Facce di bronzo 18: facebook censura il seno ma non i circoli del Padrino

allattare.jpg
La foto più sopra è indecente, mostra l’allattamento al seno di un bambino, e Facebook ha decretato che le foto che mostrino interamente il seno siano in contrasto con le loro regole, e che quindi debbano essere tolte
Invece, la foto del signore qui sotto, va bene, per Facebook,


e vanno altrettanto bene gli oltre duemila fan del mafioso che inneggiano a lui scrivendo cose come “Grande padrino”, “Sei il numero uno”.
Non intervengono, i gestori, perchè, capiteli, sarebbe “censura”
riina.jpg

di Losciacallo il 4 gennaio 2009 in Facce di bronzo · 7 commenti

{ 7 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

k. 5 gennaio 2009 alle 17:41

Senza dimenticare la cappa oscurantista che sta soffocando l’occidente, penserei che il divieto imposto da facebook, sia dovuto a un difetto di applicazione di norme nate per evitare la diffusione di immagini veramente oscene, non certo l’allattamento al seno che si trova pure nelle chiese cattotalebane.
Certo è difficile decidere cosa sia osceno e cosa no, ma in generale penso vada considerata la capacità comunicativa delle immagini rispetto alle lettere. L’immagine, ( per es. uno stupro) raggiunge suo malgrado, chiunque si trovi a passargli davanti . anche un bambino che non sa ancora leggere. Una descrizione scritta per quanto particolareggiata, necessità sempre di almeno un po’ di volontà cognitiva da parte del fruitore.
Ed effettivamente nel caso di un opera letteraria, articolo saggio messaggio, etc è davvero più spinoso decidere l’intervento censorio. Certo ci sono dei casi limite, come quello citato più su dei fans di Riina, oppure certi testi pseudoartistici come quelli delle canzoni di Povia, in cui sarebbe auspicabile un immediato intervento da parte delle istituzioni laiche.
Ciao,k.

Replica

lalaura 8 gennaio 2009 alle 11:52

buon anno!
che ridere, anche a me è successo di essere censurata “live” mentre allattavo le figliole in pubblico… incredibile. Nonostante non sia una talebana dell’allattamento al seno, che cacchio dovevo fare, se le mie figlie di pochissimi mesi mangiavano solo grazie alla mamma mucca?
Vabbè. Trovo ragionevole la censura di fb alle tette fuori, ma irragionevolissimo, e pure un po’ stronzo, permettere a gruppi tipo “più rum meno rom”, o quelli, appunto, dedicati a mafiosi più o meno manifesti.

Replica

elofoolish 8 gennaio 2009 alle 11:56

basta fargli il report e prima o poi gli addetti li bannano.
e’ questione di tempo.

Replica

Francesco 8 gennaio 2009 alle 14:42

max solidarietà a mamma lalaura

Replica

paolo 18 gennaio 2009 alle 00:38

niente è più bello e dolcee di una madre che allatta il suo bimbo al seno ve lo dice un padre che ancora oggi dopo quaranta anni si commuove ancora vedendo i miei figli e la loro mamma .il papa con tutto il clero andrebbe trasferito al polo nord a censurare foche e trichechi

Replica

bill 18 gennaio 2009 alle 01:26

Perchè, il papa e il clero hanno abolito la dicitura “sacra romana chiesa” per cambiarla in “facebbok”? O è così.per smadonnare un pò a gratis?

Replica

giancarlo 18 gennaio 2009 alle 11:01

No Bill, è che la sacra romana chiesa detiene il copyright della censura delle nudità, persino sulle opere d’arte. Prova a vedere a quanti quadri hanno messo i braghettoni, una nuvola strategica, un tralcio di vite. Quella di facebook, a mio avviso, è solo la stupidità della tecnologia. Se programmi un computer per eliminare le foto di nudo, quello le elimina tutte. Non è dotato di sentimenti.

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: