Pogrom: fuori i gay dai seminari

Mentre il Papa, la Cei, e una serie di cardinali si alternano per redarguirci sui rom, invitarci all’accoglienza e a discernere tra buoni e cattivi, il suo segretario di Stato, Tarcisio Bertone, avverte: anche le Chiese orientali devono adeguarsi ed escludere dai seminari e dal sacerdozio coloro che abbiano tendenze omosessuali.
[...]“la Chiesa, pur rispettando profondamente le persone in questione, non può ammettere al Seminario e agli Ordini sacri coloro che praticano l’omosessualità, presentano tendenze omosessuali profondamente radicate o sostengono la cosiddetta cultura gay.
[...]
Se un candidato pratica l’omosessualità o presenta tendenze omosessuali profondamente radicate, il suo direttore spirituale, così come il suo confessore, hanno il dovere di dissuaderlo, in coscienza, dal procedere verso l’Ordinazione.
Rimane inteso che il candidato stesso è il primo responsabile della propria formazione. Egli deve offrirsi con fiducia al discernimento della Chiesa, del Vescovo che chiama agli Ordini, del rettore del Seminario, del direttore spirituale e degli altri educatori del Seminario ai quali il Vescovo o il Superiore Maggiore hanno affidato il compito di formare i futuri sacerdoti. Sarebbe gravemente disonesto che un candidato occultasse la propria omosessualità per accedere, nonostante tutto, all’Ordinazione.
Le suddette persone si trovano, infatti, in una situazione che ostacola gravemente un corretto relazionarsi con uomini e donne. Non sono affatto da trascurare le conseguenze negative che possono derivare dall’Ordinazione di persone con tendenze omosessuali profondamente radicate.
Qualora, invece, si trattasse di tendenze omosessuali che fossero solo l’espressione di un problema transitorio, come, ad esempio, quello di un’adolescenza non ancora compiuta, esse devono comunque essere chiaramente superate almeno tre anni prima dell’Ordinazione diaconale”.
Istruzione della Congregazione

di Losciacallo il 17 maggio 2008 in Società e dintorni · 87 commenti

{ 87 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

British Bulldog 18 maggio 2008 alle 00:40

scusa Rolli ma per Chiese Orientali si intende per caso la Chiesa Greco Ortodossa o qualcosa d altro?

Replica

Rolli 18 maggio 2008 alle 01:03

No, le chiese cattoliche orientali

Replica

Dettatore di agenda 18 maggio 2008 alle 10:26

Questa è una delle cose che mi fanno più schifo in assoluto.

Replica

commi 18 maggio 2008 alle 11:11

Scusa ma dov’è la notizia?
Il Cattolicesimo riguardo all’omossesualità è sempre stato esplicitamente contrario. Contrarie dovrebbero essere anche tutte le altre confessioni religiose che si professano cristiane, per il semplice fatto che nella bibbia l’omosessualità è esplicitamente condannata sia nel nuovo che nel vecchio testamento.
p.s.: personalmente non m’importa nulla e penso che uno possa e deve vivere la propria vita sessuale come preferisce, ma in questi casi occorre coerenza. Tu mi dirai che l’essere omosessuale è cosa ben diversa da avere rapporti omosessuali. Mi chiederai perchè un eterosessuale può essere sacerdote? Ha istinti sessuali anche lui, giusto?
Penso che la differenza stia nell’evitare che l’occasione faccia l’uomo ladro.
In un’ambiente totalmente maschile (o femminile), soggetti con tendenze omosessuali possono creare situazioni di disagio all’interno della comunità.
Non giustifico e non condanno. E’ una decisione tutta interna alla chiesa, decisione ribadisco coerente con il messaggio evangelico di cui a ragione o a torto si fa portavoce.

Replica

Return 18 maggio 2008 alle 11:48

commi, la morale è una, tanto più quella cattolica che si professa universale e fondata sulla ragione. Quindi non si capisce perché la chiesa non dovrebbe essere giudicata, innanzitutto secondo i suoi stessi parametri morali “universali”, se prende provvedimenti che allo Stato non sarebbero mai permessi. Per fortuna. O tu auspichi che lo stato si metta a discriminare in base al principio dell’uomo ladro? (per esempio vietando ai sacerdoti di entrare in contatto con ragazzini, maschi e femmine; oppure tenendo i poveri lontani dai beni pubblici).
La giustizia vorrebbe che la chiesa riconoscesse che un certo numero di persone omosessuali possono sentire la chiamata al sacerdozio e raddoppiasse i suoi sforzi pastorali per evitarne le temute conseguenze.
Si vede invece che l’eguaglianza delle creature di fronte al dono della grazia non è principio non-negoziabile.

Replica

lalaura 18 maggio 2008 alle 15:51

Le suddette persone si trovano, infatti, in una situazione che ostacola gravemente un corretto relazionarsi con uomini e donne.”
Già: c’è il rischio che i preti omosessuali abbiano le donne in considerazione maggiore rispetto agli ordini che arrivano dall’alto;
con che faccia l’omosessuale no, e il pedofilo si, coccolato, compreso e passato sotto silenzio?

Replica

Rolli 18 maggio 2008 alle 16:03

Perchè loro, sapendo di mentire, fanno l’equazione omosessuale=pedofilo, così fanno finta di muoversi contro la pedofilia, e contestualmente se li tengono dentro chiese e seminari, protetti

Replica

sing 18 maggio 2008 alle 16:04

@ lalaura
Secondo me non bisogna nemmeno idealizzare gli omosessuali. Sopratutto quando si infilano in questi ambienti esclusivamente maschili. Non è per nulla detto che siano meno misogini rispetto ai colleghi etero. Non ho mai conosciuto preti gay, mentre ho conosciuto un prete bisessuale, non so se sia a causa di quello ma era particolatmente maschilista, contro ovviamente il riconoscimento di coppie gay, si definiva come fallocratico. In ogni caso un personaggio del genere (particolarmente mandrillone) passerebbe comunque attraverso le maglie dell’inquisizione. Quindi questi effetti di annuncio sono fatti per rassicurare gli ultrà cattolici, tipo francesco, ma in pratica non sono applicabili, ci sono gay che nascondono per anni alla moglie di esserlo figurati se non riescono a fregare la chiesa cattolica.

Replica

sing 18 maggio 2008 alle 16:16

@ commi
Beh veramente non mi sembra molto coerente con il messaggio *evangelico* visto che nel vangelo l’omosessualità non è assolutamente condannata. Anzi ci sono dei passaggi ambigui che lasciano pensare che Gesù si sia trombato Lazzaro.

Replica

British Bulldog 18 maggio 2008 alle 17:55

il discorso e che per fortuna i parametri della chiesa papista..non sono gli stessi per tutti
Visto che la Rolli ha una simpatia per la Danimarca gli fara piacere sapere che dal 1997 la Chiesa Luterana Danese ha accettato di celebrare i matrimoni gay
e lo stessa decisone e stata adottata quest anno anche dalla Chiesa Luterana Svedese –

Replica

British Bulldog 18 maggio 2008 alle 18:08

dimenticavo di aggiungere che sia la Chiesa Luterana di Svezia sia la Chiesa Luterana di Norvegia da quest anno ammettono al sacerdozio , i gay di ambo i sessi ..—o per meglio dire come ha dichiarato
Ann-Katrin Bosbach, pastore ad Uppsala
. “La chiesa svedese è una chiesa aperta dove ciascuno ha il suo posto”, —

Replica

lalaura 18 maggio 2008 alle 18:39

@sing: io non idealizzo nessuno: il fatto è che invece della pillolina indorata (= no omosessuali in seminario), io mi aspetto una presa di posizione forte della Chiesa cattolica nei confronti dei preti pedofili. Tutto qui

Replica

Return 18 maggio 2008 alle 19:05

Ma bravi! Bel coretto di sinistroidi liberali dei miei stivali, la rava e la fava, io vi cago in faccia a voi e ai manettari che fanno le inchieste (schifose) sulla Chiesa, di cui sia chiaro non condivido nulla e Ratzinger non l’avrei votato ma ha ragione da vendere che è meglio vi ficchiate nelle testoline, tipo sull’aborto, che a voi piace tanto, anzi ci brindate. Scar’acch’ Poi che voi vi mettiate col ditino alzato (che vi credete avanti e pure più educati? Ma de che, stronzi!) chi può entrare e chi deve uscire, ah ah, scusate ma fa ridere. Io non credo e non mi intrometto, nÈ sui froci in seminario nÈ sulle donne picchiate in casa, ciascuno fa come crede purché al paese loro e come ha detto qualcuno che non ha tutti i torti, ‘fanculo sporchi negri.
PS Ah, non ve l’ho detto? razzzisti e nazisti
PPS Rott! Pett!

Replica

sing 18 maggio 2008 alle 19:25

Return hai fumato un albero?

Replica

elofoolish 18 maggio 2008 alle 21:05

cristo santo return l’hai preso male sto scudetto all’inter?

Replica

British Bulldog 18 maggio 2008 alle 22:04

Rolli sia chiaro io a Return non ho venduto nulla

Replica

Rolli 19 maggio 2008 alle 00:30

E quando arriva Bill, vi dà il resto :))
BB, ricordati che tu non sei mai innocente :)

Replica

pick 19 maggio 2008 alle 07:51

Dicevo io: sarà mica Bill travestito da Ret?

Replica

elofoolish 19 maggio 2008 alle 11:16

http://tiny.cc/0MKOh
http://tiny.cc/ep5ls
iniziamo una settimana spumeggiante

Replica

bill 19 maggio 2008 alle 11:25

Non mi intrometto perchè sono ecologista: le donne si picchiano all’aperto, non in casa. Eppoi, dato che pare che il copyright sullo sdegno ce l’abbiano già, mica volevo confondere i ruoli. Per chi ancora non l’avesse capito, io sono colui che vuole coattivamente incrementare le nascite, violentare tutte le donne (perchè limitarsi alla moglie, con tutto il ben di dio che c’è in giro?), fare andare a messa tutti la domenica, magari a Malmoe, e ovviamente detesto anche chi ha solo un accenno di tintarella. I buoni sono quegli altri, quelli che parlano di babbucce Prada.

Replica

Return 19 maggio 2008 alle 12:06

e Franceschini?

Replica

bill 19 maggio 2008 alle 12:11

Franceschini è con me. Lo sento.

Replica

malik 19 maggio 2008 alle 15:34

perchè a Malmoe? (mi sono perso qualcosa?)

Replica

commi 19 maggio 2008 alle 19:15

@ commi
Beh veramente non mi sembra molto coerente con il messaggio *evangelico* visto che nel vangelo l’omosessualità non è assolutamente condannata. Anzi ci sono dei passaggi ambigui che lasciano pensare che Gesù si sia trombato Lazzaro.
di sing il 18.05.08 16:16
———————————————
Non so dove tu abbia sentito questa boiata. Certo che ci sono anche movimenti gay-cristiani che interpretano in chiave gay la bibbia, abusando anche con i testi apocrifi.
Ma rimanendo su quelli canonici ti posto dei passi dal vecchio e dal nuovo testamento:
Levitico 18, versetti 1 e 22:
[1] Il Signore disse ancora a Mosè:
(ndr: una lunga serie di divieti e prescrizioni fino ad arrivare al versetto 18)
[22] Non avrai con maschio relazioni come si hanno con donna: è abominio.
Levitico 20, versetto 13.
[13] Se uno ha rapporti con un uomo come con una donna, tutti e due hanno commesso un abominio; dovranno essere messi a morte; il loro sangue ricadrà su di loro.
Prima lettera ai Corinzi, capitolo 6, versetti 9-10
9] O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: nÈ immorali, nÈ idolàtri, nÈ adùlteri,
[10] nÈ effeminati, nÈ sodomiti, nÈ ladri, nÈ avari, nÈ ubriaconi, nÈ maldicenti, nÈ rapaci erediteranno il regno di Dio.
Romani 1, versetti 27 e 32:
[27] Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento.
[32] E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano chi le fa.
fonti
Per il resto ripeto, ognuno viva la propria vita come vuole, ma se una religione dice di ispirarsi alla bibbia dovrebbe quanto meno essere coerente.
Poi le interpretazioni sono molteplici, da quelle strettamente letterali (vedi testimoni di Geova) a quelle più progressiste dei neo-movimenti gay-evangelici.
Il sol fatto che in movimenti protestanti sia lecito il matrimonio tra gay non significa che questi siano coerenti con il messaggio biblico. Lo storpiano in base ai costumi sociali.
La chiesa cattolica pur nella sua ipocrisia (vedi omertà verso i casi di pedofilia), rimane più ancorata alla tradizione e meno propensa a piegarsi ai cambiamenti dei tempi.
Affar loro non certo mio, ma mi prevemeva puntualizzare che all’interno del testo sacro a cui essi fanno riferimento vi sono diversi passi in cui l’omosessualità è esplicitamente condannata.
saluti

Replica

sing 19 maggio 2008 alle 19:59

@ commi
Scusa ma da quando in qua il levitico fa parte del vangelo? Tu hai parlato di coerenza con il messaggio *evangelico*, ora nel vangelo l’omosessualità non è condannata. Diciamo che è il vangelo ad essere in contraddizione in alcuni punti con la bibbia. Nessuno può veramente rivendicare una fedeltà ai testi perché la bibbia (come il Corano e gli hadith) sono pieni di contraddizioni. Poi che Lazzaro fosse gay è abbastanza ammesso da tutti, non si sa se invece se ci sia scappata la scopatina.

Replica

commi 19 maggio 2008 alle 21:02

allora sing, errore mio..per messaggio evangelico mi riferivo all’intero corpus del vecchio e del nuovo testamento.
Semplicemente intendevo dire che la Chiesa Cattolica ha modellato la propria tradizione e il proprio corpo teologico sulla bibbia nella sua totalità.
Poi che la bibbia, in particolare il vecchio testamento sia da prendere con le dovute distanze siamo tutti d’accordo.
Io non considero la bibbia un testo sacro da dover prestare assoluta fede. E’ un testo che è frutto del suo tempo, rimaneggiato e modificato .
Detto questo, ribadisco che non trovo assolutamente strano che la chiesa cattolica condanni l’omosessualità, per le ragioni esposte precedentemente.
Il levitico non fa parte del vangelo, fa parte del vecchio testamento, quindi sempre parte della bibbia.
La lettera ai corinzi e quella ai romani fanno parte del nuovo testamento (non i 4 vangeli ma quel gruppo di lettere definite “atti degli apostoli”).
Non ha importanza se l’omosessualità sia condannata nel vecchio o nuovo testamento , vangeli o non vangeli. E’ condannata esplicitamente e la chiesa a torto o a ragione difende questa posizione.
In a quanto a Lazzaro non ho proprio idea di cosa parli..sicuramente di testi apocrifi non canonici. Perchè in quest’ultimi se non sbaglio Lazzaro compare solo nell’episodio della sua resurezzione.
Vi sono altri vangeli apocrifi, che vogliono Gesù sposato con Maria Maddalena…c’è stato un fiorire di testi “non ufficiali”.
E lasciami dire che il Gesù dei vangeli se sia esistito o meno non so, ma sicuramente non hai mai dato prova di avere tendenze omosessuali…Sono solo nuove interpretazioni assolutamente forzate da parte di certi movimenti religiosi gay.

Replica

sing 19 maggio 2008 alle 21:31

@ Comme
Beh, su una persona di cui non si è nemmeno certi dell’esistenza è un po’ difficile sapere se ha o meno avuto rapporti omosessuali :-)))
Non si tratta di interpretazioni di movimenti gay, si tratta di un interpretazione di un episodio del vangelo che da senza interpretazione è senza senso. Poi non è detto sia quella giusta, e a me sinceramente non me ne frega neanche saperlo perché l’unico che potrebbe rispondere è Gesù stesso (ammesso che sia esistito). A questo punto la Chiesa cattolica non è coerente perché per esserlo dovrebbe condannare a morte i gay, ma nel suo catechismo non lo fa più. Ma se lo facesse sarebbe in contraddizione con il comandamento non uccidere e con “chi è senza peccato scagli la prima pietra”. Come vedi non esiste un’interpretazione legittima dei testi sacri, insomma Gesù non ha mica detto ama il prossimo tu come te stssso ma prendi a sprangate gli omosessuali ;-)
Anzi credo che se il comunismo fosse una religione (e per certi aspetti lo è) sarebbe peggio per i gay. Proprio perché marx ed engels erano violentemente omofobi e pure razzisti visto che erano favorevoli alla colonizzazione dei popoli detti “inferiori”. Per quello che gli antirazzisti comunisti sono i più ridicoli, dovrebbero leggere la lettera di engels sull’algeria altro che la Fallaci.

Replica

Francesco 20 maggio 2008 alle 10:31

Per la cronaca: le Lettere non fanno parte degli Atti degli Apostoli ma del Nuovo Testamento, con i 4 Vangeli e l’Apocalisse.
Sulle “contraddizioni” interne alla Bibbia e tra Gesù e la Bibbia i cristiani si interrogano da un paio di millenni, con esiti interessanti.
Che Lazzaro fosse omosessuale … perchè viveva con le due sorelle? alla faccia delle male lingue di paese!
Return, lo Stato mette i poliziotti tra i poveri e beni altrui. E non mette i pregiudicati per pedofilia a fare i bidelli. Addirittura vieta ai persecutori di avvicinarsi alle vittime, anche prima di un processo.
Saluti

Replica

Return 20 maggio 2008 alle 10:52

lo Stato mette i poliziotti tra i poveri e beni altrui
E invece la Chiesa fa sulla fiducia, nessun controllo nei dormitori e in parrocchia, vero?
Non basta? Toh, nemmeno la polizia basta: dài, teniamo i poveri lontani dalla tentazione, magari con dei cancelli intorno ai quartieri bene.
Scusa, ma che dici?

Replica

Francesco 20 maggio 2008 alle 12:17

Che qualche volta anche lo stato laico pensa male.
E che la morale universale della prudenza è quindi rispettata.
Che la tua provocazione equivale a togliere i figli ai genitori perchè c’è l’orco in Austria.
Cioè a esagerare nell’altro senso.

Replica

Return 20 maggio 2008 alle 12:51

che differenza c’è fra il povero nel grande magazzino e il finocchio in seminario?
in base a quale principio di prudenza, a quale strutturale incapacità di prevenzione, la possibilità di vocazione delle persone omosessuali dovrebbe essere sacrificata sull’altare di una policy del genere?
Perché allora non sarebbe giusto, in base allo stesso principio di prudenza, discriminare intere etnie, per esmepio quella romena, o bantù, come vorrebbe il tuo collega kattoBrandavide (sentito che bei discorsetti evangelici?)?
che era poi l’aromento del post cui naturalmente non hai replicato in alcun modo

Replica

Francesco 20 maggio 2008 alle 13:36

Mi pare che l’istruzione riportata nel post sia molto chiara nel mostrare i problemi di un omosessuale prete.
Se non ci si arriva, temo ci sia un problema di comprensione del lettore.
In verità, mi pare più chiaro il caso di un omosessuale praticante o di un sostenitore della cultura gay che quello di un omosessuale “profondamente convinto”: però che cacchio ci va a fare in una istituzione che considera la tendenza omosessuale un disordine? mi pare un caso di masochismo e, palesemente, una situazione che rende difficile essere un prete.
Magari mi sbaglio.
Di elementi ostativi per essere bravi preti ne vedo a bizzeffe, peraltro.

Replica

silvestro 20 maggio 2008 alle 13:40

ma se un prete è omosessuale od eterosessuale cosa cambia?
non fa comunque voto di castità?
è una domanda la mia, non sto facendo polemica (sono cacchi esclusivamente loro per una volta)

Replica

Return 20 maggio 2008 alle 14:04

mi pare più chiaro il caso di un omosessuale praticante o di un sostenitore della cultura gay
A me paiono casi del tutto chiari, questi due. E’ ovvio che non può esistere assoluta libertà intellettuale e morale nella Chiesa: sennò che Chiesa sarebbe? (questo è il motivo per il quale il papa-epurator farebbe meglio a risparmiare a noi laici le lezioncine sulla libertà d’opinione e d’insegnamento proprie dell’università).
Il caso delle tendenze profondamente radicate invece vedi benissimo che è diverso, perché contempla un impulso che la chiesa stessa concepisce come involontario e indisponibile, senza con ciò negare la possibilità di domarlo. Questa possibilità è esattamente quel che la disposizione nega per ragioni di comodità organizzativa. Non è razzismo?
In aggiunta, sorprendentemente si pone la questione come se si trattasse di scegliere la facoltà universitaria: chi te lo fa fare. Capperi, ma quella la sacerdozio non sarebbe una chiamata? Una vocazione? E quindi che importanza avrebbe il sacrifcio cu isi è chiamati?
E’ a questo che la Chiesa ha sempre esortato gli omosessuali devoti, sottolineando – la chiesa – che non si chiedeva agli omosessuali niente più che agli eterosessuali (quante volte ho sentito questa risposta dai preti!): a considerare la loro ‘condizione’, come una prova da superare.

Replica

Return 20 maggio 2008 alle 16:18

Il Gambia sposa la ‘linea Bertone’
I gay, uomini e donne, hanno 24 ore di tempo per lasciare il Gambia. L’ultimatum è stato lanciato dallo stesso presidente dello stato africano, Yahya Jammeh. L’invito perentorio a lasciare il paese è stato esteso a ìspacciatori, ladri e altri criminaliî. Nei prossimi giorni saranno organizzate ronde, a cura del dipartimento dell’immigrazione, per stanare le persone da espellere. ìOgni hotel che ospita persone di questo genere – ha detto il presidente – sarà chiuso. Questo è un paese musulmano e non accetterò mai di avere questo tipo di genteî. La pena prevista per chi commette ìatti omosessualiî, anche tra le pareti domestiche, è di 7 anni di carcere.

Replica

sing 21 maggio 2008 alle 09:14

Sì, infatti francesco si ricorda di essere cattolico solo quando c’è da discriminare i gay, quando si tratta invece dell’opposizione del papa alla guerra in iraq figurati. Comunque vorrei dire che state discutendo del sesso degli angeli. Forse non lo sapete ma molti gay vengono fuori dopo i ’30 anni quindi hanno largamente il tempo di infilarsi nella chiesa, ma vedo che per alcuni l’importante è l’apparenza.

Replica

Francesco 21 maggio 2008 alle 09:21

Senti, io sarò scemo ma questi prima dei 30 anni cosa fanno? stanno nascosti negli anfratti?
Ora, siccome sarei quasi d’accordo con Return, vorrei precisare: un sostenitore della cultura gay non c’entra un pippio con la Chiesa e che voglia fare il prete è una palese assurdità. Come se volesse fare il prete un adoratore dei soldi o delle Ferrari: prima cambia idea poi ne riparliamo.
Che voglia farlo un omosessuale convinto mi pare strano, visto il giudizio che la Chiesa da su detta inclinazione.
Però credo che la prossima volta che leggo la frase “discriminare i gay” mi iscrivo agli skinhead (anche se la Chiesa lo proibisce). Mi sono abbastanza rotto le palle di lamentele per pretese (generalmente assurde) rivendicate come diritti.

Replica

Return 21 maggio 2008 alle 09:54

Che voglia farlo un omosessuale convinto mi pare strano, visto il giudizio che la Chiesa da su detta inclinazione
‘convinto’? cioè?

Replica

sing 21 maggio 2008 alle 10:10

@ Francesco
Scusa non mi sembra molto difficile da capire, se una persona non sa di essere omosessuale prima dei trentanni e si crede di essere eterosessuale, si comporta come un eterosessuale che vuole diventare prete. Dunque quando entra in seminario ve lo mette a tutti nel culo senza volerlo e senza che voi ve ne accorgiate. Ad esempio quello che ho conosciuto io non sapeva di essere bisessuale, fino a 30 anni (più o meno) trombava solo con le donne poi ha iniziato a trombare anche con gli uomini, e lo stesso discorso vale anche per chi non tromba più con le donne ma dopo tromba solo con gli uomini. Poi, e dovresti saperlo meglio di me, alla fine la chiesa è una mafia per cui ci sono persone che, a meno che non abbiano problemi con la giustizia, non verrano mai allonatanate dalla chiesa anche se vengono sgamate in chiesa mentre si stanno ingroppando un uomo. Perché servono troppo o perché sono intrallazzate.
“Però credo che la prossima volta che leggo la frase “discriminare i gay” mi iscrivo agli skinhead (anche se la Chiesa lo proibisce). Mi sono abbastanza rotto le palle di lamentele per pretese (generalmente assurde) rivendicate come diritti.”
La chiesa discrima i gay, bene ora iscriviti negli skin (stai attento perché ci sono dei gruppi gay di skin). Io mi sono invece scassato i c*gli*ni di questa mania di voler passare come “quelli che amano il prossimo come se stessi” o quelli “che non giudicano” quando poi si è stronzi dentro. Avete fatto dei gay il vosto capro espiatorio e volete pure passare da santerellini?

Replica

silvestro 21 maggio 2008 alle 11:54

beh, ad oggi gli adoratori di soldi e delle ferrari nei seminari ci possono entrare, al contrario dei gay.
non mi risulta il contrario.
e questo esempio è abbastanza esplicativo

Replica

lalaura 21 maggio 2008 alle 12:41

le babbucce di Prada, per esempio, sono a metà tra l’omosessualità e l’adorazione della ricchezza

Replica

Return 21 maggio 2008 alle 12:48

vero.
i pon pon lilla fra l’omosessualità e il travestitismo

Replica

bill 21 maggio 2008 alle 13:08

Beh sù, approfondiamo in chiave global il fenomeno. Ad esempio, come usano addobbarsi i pastori della gloriosa chiesa luterana svedese, dove ognuno ha il suo posto? E quali sono i suoi stilisti preferiti: l’austero Armani o l’esplosiva Versace?

Replica

Return 21 maggio 2008 alle 13:22

mah, non venerado la Madonna almeno non possono ispirarsi a Loreto:
http://bp0.blogger.com/_GK9vk5xxaSs/R4PF9mxxJjI/AAAAAAAABmA/nJHFZRaj6dA/s400/Pope+Benedict+XVI.jpg

Replica

lalaura 21 maggio 2008 alle 13:24

che personaggio vanesio!

Replica

Return 21 maggio 2008 alle 13:33

Ricordo Giovanni Paolo II durante il giubileo: quando lo vedemmo con addosso quelle vesti catarifrangenti restammo tutti colpiti, il papa conciato come un uovo di Pasqua non l’avevamo mai visto. Con questo qui non ci avremmo neppure fatto caso.
Ma dove le prende cosucce da brivido come questa? Porca vacca!
:-)
http://img.timeinc.net/time/photoessays/2008/pope_style/pope_style_04.jpg

Replica

lalaura 21 maggio 2008 alle 14:02

fuori il nome del suo consulente per l’immagine e lo stile. secondo me è lo stesso che si occupa degli incarti delle uova di Pasqua low cost. sai, essendo lavoro stagionale, per arrotondare…

Replica

silvestro 21 maggio 2008 alle 14:05

o.t.
intanto il direttore del bambin gesù è agli arresti domiciliari, insieme a gente della giunta di centrosinistra genovese.

Replica

Francesco 22 maggio 2008 alle 12:27

bambini, è tedesco, siate ragionevoli.
la Chiesa non discrimina i gay, peraltro.

Replica

Return 22 maggio 2008 alle 12:38

“La chiesa non discrimina i gay tedeschi” mi sembra possa soddisfare tutti.
Ma poi è un bene?
:-)

Replica

lalaura 22 maggio 2008 alle 12:54

:D

Replica

Francesco 22 maggio 2008 alle 15:07

Sai com’è, de gustibus non disputandum est.
Certo che non manca solo all’arzillo ultraottantenne, il senso del ridicolo.
Una precisazione: non è che adesso che sono un naziskin vado a picchiare i gay, solo i pretensori di ulteriori diritti. Però a quelli le darei di santa ragione.

Replica

Francesco 22 maggio 2008 alle 15:09

ora che ci penso: nei seminari non possono entrare neppure gli ebrei, è discriminazione religiosa questa?

Replica

sing 22 maggio 2008 alle 16:08

già solo quelli come lustiger convertiti di forza al cattolicesimo per evitare la deportazione.

Replica

Return 22 maggio 2008 alle 17:50

ora che ci penso: nei seminari non possono entrare neppure gli ebrei, è discriminazione religiosa questa?
ma è cretino?

Replica

commi 22 maggio 2008 alle 19:43

Nel bagno delle donne gli uomini non possono entrare e viceversa…anche questa è discriminazione…

Replica

Return 22 maggio 2008 alle 19:49

lo sarebbe se gli uni avessero un bagno e le altre no, che dici?
(ma chi ve lo fa fare?)

Replica

commi 22 maggio 2008 alle 21:26

Nel mio ufficio i bagni delle donne sono dotate di bidet, mentre quello per gli uomini no. E’ discriminazione!

Replica

Rolli 22 maggio 2008 alle 22:02

E’ che mi dici dei tre colori del mantello del gatto? Solo le femmine possono averlo, i gatti maschi nisba. Uno schifo di discriminazione.

Replica

British Bulldog 23 maggio 2008 alle 17:49

ma definire movimenti gay luterani o semplicemnete movimenti Luterani mi sembra estremamente riduttivo nei confronti della Chiesa Luterana Svedese (nonche delle altre) dato che rinnovo stiiamo parlando di quella che fino alla abolizone della religione di stato era la religione ufficiale della Svezia. e del resto resto dei paesi scandinavi ,,e la scelta svedese in relazione alle unioni gay decisione e stata presa si puo dire alla grande unanimita dal Sinodo della Chiesa Svedese..
Quanto al dire che la setta papista (mi rifiuto di chiamare chiesa quell accozzaglia di ladri parassiti)
sia la piu fedele interprete e quella che adersice di piu alla Bibbia e alle Scritture ..non per fare il pignolo ma rammento che questo fu uno dei punti cardine dello scontro fra Lutero e roma … da cui scaturi la Riforma

Replica

Return 26 maggio 2008 alle 13:16

Un paio di regalini della guerra culturale contro il relativismo
PALERMO – Una questione “di onore e di vergogna”. Insopportabile sapere di avere un figlio omosessuale per un pregiudicato 53enne di Palermo. Ha accoltellato il ragazzo di 18 anni durante una furibonda lite. I carabinieri del Nucleo radiomobile hanno arrestato il padre violento con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni. Adesso l’uomo si trova rinchiuso in una cella dell’Ucciardone.
E’ accaduto a Palermo, in un appartamento di via Messina Marine, al culmine di giorni di tensione e dopo un ennesimo litigio. Questa volta, però, il genitore non si è limitato alle botte: “Non ci ho visto più. Troppo la vergogna e il disonore per questa storia”, ha spiegato ai carabinieri. Il giovane, terrorizzato e ancora sotto shock, ha riportato ferite da taglio sull’avambraccio e sulla mano destra e un trauma cranico facciale; condotto all’ospedale Civico è stato giudicato guaribile in otto giorni.
Un episodio tanto simile a quello accaduto nei dintorni di Pesaro una decina di giorni fa. Allora fu la madre a sferrare un coltellata alla figlia di 16 anni che le aveva confessato di avere una relazione gay con una diciottenne. La lama si fermò contro la fibbia della ragazza ma per la madre scattò comunque la denuncia per tentate lesioni aggravate.

Replica

Francesco 26 maggio 2008 alle 14:12

Return
ma ci sei o ci fai?
frutto della guerra culturale al relativismo?
quindi se ieri pioveva è dimostrazione che Berlusconi ruba!
Tra l’altro dall’articolo si capisce che la cosa andava avanti da tempo …

Replica

Rolli 26 maggio 2008 alle 14:21

Ah be’, se andava avanti da tempo, È tutta un’altra questione

Replica

Return 26 maggio 2008 alle 14:33

parecchio tempo, infatti ormai è parecchio tempo che ignobilmente seminate odio, almeno 5 anni: il ragazzino ne aveva dunque 13, e il padre pregiudicato comincia a porsi il problema proprio mentre voi riempite l’aere di flatulenza. idem la mammina cara di Pesaro. Idem i signori che l’altroieri hanno picchiato il tizio di Radiodigay sotto casa, intimandogli che deve tacere.
Ieri ho letto una frase attribuita ad andreotti: “Bisogna amare molto Dio per capire questa mostruosa, inconfessabile contraddizione, che bisogna perpetrare il male per garantire il bene, questo Dio lo sa e lo so anch’io”.
Ora puoi andare a confessarti: sarai assolto.

Replica

elofoolish 26 maggio 2008 alle 15:16

ma queste mica sono aggressioni politiche…
se tuo figlio e’ frocio che c’entra berlusconi ????
:(
la destra se ne lava le mani e intitola (vorrebbe) strade a craxi e almirante.
aspettiamo il verdetto su rauti per sapere se anche lui avra’ diritto ad una via.

Replica

Francesco 26 maggio 2008 alle 16:57

Return
saresti veramente spassoso se solo io fossi amorale.
invece sei persino pericoloso nei tuoi deliri.
“seminate odio”, come no, tra le carote e le patate: quante volte devi ripetere una bugia per crederci?

Replica

Return 26 maggio 2008 alle 17:20

Perché non rispondi niente a quel che ho postato sulle stronzate indecenti della Scaraffia?
Perché non dimostri con un briciolo di logica che la chiesa effettivamente non discrimina gli omosessuali quando sembra proprio il contrario?
Tranquillo, nessun pericolo a meno che tu non sia ricchione
(Intanto, perché non prendete provvedimenti per questo:
http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/7419655.stm
O il salto degli embrioni-dopo-la-nascita è considerato atto di cura?)

Replica

Francesco 26 maggio 2008 alle 17:34

perchè dire no a pretese assurde o illogiche non può essere fatto passare per discriminazione.
perchè la pretesa di criminalizzare chi la pensa diversamente da te sulla base di azioni di terzi è disonesta.
saluti e vado per il link (forse, amo la bbc quanto la repubblica o il nyt)

Replica

lalaura 26 maggio 2008 alle 17:38

a parte Avvenire e Famiglia Cristiana, cosa ami?

Replica

Return 26 maggio 2008 alle 17:50

dire no a pretese assurde o illogiche non può essere fatto passare per discriminazione
Che fino a ieri i gay potessero entrare in seminario ed essere ordinati sacerdoti era assurdo e illogico. Prendo atto dell’ammissione a la tengo a precedente. Continua a sfuggirmi la base di dottrina però.
Uh, ecco perché: non c’è. E’ solo una cinica decisione politica.
Quindi io dico che i negri sono inferiori e tu non mi criminalizzi se poi la gente va in giro a dargli fuoco. Giusto? Basta che aggiungo che pure loro sono figli di Dio e il resto è un problema dei terzi che fanno le pire. (Oh, ma siamo così sicuri che i negri siano uguali uguali? Perché fisicamente qualche differenza c’è davvero, eh, inutile che ci mettiamo a negare l’evidenza, tsk!)
Stronzate della Scaraffia sul giornale del Vaticano? No comment

Replica

Francesco 27 maggio 2008 alle 13:51

1) non leggo il giornale del Vaticano e ho imparato a NON seguire i tuoi suggerimenti. non sei affidabile [spero apprezzerai il fine eufemismo]
2) un omosessuale che vuole fare il prete ha un che di illogico, io nei suoi panni sarei a disagio col giudizio che la Chiesa da dell’omosessualità. Che nei tempi presenti sia anche inopportuno mi pare opinione avanzabile. Trattasi di saggia decisione politica.
3) se tu dici che i negri sono inferiori (io farei superiori ma non è questo il punto) e vanno trattati col massimo rispetto e lui li brucia, no, non me la prendo con te. sarò scemo?
saluti
Lalaura: chi ti dice che io stimi Famiglia Cristiana? beh, sbaglierebbe.

Replica

Return 27 maggio 2008 alle 14:22

io nei suoi panni sarei a disagio
evidentemente la tua fede non eguaglia la tua meschinità
no, non me la prendo con te. sarò scemo
non sei scemo, sei disonesto.

Replica

sing 27 maggio 2008 alle 14:31

Ma scusa francesco nessuna associazione gay ha chiesto alla chiesa di aprire i conventi agli omosessuali. Siete voi che avete preso l’iniziativa da soli per distogliere l’attenzione sui crimini sessuali coperti dalle gerarchie vaticane che non c’entrano con l’omosessualità. Poi scusa mi fa un po’ ridere la tua ingenuità, non so neanche più cosa dirti talmente ho l’impressione che tu viva su marte.
PS Invece i preti bisessuali sono ammessi?

Replica

elofoolish 27 maggio 2008 alle 15:25

un omosessuale che vuole fare il prete ha un che di illogico, io nei suoi panni sarei a disagio col giudizio che la Chiesa da dell’omosessualità.
scusa ma tanto devono essere casti? cosa cazzo je ne frega se uno e’ gay o meno se tanto non possono fare sesso?
perche’ un gay non dovrebbe sentire la chiamata di dio, mentre un etero si?
visto che comunque entrambi devono soffocare le loro tendenze sessuali ….

Replica

Return 27 maggio 2008 alle 15:33

perche’ un gay non dovrebbe sentire la chiamata di dio, mentre un etero si?
non fare domande scomode elo o il soldatino si alza e se ne va

Replica

sing 27 maggio 2008 alle 16:13

Mi scappa troppo da ridere a leggere queste conversazioni è proprio vero che noi gay ne sappiamo una in più del diavolo :-)

Replica

Francesco 27 maggio 2008 alle 17:48

vi piacerebbe eh? al massimo ne sapete qualcuna più di me ma è sin troppo facile …
disonesto un cazzo, caro return. sei tu che vorresti incatenarmi alle tue idee perchè alcuni dei tuoi nemici (che con me non spartiscono nulla di più di questo) sono dei criminali. non ci sto, molto semplice.
sing, immagino (magari sbaglio) che la chiesa abbia ritenuto i preti omosessuali troppo esposti alle tentazioni. o troppo scandalosi. rispetto a quello “normalmente” sessuali. e tutti incapaci di vivere la castità (il che dice molto sulla qualità degli uomini moderni).
io farei un pensierino alle pretesse, a questo riguardo.
elo, io ho scritto un’altra cosa. mica è rilevante la pratica ma il giudizio.

Replica

silvestro 27 maggio 2008 alle 18:00

ommarò francè…un omosessuale è meno capace di vivere la castità di un etero??

Replica

silvestro 27 maggio 2008 alle 18:17

oh, è la chiesa che lo penserebbe, scusa.

Replica

sing 27 maggio 2008 alle 18:43

Francesco, sei sicuro che non facciano più scandalo quelli che lasciano figli in giro? Mi sembra che ultimamente ci sono dei figli di preti che sono andati in TV per chiedere di essere riconosciuti. Adesso ci vado io in televisione con gli occhiali da sole e la parrucca e poi scrivo un libro e mi faccio tanti bei soldini :-) A proposito, una curiosità, non ho mai capito perché quando il prete è dentro la chiesa deve lasciare aperta la porta dietro? Molto rischioso.
:-)

Replica

Francesco 27 maggio 2008 alle 21:47

Silvestro
che te devo dì, a guardare ii gaipraid viene qualche sospetto, che come tutti sanno è l’anticamera della calunnia …
Sing
in effetti i preti gay avrebbero i loro vantaggi, proviamo a convincere il vaticano?

Replica

Return 27 maggio 2008 alle 22:52

in effetti i preti gay avrebbero i loro vantaggi, proviamo a convincere il vaticano?
non ce n’è bisogno: li conoscono

Replica

Francesco 28 maggio 2008 alle 11:25

Ma non li riconoscono.
Insinui che sapendo più cose di me abbiano delle buone ragioni per non volerne più?
Potrebbe essere.
Saluti
PS mi sono ricordato perchè sono finito in questa discussione: qualcuno ha scritto “pogrom” all’inizio di tutto, il che è una intollerabile sciocchezza.

Replica

Return 28 maggio 2008 alle 11:35

a guardare ii gaipraid viene qualche sospetto
gesù sta cazzata me l’ero persa

Replica

British Bulldog 28 maggio 2008 alle 11:50

stavo pensando una cosa che tuttosommato la decisione della chiesa cattolparassita ” non è poi una brutta cosa ,anzi
riflettendoci sopra trovo che sia un ottima decisione..
Provate a pensarci un attimo cosa significherebbe la decisione eventuale delal chiesa (si fa per dire ) cattolica di aprire i seminari ai gay,,
Significherebbe poi che ci sarabbero in circolazione piu preti cattoparassiti e
gia’ ce ne sono anche troppi di questi parassiti umani (e avrebbero pure bisogno di una bella sfoltita ) (a cominciare dal Bakukko vestito di bianco che sta a roma fino ad arrivare a un totale di zero)
No no meglio che i gay restino fuori dai seminari quindi,,
dato che signifca meno preti cattoparassiti in circolazione e meno ce ne sono meglio è (meglio ancora se si estinguessero tutti)

Replica

Francesco 28 maggio 2008 alle 11:53

Return
problema tuo.
e del tuo buon gusto, soprattutto.

Replica

Return 28 maggio 2008 alle 12:06

quando non si sa che altro dire si tira fuori il buongusto
la castità dei gay c’entra col gaypride quanto c’entra col Family Day: letteralmente, un cazzo

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: