Mercedes Bresso: disponibili ad accogliere eluana Englaro

Senza nome.bmp
Il presidente del Piemonte, Mercedes Bresso, si ribella alle proterve intimidazioni del Ministro Sacconi, e offre la disponibilità delle strutture sanitarie regionali per accogliere Eluana Englaro
“Io penso che ci sia un dovere delle strutture pubbliche di dare attuazione alla decisione della Cassazione, che peraltro è stata presa due volte perché c’era stato un annullamento per ragioni formali [...]
Già in passato come Regione Piemonte avevamo offerto la nostra disponibilità alla famiglia Englaro. E lo ribadisco: la circolare del ministero Sacconi non supera la legge, e l’interpretazione della legge non è compito degli organi esecutivi. E’ inquietante che si pieghi la legge a una decisione politica


[...]
Sono preoccupata: vedo minacciato l’unico principio laico e di rispetto delle persone è quello dell’autodeterminazione”
E la Bresso replica anche al cardinale Poletto
“A Poletto, che richiama i medici cattolici alla obiezione di coscienza, chiedo: quale è la differenza tra l’Italia di oggi e gli stati clericali, come quello degli Ayatollah, dove viene ingiunto a tutti coloro che credono di assumere un certo comportamento? Una cosa è una raccomandazione, l’espressione di una posizione che io considero assolutamente legittima, Un’altra cosa è l’ingiunzione a persone che sono tenute al rispetto delle leggi del proprio Stato che fino a prova contraria è ancora uno Stato laico”.
“Trattandosi di una questione molto delicata sul piano etico, è evidente che pur non esistendo nel nostro ordinamento l’obiezione di coscienza dei medici se non per la 194 esplicitamente indicata, è evidente che nessuno che non lo desiderasse sarà obbligato a intervenire in questo caso.
Ricordo peraltro che medici cattolici e non cattolici, credenti e non credenti tutti i giorni prendono con le famiglie decisioni di questo tipo e non vedo che altro principio adottare se non quello che deriva dall’habeas corpus, fondante del diritto occidentale, cioè la decisione di una persona e di chi quella persona rappresenti quando questa non è più in grado di decidere”
“La presidente Bresso sta facendo cio’ che e’ giusto fare – ha detto Walter Veltroni – garantendo l’autonomia delle strutture sanitarie rispetto a forme di pressione politica. L’importante e’ che non ci sia alcuna strumentalizzazione da parte dei partiti”.

di Losciacallo il 22 gennaio 2009 in Politica · 30 commenti

{ 30 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

elofoolish 22 gennaio 2009 alle 20:51

ma secondo te che vorra’ mai dire con l’ultima frase il sor veltroni?
per me questo e’ la personificazione del “minollo”.
e finalmetne si sente una cosa di sinistra da una di sinistra!
cribbio!

Replica

Rolli 22 gennaio 2009 alle 21:07

Veltroni ha paura, perchè il Vaticano non è solo prerogativa del centrodestra, ma sta ben sistemato anche dalla sua parte, e quindi cerca di “ripulire” la questione dalla politica, come se fosse possibile, poi
Ma almeno ha detto qualcosa
E la Bresso, a fronte di questi ometti destri e sinistri, piagnucolosi, pavidi, ipocriti, ne esce gigantesca.

Replica

elofoolish 22 gennaio 2009 alle 21:12

continuo a leggere le affermazioni della bresso e mi commuovo quasi…
forse una speranza c’e’

Replica

carlo 23 gennaio 2009 alle 01:26

Non so se il cinismo, la crudeltà, la superficialità e la demagogia con cui si vuole “far fuori” questa donna fanno più ribrezzo o più spavento.
E l’avallo della Cassazione non mi conforta più di quanto non farebbe un timbro del Reichsausschufl f¸r Genetik und Erbkrankheiten.

Replica

Return 23 gennaio 2009 alle 10:31

Ma perché non chiamate le cose col loro nome? Il timbro, semmai, avrebbe il nome di Peppino Englaro: è lui l’assassino. Ditelo

Replica

brandavide 23 gennaio 2009 alle 10:42

E allora che li stacchi lui quei sondini e non venga a cercare anche l’avvallo democratico…

Replica

Return 23 gennaio 2009 alle 11:23

E’ illegale che lo faccia lui, e il signor Engalro ha sempre rispettato scrupolosamente la legge italiana. Contrariamente ai tuoi compari che dopo le circolari-stracce ora delirano di imboscate e rapimenti.
Avallo ha una v

Replica

lalaura 23 gennaio 2009 alle 12:25

eccoli qui, i mini ayatollah, che si inseriscono però nella più turpe e verace tradizione cattolica: fai quel che vuoi, ma che non si sappia in giro, almeno la mia coscienza resta pulita. Ma non avete vergogna? Un minimo di pietà verso questo pover’uomo, che sono anni che vien preso in giro dalle istituzioni?
Mercedes Bresso Santa Subito

Replica

brandavide 23 gennaio 2009 alle 13:19

La risposta era chiaramente rivolta al prof. return (smack) e alla sua richiesta di chiarezza, li staccasse il padre i sondini, poi ci sarà chi lo definirà “atto illegale” e chi assassinio.
… mini ayatollah?
turpe e verace tradizione cattolica?
Un fanculo ad onorem anche per te, senza offesa.

Replica

lalaura 23 gennaio 2009 alle 13:37

il tuo fanculo mi lascia indifferente. Se Beppino Englaro ha avuto l’ok da parte delle autorità giudiziarie e tu continui a sostenere che il sondino lo deve staccare lui non sei un ayatollah: in effetti sei peggio

Replica

Return 23 gennaio 2009 alle 13:44

branda, non ricordo più se il deficiente di “sporco negro” sei te o carletto.
Illuminami

Replica

brandavide 23 gennaio 2009 alle 13:58

infatti ricordi male lo sporco negro era il delinquente di un quintale che voleva massacrare l’indifeso ottantenne.
Indifferente? ops io pensavo non ci dormissi, pensa un pò!
Va bè, ayatollah contro nazisti.

Replica

lalaura 23 gennaio 2009 alle 14:01

ho detto peggio di un ayatollah.

Replica

carlo 23 gennaio 2009 alle 14:04

“è lui l’assassino. Ditelo”.
Non ci sono problemi. Il “signor” Englaro, se non (ancora) un assassino, è certo persona scellerata, trista ed esecranda, la cui bieca figura andrebbe esposta al pubblico ludibrio anziché sventolato come vessillo di interessi di dubbio gusto, ancor prima che di ideologie e fanatismi altrettanto tristi.
Con tutto il rispetto per la sua sciagura, mi chiedo tre l’altro chi vorrebbe un padre così.

Replica

elofoolish 23 gennaio 2009 alle 14:13

io sicuramente

Replica

lalaura 23 gennaio 2009 alle 14:13

Io, io lo vorrei senza dubbio. Perché si tratterebbe di persona pietosa, e non egoista.

Replica

carlo 23 gennaio 2009 alle 14:30

E allora non posso augurarvi niente di meglio che di averne uno così.

Replica

Return 23 gennaio 2009 alle 14:43

Ecco, tu ci auguri quello che è meglio per noi e noi ti auguriamo quello che è meglio per te.
Visto quanto è facile essere civili?

Replica

Return 23 gennaio 2009 alle 15:03

Ah, eri te branda.
Hai ragione, mi ti immagino proprio apostrofare il negrone con voce in falsetto e poi svignartela a tutta birra, col cuore a mille e i palmi sudati, convinto di essere un eroe.
Rientra proprio nel personaggio (per usare un parolone).

Replica

leonida alle termopili 23 gennaio 2009 alle 16:26

Quelli che sostengono la necessità di prolungare all’infinito l’agonia di quella povera ragazza, sono gli stessi che hanno continuato per anni a battersi affinchè le cure palliative e del dolore venissero somministrate con il contagocce, anche ai malati terminali, perchè “una persona deve essere il più possibile cosciente”, sono gli stessi medici, preti cattolici, che dicevano a mia madre che doveva sopportare il dolore con cristiana rassegnazione quando il cancro la consumava, senza chiedere morfina continuamente. Sono gli stessi. Sono gli stessi che durante gli interrogatori inquisitori, dovevano mantenere in vita il tormentato il più a lungo possibile, affinchè potesse liberarsi dal demonio. Sono sempre gli stessi!
servus

Replica

leonida alle termopili 23 gennaio 2009 alle 16:29

se esiste un dio mi auguro che mi eviti la sorte di finire, senza possibilità di parola, in mano a codesti aguzzini.
servus

Replica

brandavide 23 gennaio 2009 alle 16:39

E io penso a te caro e mi ti immagino omuncolo ghignante d’avanti la scrivania a trastullarti con le tue brillanti fantasie, che sagoma.

Replica

lalaura 23 gennaio 2009 alle 16:50

dedicato a Carlo, grazie per gli auguri: non li ricambio. Per conto mio ti confermo, ho un padre amorevole e pietoso e compassionevole e cristiano, soprattutto di fatto. Quindi se mi accadrà mai di far la fine di Eluana so già che grazie a Beppino mio padre dovrà fare meno fatica. E comunque, siete spaventosi.

Replica

British Bulldog 23 gennaio 2009 alle 23:02

che buffo io invece vedo Brandadavide e carlo ogni mattina mentre quando dopo essere andato al gabinetto tiro l acqua dell sciaquone e li vedo involarsi giu per il tubo di scarico-

Replica

LR 24 gennaio 2009 alle 01:44

La vita a volte ci mette davanti a problemi delicati e strazianti, proprio come quelli piovuti addosso ai coniugi Englaro, che avrebbero fatto volentieri a meno di tutto questo. La loro unica colpa è credere ancora in un paese civile basato sul rispetto di regole condivise.
A giudicare dalle cose cose orrende, sadiche, spietate, che hanno scritto le due patetiche macchiette di commentatore là sopra, sono sicuro che loro nelle stesse condizioni si comporterebbero in tutt’altro modo: carte false, fuga, una pernacchia ai poveri gonzi che rimangono in Italia.
Se Rolli non li censura è perchè quello che scrivono è preziosissimo, serve da monito a tutti quanti, serve per capire davvero chi sono e cosa vogliono.

Replica

Return 26 gennaio 2009 alle 13:32

Crespi rivela che Sacconi perde 4 punti percentuali di gradimento in un mese.
Non c’è che dire, lungimiranti davvero.

Replica

LR 26 gennaio 2009 alle 13:58

Attento, compagno laicista militante e combattente guardiano del relativismo (e pure un pochino islamofobo), non lo sai che poi arrivano le cavallette?

Replica

Return 26 gennaio 2009 alle 14:08

Io mi chiedo: ma queste litanie di imbecillità non hanno ancora stufato?
E mi rispondo: sì, hanno stufato, infatti non se li legge più nessuno, e non per farsi una risata.
Quanto cosa il Foglio adesso? 2 euro?

Replica

LR 27 gennaio 2009 alle 12:53

Compagni laicisti e pure spreconi! Non sapete che qualcuno, dalla sempre vigile Corte dei Conti, ha da ridire sulla spesa necessaria al distacco del sondino? Finalmente! Sono fiero di vivere in un paese così attento agli sprechi.
La sagra del grottesco continua…

Replica

elofoolish 27 gennaio 2009 alle 12:59

poi uno dice che non gli si deve augura medesima sorte!
e pero’!

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: