Nomen omen

L’emergenza sta nella capoccia di chi guida Emergency.
Infatti, secondo Carlo Garbagnati, vicepresidente dell’associazione, l’uccisione di Dadullah è un fatto deprecabile” ed una notizia tragica.
Certo, certo: un fatto deprecabile come “le morti di tutte le guerre”.
Certo certo: una notizia tragica “come quella di qualsiasi essere umano”.
Certo, certo: un gesto inutile, perchè “la grande macchina dei taleban non si fermera’ certo per questo e ci sara’ gia’ chi e’ pronto a prendere il suo posto”.
Anzi, probabilmente è anche dannosa, perchè – pare, si dice, forse, magara – il leader talebano “stava diventando egli stesso una sorta di interlocutore di Karzai“.
Chissà i salti di gioia che avrà fatto R. Hanefi leggendo queste parole….

di Minerva il 15 maggio 2007 in Medio Oriente · 16 commenti

{ 16 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

troglodita 15 maggio 2007 alle 19:54

“CORRIERE DELLA SERA” 15 maggio 2007 pag.14 Esteri
“…Con il passare delle ore appare sempre più evidente che il ruolo maggiore nella fine di Dadullah va proprio attribuita ai Sas(i reparti speciali britannici), che già al tempo del sequestro di Daniele Mastrogiacomo erano stati in grado di tracciare gli spostamenti e alcuni dei covi del talebano…”
Lorenzo Cremonesi
servus
Troglodita, stratega da strapazzo

Replica

Rolli 16 maggio 2007 alle 11:28

Stratega da strapazzo quando parti lancia in resta in strategie fantasiose modello Risiko, sentendoti mandrake. Sulla questione specifica dei prigionieri liberati per Mastrogiacomo ti è stato detto ben altro.
Mi piacerebbe sapere se fai lo smemoratello a posta tanto per gettare il sasso o se invece sei proprio fuori di te e confondi ogni cosa.
Scordati comunque che al fratello di Dadullah sia stato inserito un chips prima della liberazione, quello l’hai letto su Diabolik.
Ti rammento, così tanto per, che l’autista è stato ucciso perchè ritenuto una spia e che si vociferava avesse con sÈ prodotti da toilette contenenti appunto elementi elettronici che permettevano di rintracciare le località dove si recava.
ti rinfresco ulteriormente la memoria acciaccata rammentandoti che si diceva pure fosse una spia, al soldo degli inglesi, appunto.
Quindi questa azione potrebbe essere niente altro che la prosecuzione di un piano partito proprio con il rapimento di Mastrogiacomo. Che poi ci siano due sgozzati sul campo è un effetto collaterale che non disturba il tuo brindisi.
Una vacanzina, Troglo?

Replica

Losciacallo 16 maggio 2007 alle 11:32

Sapere come sia andata realmente è – per fortuna – impossibile.
Però i due cooperanti francesi sono stati liberati senza indugio e senza scambi di prigionieri.

Replica

l'oste 16 maggio 2007 alle 18:42

i due cooperanti francesi sono starti liberati perché i Talebani sono diventati buoni?
Citando Losciacallo “Sapere come sia andata realmente È (nel loro caso) per fortuna- impossibile”

Replica

Rolli 16 maggio 2007 alle 18:59

No, i due cooperanti sono la dimostrazione che con trattative dignitose e serie, non affidate a gente ambigua, la vicenda avrebbe potuto avere esiti diversi. Anche per la faccia del Paese, oltre che per quella fisica dei due disgraziati sgozzati
Occhio che se fosse possibile sapere come sono
andate realmente le cose, c’è il rischio di scoprire che il nostro governo se n’è sbattuto, di quei due, pensando solo al giornalista italiano.
Personalmente ne sono convinta

Replica

desnos 16 maggio 2007 alle 23:01

eppure
qui ci sono persone pronte a giurare e a credere
sulla bonta
di baffetto
e prosciuttone
loro sono come una moderna Spa
altro che chiacchere imparate
bisogna prima di tutto difendere gli affari di famiglia (il giornalista)
poi bisogna vedere loro che ci guadagnano a livello internazionale come incarichi futuri
Onu ecc
se e quando in Italia governerà di nuovo la dx
se ci fossero i marziani al timone
da qui si partirebbe a fare missioni di pace su venere
a patto che da magiare ce ne sia per tutti
(quelli della famiglia)
la missione di pace
e giu i voti dei pacifisti
bravi siete in buone mani

Replica

troglodita 19 maggio 2007 alle 13:07

“…strategie fantasiose modello Risiko, sentendoti mandrake…”
Per esempio?
Sorry ma niente vacanza, solo ospedale.
servus

Replica

Rolli 19 maggio 2007 alle 13:34

Per esempio quando strategicamente ipotizzi di isolare mediaticamente l’Iraq per poi raderlo praticamente al suolo.
Che non dico non sia il sogno segreto di molti, però capisci che comporta qualche problema
Su quanto dicevi circa i prigionieri liberati se ben ricordi ti avevo detto che certo, era possibile ma abbastanza improbabile, non fosse altro che un intervento del genere avrebbe indotto i liberati a non avvicinarsi nemmeno di striscio al capo terrorista. Credo che non sia da sottovalutare il fatto che l’autista potesse essere, consapevolmente o meno, l’apripista degli inglesi. (certo che sarebbero delle belle m***e se l’avessero usato a sua insaputa).
Comunque la vacanzina era un’offerta, non l’ipotesi della motivazione della tua assenza.
Mi spiace molto che tu sia stato in ospedale e spero che tutto sia risolto o in via di soluzione.
Facciamo così: se non guarisci presto ti vengo a trovare dopo aver ingaggiato cento donne femministe :zzz:
E guarì istantaneamente.
ciao

Replica

desnos 20 maggio 2007 alle 00:25

sai che fatica mettere nel sacco persone che se tutto va bene credono ancora al babau
combattere contro popoli e nn contro eserciti
che sono alla fame
e avere il coraggio
di esultare quando si massacrano 1000 civili
per catturare 7 terroristi
tali e quali i Nazisti
niente di diverso
le rappresaglie
sono le stesse
ma nn capisco tutta questa preoccupazione ?
mi suona strano
tutto questo parlare di terroristi
che nella realtà sono dei straccioni disperati
senza prospettive e senza una gamba
ci scommetto che lo hanno ucciso
dopo aver corso per 5 km
che forti queste teste di cuoio
ma che cosa spinge la super potenza + amici a massacrare popoli interi che se solo volessero
li potrebbero avere in pungno con 3 serial TV
e un negozio di cellulari ultimo modello
ci cascano qui che si sentono il primo mondo
figuriamoci li
nn riesco a spiegarmelo
una risposta ci dev essere senz altro

Replica

Sfinterio 21 maggio 2007 alle 01:17

Vero. Tipo Bin Laden, Arafat, Nassrallah, al-Zarqawi, al-Zahwairi… tutta gente che sicuramente ha fatto la fame non avendo mai saltato un pasto in vita loro.

Replica

troglodita 21 maggio 2007 alle 07:46

@ desnos
a parte le solite amenità che elargisci a piene mani in forma lirico prosaica accetto la tua scommessa sul fatto che i sas abbiano corso per 5 km dietro il balordo per farlo fuori. Nulla di più sbagliato, primo perchè con una gamba di legno ilk pezzente poteva fare tre non più di tre passi prima di essere inchiodato, secondo perche, una volta scovato la sua tana, hanno fatto irruzione, hanno ucciso i suoi scagnozzi e poi gli hanno sparato quasi a brucipelo al petto ed in testa. Così finì un mito(si fa per dire), come un qualsiasi farabutto qual’era
servus
P.S. per tua notizia i 4 straccioni, come li chiamo tu, hanno battuto l’esercito più forte che c’era sulla terra solo un paio di decenni fa e, per ora, di tutte le roboanti iniziative primaverili che avrebbero dovuto assumere, si sono limitati a tagliare qualche testa e a far saltare per aria prveri imbecilli manovrati. Lotta di popolo? ma non diciamo cagate.

Replica

troglodita 22 maggio 2007 alle 13:09

d’Alema:
“Non dobbiamo rispondere a nessuno: noi rispondiamo al Parlamento della Repubblica e le nostre Forze Armate si muovono sulla base delle decisioni del Parlamento, non di altri”.
Complimenti! Mi domando per che cazzo sottoscriviamo alleanze se, nel momento in cui ci si chiede di fare la nostra parte, tartufescamente ci tiriamo indietro con le solite italiche puttanate. Si abbia allora il coraggio di uscire dalla nato e non se ne parli più…

Replica

Francesco 22 maggio 2007 alle 15:42

Ah, abbiamo sottoscritto delle alleanze?
Io credevo fossero le carte per far visita agli yacht club degli altri ministri degli esteri durante quei noiosi viaggetti che ogni tanto mi tocca fare.
Mannaggia ai collaboratori che mi ritrovo che no mi hanno avvisato!
Adesso gliela faccio vedere io.
Massimo

Replica

troglodita 31 maggio 2007 alle 15:11

ad integrazione ed a parziale rettifica di quanto sopra e in precedenza, dal sottoscritto esposto:
a far fuori dadullah non fu il sas bensì lo squadrone c dell’sbs britannico(la controparte navale del sas) su segnalazione dell’orange squadron usa(addetto ai controlli elettronici) che aveva seguito i talebani liberati ed il satellitare di dadullah dopo la liberazione di mastrogiacomo. (Fonte timesonline)
Tanto dovevasi per precisione.
servus

Replica

Francesco 31 maggio 2007 alle 18:12

CELLULARE?
dai, è una palla per la stampa (e per i talebani)
ciao

Replica

troglodita 1 giugno 2007 alle 07:03

Franz, non dovrebbe trattarsi di un cellulare ma di un satellitare che, se opportunamente utilizzato, è quasi impossibile da essere localizzato. Evidentemente assieme ad altri mezzi, evidentemente, non di dominio pubblico…
servus

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: