Primi effetti della vittoria dell’Unione

Arrestato Bernardo Provenzano

di Losciacallo il 11 aprile 2006 in Varie · 69 commenti

{ 69 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Minerva 11 aprile 2006 alle 11:48

Pensavo fosse uno scherzo. Fra i sinistri c’è chi è capacissimo di prendersene il merito.

Replica

Paola 11 aprile 2006 alle 11:49

E infatti il primo a fare dichiarazioni è Fassino.

Replica

Rolli 11 aprile 2006 alle 11:52

Voi ci scherzate, ma guardate che con una maggioranza alla Camera così risicata, privarsi anche di un solo elemento è uno sforzo non indifferente :)

Replica

Minerva 11 aprile 2006 alle 11:57

Rolli :))
Va be’, rimbocchiamoci le maniche, il nostro motto sarà “Resistere, Resistere, Resistere”.

Replica

Rolli 11 aprile 2006 alle 12:02

Minerva, loro hanno preso i voti della mafia, ma noi gli faremo vedere cosa è un’opposizione onesta e seria :)

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 12:03

Aho, che giornata splendida: si vincono le elezioni, si arresta Provenzano e pare che da qualche parte in Europa l’economia faccia qualche timido sorrisono.
Fosse finita la sfiga! :))

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 12:04

Hai poco da resistere, Minerva, dato che hai dato il tuo contributo fattivo a questa situazione. Siete contente di esservi astenute? Io, al contrario di Rolli, mi auguro che il governo rovini precipitosamente e il prima possibile.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 12:06

Pardon: al contrario dello sciacallo.

Replica

Losciacallo 11 aprile 2006 alle 12:07

Minerva, non mi piace fare il dietrologo, però è veramente singolare che Provenzano – latitante da oltre 30 anni – venga catturato il giorno dopo le elezioni.
Se uno credesse alle favole, potrebbe pensare che sia stato fatto a bella posta.

Replica

Minerva 11 aprile 2006 alle 12:08

Bill, non basta mio marito ti ci metti pure tu?!

Replica

Losciacallo 11 aprile 2006 alle 12:09

Bill, non mi auguro niente, e dovresti seguire il mio consiglio: lascia perdere.
Non ci sarà nesun governo.

Replica

Minerva 11 aprile 2006 alle 12:10

Tutto è possibile, Losciacallo. Lo seguivano da tempo, può anche darsi non abbiano fatto in tempo a catturarlo sabato o domenica.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 12:10

Vento, a parte le polemiche: pensi davvero possa reggere cinque anni una maggioranza con due voti in più al senato? Obiettivamente.

Replica

Minerva 11 aprile 2006 alle 12:12

No, forse hai ragione tu. Lo ha arrestato la Polizia, non i Carabinieri.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 12:13

Scicallo: so che hai votato CdL. Mi riferivo al tuo post qua sopra.

Replica

ettore 11 aprile 2006 alle 12:14

E se invece di resistere si provasse a collaborare ?
A trovare punti di contatto ?
A cominciare a ripensare la politica non secondo la logica della partita di calcio come è stato in questi anni ?
E non parlo dei politici, di inciuci in parlamento.
Parlo della società (e anche dei blog ed anche di questo) e della convergenza su questioni civili.
Tipo che è ora di finirla con le manifestazioni con le bandiere sovietiche come con quelle naziste.
Tipo che è ora di aver più donne nei piani alti della politica.
Tipo che è ora di criticare e avversare duramente i conflitti di interessi e le leggi ad personam e allo stesso modo le ingiustificate concessioni a certe lobbies.
Lo ammetto, mi piacerebbe che (allo stato attuale delle cose ed a meno di sorprese) fosse concessa alla futura opposizione la possibilità di partecipare al governo come non è stata concessa, per la forza dei numeri e non solo, all’opposizione uscente.
E mi piacerebbe che questa opposizione accettasse responsabilmente questo ruolo.
Mandatemi pure a cagare, ma a me piacerebbe andar d’accordo.
Per convenienza di entrambi.
E anche solo per puro spirito civico…

Replica

Return 11 aprile 2006 alle 12:18

Giustizia a orologeria. So per certo che l’arresto è stato ritardato di un giorno perché altrimenti FI avrebbe perso la Sicilia.
Pseudo-Ventomare

Replica

Rolli 11 aprile 2006 alle 12:18

Bill, io sì, sono contenta di essermi astenuta e spero che serva alla Cdl di lezione. Poi vedo che Casini-Follini hanno raddoppiato i voti, quindi quello non sarebbe stato governo per me.
Tu sei contento che abbiano fatto come caxxo gli è parso con i proclami vittoriosi del referendum sulla fecondazione assistita, le quote rosa e la Riforma della Giustizia e del Lavoro non fatta?
Non capisco per quale arcano motivo avrei dovuto votarli. Facevano a meno di me prima, nella marcia longa mano nella mano con Ruini? Auguri per oggi.
Non devi chiedere conto a me ma a Giovanardi, Buttiglione, Berlusconi che non ha fiatato quando doveva e che si è ricordato di cosa fosse la sinistra solo ad un mese dal voto

Replica

Minerva 11 aprile 2006 alle 12:19

L’avverbio obiettivamente e Ventomare mal si conciliano.
A proposito della scheda nulla, non sono affatto pentita. Guarda cosa hanno combinato con il voto all’estero: si sono presentati divisi, uniti avrebbero vinto loro i seggi.

Replica

Return 11 aprile 2006 alle 12:20

Io vedo il governo in sella per 10 mesi e un Berlusconi ter all’orizzonte… Per la sinistra e per il paese sarebbe stata meglio una sconfitta netta.

Replica

Return 11 aprile 2006 alle 12:23

L’altroieri Berlusconi ha ammesso in un’intervista che se avesse perso sarebbe stato per colpa dei radicali. Ieri sempre in un’intervista ha detto che ha dovuto rinunciare all’accordo perché ha ricevuto una telefonata dal Vaticano.
Ancora colpa dei radicali voltagabbana?

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 12:23

Bill, Prodi governerà cinque anni. Non sarà la maggioranza che lo tradirà. Il problema viene dai numeri risicati, ma a pensarci bene la differenza è di sei o sette senatori. Non è pochissimo. Va gestita la presenza dei senatori al governo. Si potrebbero dimettere e lasciare il posto a quelli che vengono dopo nella lista.
Prodi governerà e farà bene. vedrai.
Si tagliano i punti di cuneo, si elegge il presidente della repubblica, si fanno le comunali, si batte la devolution al referendum, si fa la legge sul conflitto di interessi, si fa la legge sulle televisioni, ripredenrre il posto in Europa, ritirare le truppe dall’Iraq, si rivede la legge 30 con misure contro il precariato, si sistema la scuola, la ricerca la sanità, e la giustizia, finalmente la giustizia, si combatte l’evasione ed il sommerso, bisogna ripartire con la crescita. c’è così tanto da fare.
Lavorerà bene Bill. Vedrai. Per tutti gli italiani. per fare un paese noemale, finalmente.

Replica

Losciacallo 11 aprile 2006 alle 12:30

Bill, mi sono riletto e probabilmente non sono stato chiaro. Ho scritto “lascia perdere” riferendomi alle tue congetture: penso che sia fiato e tempo sprecato perchè la sinistra non riuscirà mai a governare. Spero di non esserti sembrato offensivo: non era mia intenzione.
Per altro, da dove hai dedotto che mi auguro un governo duraturo?

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 12:34

No Rolli, ma pensi che quelle riforme le faccia l’Unione? Questi vorrebbero sbaraccare quello che comunque il governo ha fatto: la legge Biagi (che risultati ne ha dati, eccome), la riforma Moratti (che io giudico buona), la riforma delle pensioni (ottima), la politica estera. E’ poco? Forse. Ma è molto di più di quanto mai fatto prima. Sulla fecondazione, ed in generale sui temi etici, nella CdL c’è libertà di espressione. I cattolici non sono un’esclusiva della destra. E magari bisogna convincerli: i proclami veterolaicisti della RnP, come vedi, non convincono nessuno. Concludendo: non pretendo mica un’adesione entusiastica a tutto quello che fa, e che è, la CdL. Ha fatto errori topici, c’è una larga parte timorosa di fare riforme davvero incisive; ha un personale politico che ogni tanto grida vendetta. Ma non venirmi a dire che sia la stessa cosa un governo unionista: sai benissimo che non è così.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 12:43

Figurati Sciacallo, non sono affatto offeso. Avevo interpretato,probabilmente male, la frase finale del tuo post a proposito dei ricorsi elettorali come un auspicio al fatto che un governo comunque ci sia. Forse ci proveranno, ma alla prima riunione del consiglio dei ministri voleranno i coltelli, e magari faranno la prima delle tante cose inutili che si ripromettono di fare: il ritiro delle truppe immediato. Tanto per farci fare un figurone sulla scena internazionale, per ridare affidabilità al paese. Dopodichè cadranno in fretta: ci penseranno da soli. Se non riuscissero a fare il governo, io sarrei felicissimo.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 12:47

Perchè, Ret, Taradash e compagnia fanno parte dell Orsoline?

Replica

Return 11 aprile 2006 alle 12:49

Taradash è stato eletto? Quale compagnia?

Replica

Rolli 11 aprile 2006 alle 12:55

Bill, tu segnali cose fatte che io considero buone ma non tieni conto di quello che non è stato fatto e di quello che ci è stato negato che supera di gran lunga il resto.
Sulla fecondazione assistita non c’era bisogno di seguire i veterocomunisti, come li definisci tu, della Rosa nel Pugno ma quella moltitudine di persone che senza essere rosapugnisti sono basiti difronte a tanta tracotanza, prepotenza, fanatismo e arroganza.
Return, prima di fare lo spiritoso su Taradash, sta’ a vedere cosa faranno e cosa potranno i rosapugnisti. E’ un consiglio..
Io ero nera in quel periodo, perchè un’offensiva del genere non me la sarei aspettata. Mi hanno presa per i fondelli, a sinistra per un motivo e a destra per un altro.
Ora non dovete venire a chiedere conto a me, che so benissimo di appartenere a quella schiera di delusi che avrebbe potuto fare nelle urne la differenza: chiedine conto ai Ferrara (sarà soddisfatto), a certi centrodestrini che anche qui hanno bazzicato, allo stesso Berlusconi che non ha avuto le palle di fare quello per cui era stato mandato al governo: la Ri for ma della GIU STI ZIA. Dulcis in fundo, oltre al non fatto, sono state umiliate e trattate come cose le donne, mentre tu e altri mi accusavate di essere veterofemminista per il semplice fatto di rivendicare diritti elementari che dovrebbero essere iscritti nella logica e nel rispetto.
Sbagli ancora quando pensi che io creda che l’Unione farà leggi e riforme: so bene che non le farà e so altrettanto bene che la 40, ad esempio, gli ha fatto comodo ed è passata grazie alla loro non mobilitazione. So altresì che stanno proni anche loro di fronte al vaticano, checchè ne dicano i rosapugnisti. I matrimoni gay, che amio parere sono più importanti dei pacs, non si faranno, con buona pace di luxuria che ora dovrà svelarsi per forza: voleva la poltrona o i diritti? Vedremo.
Io so solo che come donna dal centrodestra sono stata buttata da parte, come cittadino sono nelle mani delle banche e dellle assicurazioni, in un pappa e ciccia bipartisan, che come utente della giustizia sto continuando a vedere gli effetti della non riforma di Berlusconi così tanto promessa. Aveva un plebiscito per governare, se ne è sbattuto, tacendo quando doveva parlare, parlando quando doveva tacere.
Mi sono sentita dire che non ci sono donne in parlamento perchè, signora mia, le donzelle non vogliono rinunciare alla famiglia, mentre la Prestigiacomo veniva trattata come una mercenaria qualsiasi pure frignetta.
Con tutto questo tu pensi che io possa anche solo essere minimamente pentita di non aver votato? E’ una delle cose più coerenti e dignitose che io abbia fatto e della quale vado fiera.

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 12:57

Io su Provenzano penso un’altra cosa. Come dice Bolzoni, dieci giorni fa l’avvocato è uscitro allo scoperto dicendo che era morto. Quella uscita vista con il risultato di oggi era un messaggio: ti stanno prendendo. Per cui era quasi nelle mani degli inquirenti dieci giorni fa. Per quale motivo sia stato preso oggi e non due giorni fa non lo so e chi losa. Io so anche che per impedire turbamenti alle elezioni la Forleo ha secretato le rivelazioni di Fiornai. Per cui a me sembra che si siano compoertati bene. E poi io mi fido abbastanza di Pisanu.
Poi si possono fare tutte le supposizioni. Quella di Return è una. Un’altra potrebbe anche essere che se lo prendevano prima il governo ne avrebbe beneficiato. Chissà forse le ricostruzioni degli inquirenti aiuteranno a capire. Ma intanto siamo tutti contenti.
Per saperne di più, poi, aspettiamo le elezioni regionali della Sicilia.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 13:30

Rolli, tante cose vere e giuste. A parte che non ti ho mai accusato di essere veterofemminista (magari l’avrò detto a proposito di una frase, non certo della tua persona), ho semplicemente ritenuto fosse sbagliato, al di là dell’argomento stesso, il metodo usato (il referendum) e un certo livore anticlericale, speculare delle crociate di certi cattolici. Ribadisco però che certe faccende, come la clonazione etc, io non sono in grado di liquidarle in base a certezze che non ho. Però due cose. La riforma della giustizia: i provvedimenti fin qui presi sono GIUSTI. La tanto infamata Cirielli non ha fermato alcun processo: ha solo permesso di evitare di assistere a procedimenti lunghi 12 anni. Poi è vero: non hanno separato le carriere. Hai visto che fuoco di sbarramento? Se c’è comunque qualcuno che potrà farlo, questo sta da questa parte. I matrimoni gay: per assicurare determinati diritti, sacrosanti, c’è bisogno di chiamare “matrimonio” questa cosa? Secondo me serve solo ad aprire polemiche inutili, e magari un giorno capirò perchè. Ora mi sfugge. E non mi sembra un problema destra-sinistra. Banche-assicurazioni: ti sembra facile? Ora abbiamo visto dove hanno sfilato, i papaveri delle banche. Pensi sia facile smantellare un assetto costruito in 50 anni? Io penso di no, purtroppo. Ma anche in questo caso: pensi lo smantelli colui al quale hanno condonato un debito mostruoso? Ho qualche dubbio.

Replica

Return 11 aprile 2006 alle 13:53

Ma quale spiritoso, io rispondevo a bill che mi chiedeva di Taradash che a quanto ne so il Caimano aveva sbattuto a fondo lista.
I rosapugnisti sono sparuti e solo alla Camera ma ci sono, quello che faranno, appunto, lo vedremo.
Sull’unione e il vaticano non mi risulta che i rosapugnisti abbiano mai detto il contrario.

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 14:01

Minerva: L’avverbio obiettivamente e Ventomare mal si conciliano.
Questa te la potevi risparmiare. In questo blog abbondano gli obiettivi. A partire dalla tenutaria fotografa :).
Che per fargli prendere coscienza di certe strenue difese impossibili gli sono dovuto stare dietro tre anni.
E dai su. Basta contraddire il vostro pensiero e si diventa non obiettivi?
Telekom serbia, Cogne, armi di distruzione di massa, io ci metterei anche la SME (ma li so che non l’accetterete mai) e poi ce ne sono altre che non mi sovvengono.
E mi sembra che tu spalleggiavi la tenutaria-pasionaria. Ergo!
P.S. : Non credevi che alla fine l’unione avrebbe candidato prodi, non credevi che l’Unione scrivesse un programma condiviso, non credevi che facesse e vincesse le primarie, non credvi che con prodi avrebbe vinto le elezioni; non credvate che sarebbe rinato l’Ulivo.
Ed invece Prodi si è inventato l’Unione (simbolo e nome bello, ti ricordi come si scherzava sui nomi del centrosinistra?), ha fatto e vinto le primarie (checcÈ si dica che sono false, sono state un enorme successo democratico – io ad esempio non sono iscritto a nessun partito e come me moltissima gente 4,3 milioni di persone); ha scritto un programma incontrando tutti gli operatori economici e mediando tra tutti i partiti, ha affrontato diciamo a mani nude (senza televisioni) Berlusconi, gli ha imposto l’agenda e le regole, lo ha battuto nei confronti (uno sicuro, l’altro pure anche se meno), e pure alle elezioni, seppure di strettissima misura. E governerà, stanne certa, seppure con la difficoltà dei numeri, della difficilissima condizione del paese e dello spaccato inedito dell’Italia che è uscito dalle urne.
Veltroni, che a me è simpaticissimo, forse, non ne abbiamo la controprova. Comunque si è comportato benissimo, rimanendo defilato, perchP davvero vuole bene alla sinistra. Forse Veltroni avrebbe vinto più facile, è uno più amato, spigliato, relativamente giovane, colto. Ma non sono sicuro che avrebbe avuto tutte le esperienze economiche, internazionali e di mediazione di Prodi.
Io auguro a Veltroni di guidare, se lo vorrà, perché ha sempre detto che finirà la politica con il secondo mandato romano (che vuole occuparsi di altre cose), di prendere in mano l’Italia risanata del dopo Prodi per modernizzarla definitivamente.

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 14:05

Pezzo perso:
Veltroni, che a me è simpaticissimo, forse, anche se non ne abbiamo la controprova, è probabile che avrebbe potuto vincere le elezioni con maggiore margine e con molta più scioltezza.
Ad esempio avrebbe raccolto il voto di Rolli e Neri che si sono astenuti, pur proveniendo da aree completamente contrapposte, tanto per fare un esempio. E’ uno a cui riescono benissimo certe sintesi.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 14:13

Vento, lasciamo stare l’obiettività, ma prendiamo in considerazione la realtà. Che ci dice un’altra cosa: all’estero la CdL ha preso più voti che l’Unione. Si è però presentata divisa (che geni! Chissà chi è che ha scelto questa geniale strategia) e ha preso meno senatori. Ma, ribadisco, più voti. Quindi, il trionfo unionista non c’è proprio stato da nessuna parte. Bisogna che da subito investiate nei reparti ospedalieri di geriatria: se si ammala un senatore a vita, siete fritti. Aggiungo una battutina, và: Veltroni è talmente trascinante che il Lazio è tornato alla CdL.

Replica

BJH 11 aprile 2006 alle 14:19

“Telekom serbia, Cogne, armi di distruzione di massa, io ci metterei anche la SME (ma li so che non l’accetterete mai) e poi ce ne sono altre che non mi sovvengono.
ma no a quel prezzo (compreso il metodo di pagamento e i finanziatori intendo) l’avremmo accettata e l’accetteremmo ancora potendo farlo :-)))

Replica

Francesco 11 aprile 2006 alle 14:23

Ventomare,
fai rewind e torna a 2-3 settimane fa, quando davi a Berlusconi del bugiardo e prevedevi una grande vittoria del CSX …
Non è andata proprio così, vero?
E sì che mi avevi convinto ed era andato a votare rassegnato.
Imbroglione! ;)
E illuso :o

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 14:31

Bill, hai capito bene la differenza tra L’unione e la CDL. Al di là dei contenuti che sono agli antipodi, la sinistra reggerà perché è molto più unita. L’Unione, anche nella parola recepisce la volontà profonda dell’elettorato, Unità, unità, unità, è il coro degli elettori, della base dei simpatizzanti che accompagna ogni incontro dei vertici del centrosinistra. La sinistra non si dividerà perché gli elettori non glielo perdonerebbero. E non succederà. Tutto quello che si farà verrà valutato sulla base della parola: UNITA’. Sarebbe un tradimento insopportabile. Chiunque lo facesse ne pagherebbe conseguenze politiche altissime.
Invece la CDL è divisa, nei candidati premier, nella legge elettorale, nelle liste. E reggerà fino a che spererà di far cadere Prodi. Cosa che io penso che non accadrà. A quel punto ci sarà la resa dei conti nell’opposizione. Spero costruttiva anche se ci spero poco. Mi piacerebbe che nascesse una nuova destra più responsabile. Ma il lavoro da fare per cambiare oltre la destra, gli italiani di destra è un compito durissimo. Che potrebbe essere affascinanete per la destra, però.

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 14:39

Francesco, vedi se riesci a trovare la frase in cui io prevedevo una grande, immagino che intendi schiacciante, vittoria.
Non la troverai, perché non l’ho mai detto, io ho sperato molto, anche se ero prudente. Ed ho avuto paura di perdere. Ieri, verso le tre, mi sono calcolato tutti i trend, e il margine risicato si avviava a consumarsi ocmpletamente. Alla fine c’è stato come un colpo di reni, un’imprevista, insperata, inversione del trend. Qualche sezione del Lazio2 che ha cambiato la storia di questo paese, congelando il divario a 25.000 elettori.
Che Berlusconi sia un bugiardo invece, l’ho detto, l’ho provato e continuo a ritenerlo assolutamente vero. E’ la sua cifra la mistificazione. Un po’ come quei cazzaroni che stanno in tutte le comitive. Ma questo stava al vertice del paese. Non so se mi spiego! :)
Basta con le risse. Unità, unità, unità! Non potrebbe diventare lo slogan per l’Italia?

Replica

ex puntini 11 aprile 2006 alle 15:01

Si vede chi mentiva. Il cazzarone mi sembra Prodi con tutta la sua ciurma di lecchini, compresi gli istituti di sondaggio. Fino a ieri sembrava il csx facesse degli sfracelli e poi si sono pure cacati in mano. Berlusconi fino all’ultimo diceva che ci sarebbe stato un testa a testa.

Replica

ex puntini 11 aprile 2006 alle 15:03

E sono convinto anche che Provenzano non l’hanno arrestato prima perchè altrimenti avrebbe favorito sicuramente la corsa di Berlusconi. Anche le forze dell’ordine ora. (Prova di opposizione dura e pura….alla Ventomare). :D

Replica

Minerva 11 aprile 2006 alle 15:25

Ventomare, se difendevi le percentuali dei sondaggi, scrivendo di scarti del 5,5% dopo i faccia a faccia, significa che prevedevi la vittoria schiacciante. E ci credevi.

Replica

Ginchelli 11 aprile 2006 alle 15:26

Unione? Gia’ ieri sera Capezzone alle 19 dichiarava alla radio che “…battuto il CDX ora bisogna pensare a riformare questa alleanza di CSX”.
E come dice Rocca bisognera’ sincronizzare i voli dall’oceania con le votazioni del senato. Uh uh.

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 15:36

Vuoi che non sperassi nei sondaggi che davano vincente l’Unione? Tutti gli istituti di ricerca? Vuol edire che c’era un’area che i sondaggi non toccavano, non riuscivano ad intercettare. Quella di cui parlavamo stamattina. per il resto quella d’opinione si modificava, leggeremente ma si modificava. C’è una parte del paese, profonda, che non emerge, ancora. Un po’ come il sommerso cara Minerva. E’ il sommerso di opinione. Non sarebbe meglio che emergesse?

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 15:40

Ragazzi tutte le modernizzazioni ben vengano. Capezzone ogni volta che parla premette alle ipotesi di modernizzazione la frase: “Garantiremo un appoggio leale ed incondizionato a Prodi!”. Io gli credo.
Per quanto riguarda i sondaggi puntini, mi gioco quello che vuoi che quelli di Berlusconi erano di plastica e pure lui pensava di perrdere con 4 o 5 punti di scarto.
C’è, come dicevo, un sommerso di opinione che nessuno riesce ad intercettare. per quanto riguarda le bugie io non intendo questo, per me le bugie sono le falsificazioni della realtà. sono le promesse che già sai che non riuscirai a mantenere, sono le bugie sulle piccole e grandi malefatte.
Spero che questo cambiamento serva a tutti per riflettere.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 15:45

E’ inutile Vento: ti dò buona la tua buonafede, ma riassumi in te i difetti dei tuoi rappresentanti. Il più grande è la tua convinzione che sia utile non solo cambiare la galassia “destra”, ma persino i suoi elettori. E siamo daccapo con la vantata “superiorità” dell’uomo di sinistra. Il che, francamente, è una bufala enorme. E finchè non la smettete con questa sciocchezza, siete e rimanete pericolosi per la democrazia. Mi spiace tanto, ma è così.

Replica

Rolli 11 aprile 2006 alle 15:47

No, Ventomare, i sondaggi di Berlusconi erano reali, non lo erano gli altri. L’ho detto a qualcuno in tempi non sospetti, e infatti avevo predetto, Losciacallo ad esempio potrebbe confermartelo, non una disfatta ma una vittoria o sconfitta minima. I dati ora parlano chiaro.
Detto questo, e senza nulla togliere al fatto che nonostante i voti inpiù della Cdl avete vinto con la legge voluta – ben gli sta – dalla Cdl, sei sicuro che siamo noi a dover riflettere? Non ti pare il caso che la facciate voi, una riflessione?
Noi eravamo preparatissimi alla sconfitta, voi no e sapete che questa vittoria è in gran parte una sconfitta. Volete continuare ad usarla con il c*** come avete sempre fatto? Non è il caso di fare una bella riflessione? Chissà che questo governo, allora duri; perchè come te la giri e te la pirli, il rischio di un crollo è realissimo e ti garantisco che non lo trovo auspicabile.
Ergo: governate e pensateci su con serietà e non con i soliti luoghi comuni, chè non vi mancano le gatte da pelare, oltretutto. Conviene a tutti.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 15:59

E anche qui capovolgi i fatti. Che sono chiarissimi: i sondaggi americani erano molto più puntuali dei nostri. I nostri sondaggisti hanno troppa contiguità coi salotti buoni dell’informazione, fatti di progressisti che non conoscono il paese e i suoi problemi. Hanno diffuso la vulgata di un paese allo stremo (una balla ridicola e stupida), se la sono cantata coi loro padroni pensando di intercettare una inesistente voglia di cambiamento. Che non c’è: il paese è spaccato a metà, pari pari come lo è dal 94 ad oggi. Berlusconi si è dimostrato, ancora una volta, più intelligente degli altri nel fiutare l’andazzo del paese. Un paese in cui, caro Vento, non c’è un posto in albergo o in aereo per le vacanze di Pasqua. Che disfatta, che fame incombente, eh? La sinistra, col suo can can disfattista, ha perso al senato e ha preso meno voti al’estero. Ha 25000 voti in più alla camera, con 500.000 schede annullate. E soprattutto, al senato rischia di andare sotto ogni quarto d’ora: spiegami come può governare. Tutto questo tuo ottimismo, Vento, mi pare davvero eccessivo.

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 16:03

il sondaggio di Berlusconi, di una società che fa comunicazione politica era reale, certamente. Un sondaggio di cui non si conosceva niente. Un sondaggio in cui le domande erano queste.
“Lei alle elezioni voterà Unione o Casa dele Libertà”
“Voterò Unione”
“E’ sicuro di votare Unione?”
“Sì”
“Ma lei lo sa cosa ha fatto Prodi?”
“Ma lei lo sa cosa ha fatto Berlusconi?”
Su Rolli. Non è così che si fanno crescere le persone. Quando fai così sento che ti prende il cattivo male. Insomma secondo te tutti gli istituti di sondaggio, da mannheimer, Piepoli, Iwr, swg, nexus, pagnoncelli sono tutti merde e rossi. Mentre quella società che palesemente fa comunicazione politica e non analisi serie era nel giusto. E sarei io non oggettivo?
Ecco, io quando intendo che c’è da contribuire a miglirare le persone intendo questo. Togliere un po’ di questa scorza.
Poi è evidente che nella sinistra anche ci sono tanti difetti. Infatti l’unità ed il programma è stata una grande conquista. Misureremo tutti sulla lealtà agli impegni

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 16:04

Io, al contrario di Rolli, un governo (di)retto dalla sinistra estrema mi auguro che non nasca neanche, o che crolli dopo un quarto d’ora. Può fare solo dei disastri epocali.

Replica

Minerva 11 aprile 2006 alle 16:05

Ventomare, ci speravi e li difendevi, quindi non dire che non prevedevi una vittoria schiacciante.
Rolli, non credo che questa sinistra sia seria e capace. Non che la destra abbia dimostrato il contrario. Vedremo.
Smonto momentaneamente la baracca, ché mi è appena arrivato il pc nuovo :) Ciao a tutti.

Replica

Rolli 11 aprile 2006 alle 16:06

Vento, non c’è scorza e le chiacchiere stanno a zero. I sondaggi erano giusti? NO
Berlusconi li contestava: aveva ragione? SI
Non lo dice Rolli, lo puoi vedere da te. Se ne hai voglia, altrimenti ciccia, a me non cambia di una virgola, come dovresti sapere da quel che ho detto in questi mesi.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 16:08

Ma perchè insisti, Vento. I fatti dicono che avevano ragione gli americani e che tutta quella sfilza di snob, che si pavoneggiavano della loro autoreferenziata superiorità scientifica (maddechè, cialtroni e codini che non sono altro), hanno fatto una figura di merda. Ed è successo altre volte, oltretutto. Perchè neghi una realtà evidente?

Replica

Rolli 11 aprile 2006 alle 16:11

Minerva, concordo, ma se il risultato è questo mi auguro sappia gestire le cose. Dai balletti di stanotte pare che non saprà farlo ma insomma io ci spero.
Il pc che arriva il giorno dei risultati è inquietante :))

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 16:16

E io ribadisco a minerva che, nella cialtroneria che è comune alla classe politica di tutto il mondo (guardare i nostri partners, please), il governo Brlusconi, solo con pensioni, riforma Moratti, legge Biagi, legge Obiettivo e politica estera ha fatto di più e meglio dei 45625 governi del menga che lo hanno preceduto. E che ha perso le elezioni per errori tattici da principianti. Certo, se il problema più importante del paese sono i pacs, allora parliamo del campionato di tresette del bar qua sotto che è meglio.

Replica

bill 11 aprile 2006 alle 16:21

Poi Rolli, magari mi spieghi cosa speri che faccia un governo del genere. la riforma della giustizia? Una figuraccia in Iraq? La tassazione delle rendite? Cosa?

Replica

troglodita 11 aprile 2006 alle 16:31

Ho paura che abbiano preso il balordo siculo, solo perchè il nuovo balordo non lo voleva più tra le balle.

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 16:32

Tu e Bill siete oltre. Siete metal, eccessivi. Uno li chiama fichetti solo perché hanno studiato e non scommettano a chi piscia più lontano ed a te basta un si e no per spiegare l’universo mondo.
Siete proprio di legno: tek! :)
Minerva, io speravo di vincere. Non m’importava quanto. Avevo paura che dovessimo farci ancora 5 anni di Berlusconi, Sarebbe stata la fine per il nostro paese.

Replica

subcomandantemarcos 11 aprile 2006 alle 17:12

A me Ventomare sta simpatico.
Ci crede veramente, a quello che dice!
Anche nei passaggi piu’ acrobatici, tipo che l’Unione sarebbe piu’ coesa della destra..
Vogliamoci bene, siamo tutti Italiani,
dai che quest’anno ci sono anche i mondiali,
e quello grandissimetestedicazzo che hanno votato a destra, si ravvedano e facciano finta di essere bravi cittadini e non mafiosi del cazzo.
Poi, tutta questa gente,si arrischia a partire per Pasqua perche’ sa che splende ridente il sol dell’avvenire.
In sintesi, ecco.

Replica

subcomandantemarcos 11 aprile 2006 alle 17:15

mmm..rileggendomi sembra il pensiero di un ubriaco.
spero si capisca il senso,comunque.
saluti.

Replica

Rolli 11 aprile 2006 alle 17:47

Bill, io non credo che farà nessuna delle Riforme che dici e che vorrei, infatti non ho votato a sinistra. Il punto è che dovevano farle a destra, o sbaglio? Aveva i numeri? Perchè ha permesso quello schifo della 40? E le quote rosa? Ti pare normale che l’ultimo giorno di campagna questo ci tratti come delle deficienti e dica che avrà come vicepresidente una donna? Ecchissene? Ma ci prende per fesse? Bastava fare quel minimo richiesto, non le scemenze alla fine.
Cosa farà la sinistra? Intanto vediamo quanto dura, che io ho serie preoccupazioni al riguardo, poi almeno so che non toccheranno la 194. Non cambieranno la 40, figurati, la volevano in ossequio al vaticano, solo che non avrebbero mai avuto il coraggio di proporla, ma la Cdl gliel’ha offerta su un piatto d’argento.
Per il resto – scuola, sanità, tasse – mi aspetto disastri. Ma guarda che non devi prendertela con loro o con gli elettori coglioni, di tutto questo devi chiedere conto a Berlusconi, che evidentemente pensava che il redde rationem non sarebbe mai giunto.
Infine non dimenticare che il centrodestra l’ha voluto spaccare Ferrara insieme a Pera, e che Berlusconi non ha detto “bah”
O davvero pensavano (pensavate) che il centrodestra fosse fatto solo da quei loschi figuri che giravano qui e per il parlamento? Con il suo silenzio si è tenuto stretto quelli…come vedi non bastano.

Replica

ventomare 11 aprile 2006 alle 18:20

Ehi sub, leggi qui.
Punto primo. Senatori a vita: “Voteremo”
Tutti i senatori a vita voltano le spalle a Francesco Cossiga che aveva lanciato ieri sera l’appello ad astenersi dal voto di fiducia in quanto “non sono stati eletti dal popolo sovrano” e quindi “non possono e non debbono dare in Senato un voto che alteri il risultato dell’espressione del popolo sovrano”, annunciando che non avrebbe votato la fiducia al governo Prodi.
Punto secondo. Fassino: “Maggioranza solida”
“Abbiamo una maggioranza solida con cui si può governare bene sia alla Camera sia al Senato”. E’ la certezza espressa dal segretario Ds Piero Fassino lasciando il vertice, a piazza Santi Apostoli, con il leader dell’Unione Romano Prodi e con il presidente Dl Francesco Rutelli. “Una maggioranza solida – ha evidenziato Fassino – perchè c’è un grado di coesione forte di una coalizione che si identifica in un leader forte come Romano Prodi“.
Punto terzo. Veltroni: “Contribuirò al partito democratico”
Io leader del partito democratico? No, sono candidato a sindaco di Roma e con questo ruolo voglio continuare a contribuire alla costruzione di questo processo politico che considero vitale”. Così il sindaco di Roma, Walter Veltroni, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano se mirasse alla leadership della nuova formazione politica.
Punto quarto. Fassino: “Ora il gruppo unico
I risultati confortanti dell’Ulivo spingono ad accelerare nel percorso per la formazione di una “grande forza democratica” e il primo passo sarà la formazione di gruppi dell’Ulivo alla Camera e al Senato. Lo ha detto il segretario dei Ds, Piero Fassino, lasciando il vertice dell’Ulivo a piazza Santi Apostoli.
Diliberto: “Senatori sempre presenti”
“Bisogna chiedere ai senatori, che guadagnano un lauto stipendio, di stare sempre in aula e fare il loro dovere”
. Oliviero Diliberto considera che questo sia l’unico modo per lavorare al senato vista la maggioranza risicatissima dell’Unione.
Ti sembra divisa?
P.S.: Adesso mi voglio divertire a vedere i senatori della CDL essere sempre presenti al senato. :)

Replica

Astrolabio 11 aprile 2006 alle 21:16

mi ricopiato il post :-)

Replica

Minerva 12 aprile 2006 alle 00:49

Il pc che arriva il giorno dei risultati è inquietante :))
Ma no, Rolli, anzi, ho passato mezza giornata a sistemarlo, così mi sono risparmiata tutti i dibattiti post elettorali, e della conferenza stampa di Berlusconi ho avuto solo un vago sentore. Sono rilassatissima :))

Replica

Francesco 12 aprile 2006 alle 09:58

ventomare, ma tu prendi sul serio le dichiarazioni di facciata dei politici della tua parte?
lo sai che su wikipedia è la prima definizione di “idiota”?
potremo verificare il grado di coesione della maggioranza di Prodi, se sarà veramente così fesso da provare a governare, con i nostri occhi. senza bisogno di farcelo spiegare da Repubblica.
per il resto, respingo la tua richiesta di “unità unità, unità” a meno che non acconsenti ad alcune condizioni preliminari:
1) eliminazione di Prodi dalla scena politica (sembra che in Lapponia abbiano bisogno di un giudice di pace)
2) accordo per escludere le forze estremiste e antidemocratiche dal governo U-U-U (tipo PRC, PDCI, Verdi, IDV, Mussolini)
3) mantenimento delle norme utili per il paese (legge Biagi, riforma Moratti)
a queste ragionevoli condizioni, possiamo parlare di U-U-U
ciao

Replica

ventomare 12 aprile 2006 alle 17:49

guarda che io per unità non intendo l’unità tra le coalizioni, intendo l’unità nel paese, l’unità delle persone intorno a delle questioni condivise, come le regole, i valori di integrità, il valore civico, il valore delle sitituzioni, la ricerca della concordia e non della divisione a tutti i costi.
per quanto riguarda le divisione dell’unione, della supposta debolezza di Prodi, se non ci credete, avremo modo di verificare. Avremo modo di verificare se non si farà il partito democratico, se non si faranno le leggi ed i provvediamenti come sono stati previsti dal programma, avremo modo di verificare se il governo di prodi, la sua nota capacità di mediazione e la sua autorità ed autorevolezza non sarà forte. io accetto scommesse.

Replica

Francesco 12 aprile 2006 alle 18:02

Scusa ma parlare di autorità ed autorevolezza di Prodi è troppo anche un delirio alcolico post-vittoria.
Riprenditi in fretta.
Auguri.

Replica

ventomare 12 aprile 2006 alle 18:48

Allora guardati questa di autorevolezza.
E invece guardati questa normalità di stile anglosassone.
Finalmente un Italia normale e civile.

Replica

mara 13 aprile 2006 alle 04:33

Accidenti, ventomare, certo che non hai un caz…da fare, sei sempre qui a postare (stronzate per lo più), ma queato è un mio parere.

Replica

Francesco 13 aprile 2006 alle 09:26

Chi è il disonesto che firmandosi Ventomare linka una foto di Prodi con la faccia da minchione?

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: