Il Caro Leader sotto attacco!

All’armi all’armi: il Nostro Caro Leader è ancora una volta vittima di un proditorio e ingiustificato attacco .
Alla B.I.T. – una delle più fiere più importanti e frequentate del mondo nel settore turistico – il Presidentissimo è bersaglio delle domande delle decine di giornalisti presenti, tra cui una sulla situazione della legalità nel Gargano.
Il Nostro Caro Leader – spinto dal sacro furore morale che sempre lo anima e dalla naturale cortesia che sempre lo caratterizza – risponde.
Nulla di chè, ben inteso, solo un parere da esperto (mica è stato componente della Commissione Antimafia per niente)(tsè!).
Ora, quel ribaldo di Raffaele Fitto osa diffamare il Presidentissimo attribuendogli dichiarazioni mai rese.
Lo accusa di aver parlato di ìmafiosi in doppiopetto” e quindi di illegalità istituzionalizzata, di sparare nel mucchio, di accusare tutti senza accusare nessuno.
In realtà, come giustamente dice il Presidentissimo, lui non ha “mai parlato di Gargano corrotto e mafioso” e inoltre “le operazioni verità di Fitto si nutrono di contumelie, odio e bugie”.
Esatto!
Cara grazia, anzi, che fino ad ora Vendola ha “avuto la pazienza di non replicare a tante di queste campagne denigratrici”. Però adesso, “dinanzi a chi intende fare opposizione ñ arrecando danni ulteriori a una Puglia che cerca di rialzarsi in piedi”, è “costretto a reagire in sede politica e in sede legale”. Quindi, il Caro Leader querelerà Fitto!
Il quale, tapino, pensa di potersi difendere solo perchè avrebbe questo ridicolo file audio a sostegno delle sue tesi.
Ah! Ah! Ah!
Non sa, il poveretto, contro chi si è messo: il Presidentissimo la spunterà di nuovo, anche perchè è un grande esperto di querele: pedofilia, giornalisti noti – come G. Pansa – e meno noti – come quelli siciliani, imprenditori del grano e dei laterizi, varie ed eventuali etc.
Tsè!

di Lynch il 21 febbraio 2006 in Vendolandia · commenta

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: