esattamente sul binario indicato da lunghi anni dai francesi e dalla loro politica, quindi è inutile che aggiri l’ostacolo usando la Bruni come capro espiatorio. Tra l’altro non ha nemmeno lo spessore
La Badescu, invece, ce l’abbiamo in casa, a discettare e tranciare giudizi che grazie ad Alemanno diventano pure politici.

Replica

Rolli 3 febbraio 2009 alle 14:09

Concordo con Return, persino nel retropensiero più nascosto

Replica

bill 3 febbraio 2009 alle 14:28

More solito: Silvestrino se la canta, se la suona, e non entra nel merito se non per la polemicuzza della minchia.
Allora: cosa mi dici dei berigatisti e dell’atteggiamento della Bruni? Non ne parli, perchè? Dobbiamo parlare solo di una nullità come la Badescu? E dopo averla sputtanata, possiamo allargare ad altre menti illuminate, o ti da fastidio vedere come l’antiberlusconismo straccione sia un baluardo anche di queste vette del pensiero occidentale? Perchè non riconosci che per la Bruni, nella sua posizione, non è opportuno dichiarare la grandissma cazzata di essere felice di non avere più la cittadinanza italiana, (salvo poi fare un ridicolo dietrofront dallo stuoino Fazio (a proposito di puttane, Stalker)..)? Complimenti comunque per la profondità che ci metti nel parlare di una qualsiasi cosa: “ti sta sull’anima perchè ha parlato male del Berluska”. Dovrei dedurne che nonostante le scemenze che fa, a te sta simpatica per lo stesso motivo. Ti facevo un pò più intelligente..
Tu,dalle affermazioni epocali tipo “i romeni non sono tutti uguali” (e grazie al cazzo..), vuoi sempre e solo la polemichetta cretina. Bravo, divertiti, e soprattutto mica parlare di qualcosa che esuli dal recinto a cui sei abituato.
Stalker ( a parte che scrivere una bestemmia, scusa se te lo dico, è solo cafoneria): le mignotte sono tantissime. Il problema è che è un fenomeno trasversale. Ora, per caso, non è che avete l’occhiuccio sinistro cecato? Fino a qualche mese fa eravamo governati solo da santi e spiriti liberi? E poi basta, con le generalizzazioni per cui sono tutti corrotti, ladri e puttane: lo sono quanto il paese che li esprime, a sinistra e a destra.
Sulle etnie: ti sembra una discussione, dire la sciocchezzuola che non sono tutti uguali? Bravi, è già un grande risultato. E poi?

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 14:40

return, che fosse un’iperbole si era capito. la frase cruda però mi ha dato fastidio e te l’ho detto, come d’altronde siamo abituati a fare qui.
il fatto di essere io stesso stato un emigrato ha fatto si che certe iperboli sugli italiani le ho provate sulla mia pelle e le ho pagate ingiustamente a scapito del lavoro comune e della meritocrazia.
mi sono preso delle soddisfazioni, alla fine, ma potevo ottenere di più evitando di mangiare merda inutilmente.
e quelle soddisfazioni sono arrivate perchè ho avuto il culo che le mie ipotesi hanno trovato riscontro alla prima botta, cosa che nella ricerca raramente avviene.
perciò posso anche generalizzare, ma quando mi trovo al dunque guardo semplicemente alla persona. cosa che evidentemente fai anche tu, visto che permetti ad una rumena di entrare a casa tua quando non ci sei.
tant’è vero che non ti ho dato scompostamente del razzista, ho semplicemente sottolineato una tua frase con disappunto perchè è un mio nervo scoperto.
lo stesso vale per te, rolli. perchè mi gioco il testicolo sinistro che se ti capitasse un alunno rom o sinti o marocchino o rumeno che sia, brillante e capace, non te ne fotterebbe nulla e proveresti un gran piacere a fare il tuo lavoro.

Replica

bill 3 febbraio 2009 alle 14:40

Nossignore Rolli: Battisti lo citi tu. Io ho citato la Petrella, situazione in cui il ruolo della Carlà è stato chiarissimo, e determinante.
E’ opinabile poi che la moglie di un premier non abbia un ruolo istituzionale un pò più importante che una consulente in un comune..
Secondo: la Badescu ha detto delle cazzate. Alemanno, seguendo la moda cretina di avere degli pseudo-testimonial tipo isola dei poco famosi affianco, ha evidentemente dato visibilità ad una non attrezzata (e che comunque, danni concreti non ne può fare, per fortuna). E chi lo nega?
Delle consulenze al comune di Roma, a partire dalla Baraldini, c’è una bella, limpida tradizione, mi pare.
Ma ribadisco: perchè non si può parlare, se non con un pò di riluttanza, di fatti ben più gravi?

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 14:49

bill, sei O.T., te ne sei accorto?
tra l’altro non ti sei neanche sognato di chiedermi se a me la bruni sta sulle palle o no.
ossessionato dalla lesa maestà
franceschini

Replica

Rolli 3 febbraio 2009 alle 15:16

Mi spieghi bill, cosa mi frega del ruolo della Carla con Sarkozy? Il suo è stato alla luce del sole, centinaia di mogli di premier influenzano su questo o quello il marito senza che ci sia dato sapere
La Petrella non ce l’avrebbero data comunque, e lo sai benissimo: Carla è solo il paravento di Sarkozy e dei francesi, nella questione
E ribadisco che la Bruni non ha nessun ruolo non dico nel governo della Francia, ma nemmeno del più piccolo paesotto francese
diciamo che oltralpe hanno quel minimo di decenza che manca qui
E comunque io parlo dell’Italia, non della Francia: lì si gestiscano come preferiscono
Ti consoli della Badescu con Carlà? Beato te, io no

Replica

stalker 3 febbraio 2009 alle 15:19

Mon dieu, bill, stiamo tristemente dileggiando la Ramona, stiamo tristemente costatando che è diventato costume politico generalizzato affidare dei compiti politici a persone che hanno la sola qualità di un po’ di notorietà (o che forniscono prestazioni di eccellente fattura in genere di natura sessuale), stiamo tristemente concordando sul fatto che, potrebbe anche non sembrare, ma le loro decisioni incidono sulla nostra vita di tutti i giorni (hai letto che una delle soluzioni di Ramona è il call center in rumeno e la traduzione della costituzione), stiamo discutendo se la comunità romena può o non può essere connotata nella sua generalità come violenta o no, e tu te ne esci con la Bruni perché avrebbe sussurrato all’orecchio di Sarkò di tenersi petrella. Anche se fosse vero, CHE CAZZO C’ENTRA? Vuoi forse dire che la presenza della Bruni in francia come moglie del premier giustifica la presenza di una idiota come ministro? Ecco se anche c’entrasse è, come ti hanno già detto, al minimo benaltrismo.

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 15:22

george clooney

Replica

lalaura 3 febbraio 2009 alle 15:57

ma che c’entra dire “c’è anche la Bruni” di fronte alle affermazioni GRAVI di una Badescu del tipo: se i rumeni rubano è perché le italiane hanno soldi nelle loro borse, e che il marito lo devi accontentare a suon di concessioni e cura, e che la delinquenza c’è perché mancano le chiese ortodosse?
la Bruni è demente, a prescindere, ma sta facendo danni da un’altra parte

Replica

malik 3 febbraio 2009 alle 16:56

sono andato a leggere sul sito dei radicali le mail di insulti che si è beccata la bernardini per aver fatto visita in carcere agli stupratori. nonostante penso che abbia compiuto una grave sciocchezza politico-mediatica e anche una mancanza di sensibilità verso la vittima della violenza, sono rimasto impressionato dal tono becero e disinvoltamente razzista di tutti questi italiani “perbene”, e l’uso ormai continuo delle più bieche generalizzazioni verso i rumeni (branco, animali,ecc.).Oggi a Trento per es. una 14enne è stata violentata da tre compagni di scuola italiani. Ovviamente i titoli sui giornali sono molto meno strillati.

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 17:16

malik, la bernardini ha fatto molto male ad andarci.
ha fatto male alla vittima, alle donne ed alla comunità romena, oltre che a quei detenuti che avrebbero bisogno delle attenzioni di un politico.
però io mi sento a disagio a fare una polemica sull’immigrazione tirando fuori un reato così schifoso come lo stupro.
ho rotto il cazzo a return per questo e sinceramente tirare fuori gli stupratori italici per ribattere mi sembra fuori luogo.
lo stupro è una violenza intollerabile e chi lo compie è una bestia.
bisognerebbe ricoprire di merda gli uomini, non fare dei distinguo.
parliamo delle minchiate che tira fuori ramona, che è meglio

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 17:28

silvestro tu non mi rompi mai il cazzo :-)
guarda però che io non intendevo farne una questione di immigrazione (fra l’altro impropria visto che i romeni sono concittadini europei) ma come avrai capito di cultura: simile a quello che valeva per il Meridione fino a qualche anno fa.

Replica

silvestro 3 febbraio 2009 alle 18:19

ret, sempre immigrati sono. solo sono regolari a prescindere.
un pò come i lavoratori italiani in inghilterra o in germania.
quello che è pericoloso e per il quale ti avevo fatto l’appunto è che il parlare per iperbole di una popolazione ha un senso solo se chi lo fa ha l’intelligenza di capire che è un’iperbole.
se tutti qui si parla generalizzando, se lo cominciano a fare anche i media (per propaganda politica o meno), salta fuori il coglione di turno che queste cose le prende in parola.
è una cosa pericolosa, mi ripeto, perchè non tutti sono persone civili e perchè potrebbe essere un deterrente per un’integrazione che rimane l’unico destino possibile per questa gente.
come lo è stato per i meridionali a loro tempo nel nord.
forse, essendo figlio di un calabrese ed avendo assaggiato non i tappeti rossi degli americani col mito della cultura europea ma l’accoglienza dei redneks che pensano all’italia come un terzo mondo privo di frigoriferi e acqua corrente, sono ultrasensibile.
ho provato sia il razzismo del poliziotto che mi ha perquisito di fronte a dei colleghi e minacciato di cacciarmi a calci in culo da quel paese solo perchè non avevo con me il passaporto col visto j1 ma solo la patente americana (cosa legalissima), sia l’essere invitato a cena per far vedere agli amici che si conosceva un italiano. gente convinta che cantassi l’opera sotto la doccia e che bevessi solo chianti riserva anche a colazione. cosa molto meno pesante ma in un certo senso anch’essa umiliante.
ne avrei mille di aneddoti, anche riguardo al difficile impatto della nostra cultura con quel mondo.
anche in fatto di costumi sessuali.
è ovvio che sta all’immigrato fare il passo più grande per un’integrazione tranquilla, ma, stante il rigoroso rispetto delle nostre leggi, un pò sta anche alla nostra tolleranza venire loro incontro.
tanto già alla seconda generazione le cose solitamente si sistemano, dal punto di vista culturale.
spero di aver spiegato meglio il mio punto di vista e le ragioni per cui ogni tanto mi inalbero quando affrontiamo determinati argomenti.
che io abbia torto o ragione.

Replica

lalaura 3 febbraio 2009 alle 18:24

ma a voi pare normale che mettano la Badescu a fare il consigliere per i Rapporti con la Comunità romena? E perché non la Staller a gestire i rapporti con la comunità ungherese? Come si può pensare di esser presi sul serio???

Replica

Giancarlo 3 febbraio 2009 alle 18:41

@Lalaura: si è terribile, ma oggi è normale.

Replica

brandavide 3 febbraio 2009 alle 19:38

Counque…
…mi sono accorto di una cosa…
return… E’ UN NEGRO DI MERDA!
Ciao bella gioia, so che mi stavi aspettando :@

Replica

Return 3 febbraio 2009 alle 20:01

ti pensavo davanti alla clinica La Quiete a fare il deficiente.. e invece….
:-P

Replica

malik 3 febbraio 2009 alle 20:11

ma la Staller un certo pedigree politico ce l’ha.. propongo Afef per la comunità tunisina, tanto qui c’è gnocca per tutti!

Replica

brandavide 4 febbraio 2009 alle 09:43

Sono andato a dormire presto,
ti sei già dimenticato?
Questa sera ci aspetta il Borghi, che si va a ronde.

Replica

bo! 4 febbraio 2009 alle 12:58

e a quando gli uomini belli e non rancorosi?

Replica

Giulio 9 febbraio 2009 alle 11:29

Ramona è una bella figa rumena, alquanto affascinante, che non mente e non è ipocrita. Sessualmente disinibita, non è una battona, ma irradia un fascino stellare. Una donna intelligente.
La prima funzione della donna è di eccitare la fantasia degli uomini. Con lei vicino, la politica può fare molto per il nostro paese. Amo la figa.

Replica

elofoolish 9 febbraio 2009 alle 12:02

purtoppo return ha ragione,
ci saranno anche le eccezioni, ma questi uomini dell’est sembrano veramente essere dei bruti.
tutte le ragazze rumene o russe che ho conosciuto sono scappate da casa loro per le botte.
che dire della badescu… nulla, come nulla e’ il suo pensiero.
mi accodo a bo! voglio vedere solo figoni in parlamento!

Replica

Return 9 febbraio 2009 alle 12:06

Ah menomale elo, perché pensavo che fossero capitate tutte a me queste poverette.

Replica

elofoolish 9 febbraio 2009 alle 12:26

no no
purtroppo credo che siano proprio la maggioranza…
quando sento i racconti della mia amica mi vengono i brividi.
violenza, alcol e ricatti per il figlio lasciato li.
sono felice che lei si sia riscattata da quella vita e che ora si trovi bene qua.
e spero che le future generazioni di queste donne coraggiose siano migliori dei loro padri.

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: