Borghezio, il provocatore picchiato

A proposito di linciaggi e forcaioli
L’altro giorno Borghezio è stato pestato a sangue su un treno, dopo aver partecipato ad una manifestazione no-TAV; è stato riconosciuto da un gruppo di no global che hanno tentato di linciarlo, cercando anche di buttarlo giù dal treno.
Liberazione, quotidiano di Rifondazione Comunista, quella che per bocca di Fausto Bertinotti avrebbe ripudiato la violenza, riporta il fatto – debitamente edulcorato – con aria seccata, perchè la “provocazione di Borghezio è riuscita


Provocazione di Borghezio (preso a pugni) sul treno No-tav
Il deputato europeo Mario Borghezio, leader della Lega-Nord,ieri sera,al termine della manifestazione dei no- Tav,ha organizzato una provocazione (ìpurtroppo riuscitaî,come ha dichiarato il segretario del Prc di Torino Gianni Favaro) sul treno che riportava i manifestanti a Milano.
Il treno partiva alle sette del pomeriggio e aveva alcune carrozze riservate ai no- Tav.
Borghezio è salito su una di queste carrozze.Lo hanno visto alcuni militanti del Sin Cobas,di Rifondazione e del Leoncavallo e lo hanno invitato a scendere. Gli hanno detto che la sua presenza lì poteva essere pericolosa.
Borghezio,che stava seduto vicino a una signora e a un giovane coi baffi,non ne ha voluto sapere. Nel treno si è sparsa la voce e un gruppetto di giovani,evidentmente non molto saggi,hanno fatto irruzione nel vagone e hanno dato l’assalto a Borghezio.
Luciano Mulbauer, consigliere regionale lombardo, insieme ad altri,ha tentato di difenderlo,ma un paio di pugni sono arrtivati a segno.Quando il treno si è fermato a Chivasso,una decina di persone sono riuscite a organizzare dei cordoni per accompagnare Borghezio all’uscita.
Il deputato è stato accolto da due carabinieri e ha gridato:ìI no global sono fascistiî.
Insulto curioso per Borghezio,che anni fa organizzò il corteo di ìForza Nuovaîa Roma.
Quando il treno è arrivato a Milano ha trovato la polizia schierata in assetto da guerra,giunta lì su ordine di Pisanu per identificare tutti i viaggiatori” Liberazione

di Minerva il 20 dicembre 2005 in Politica · 194 commenti

{ 194 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Ginchelli 20 dicembre 2005 alle 09:19

“…e lo hanno invitato a scendere” passando dal finestrino.

Replica

franz 20 dicembre 2005 alle 09:28

Solo un paio di ceffoni mi pare poco per uno stronzo del genere. Ma hanno fatto male comunque ad accettare la provocazione.

Replica

Rolli 20 dicembre 2005 alle 10:08

Veramente non sono stati due ceffoni, ma calci e pugni con conseguente frattura del setto nasale con contorno di contusioni, tumefazioni d ecchimosi.
Quindi Borghezio non può salire su un treno quando ci sono persone che lo ritengono indesiderato? Altrimenti se lo linciano è perchè se l’è cercata?
Si respira un’arietta, ultimamente

Replica

NickDrake 20 dicembre 2005 alle 10:16

Chi lo ha menato si è semplicemente abbassato ai suoi infimi livelli.Bestie non certo più di lui.
“Borghezio è quello che per i migranti voleva i “vagoni piombati”, quello di ìsparare agli scafisti!î.
E’ quello che girava con la sua banda per i treni con l’alcool per la “pulizia etnica” e faceva alzare donne marocchine per pulire dove erano sedute, spruzzandoglielo anche addosso.
E’ quello che nel 2000 a Torino girava con la sua banda di padani con le fiaccole e, sotto un ponte, dette fuoco a un dormitorio di stranieri, incendiando il pagliericcio dove dormiva un rumeno, condannato per questo a due mesi e 20 giorni in 3∞ grado di appello.
Nel ’93 ha preso una multa di 750.000 lire per aver picchiato un bambino marocchino.” da anarcotico.net

Replica

Enrico 20 dicembre 2005 alle 10:18

Che fosse provocazione non c’è dubbio, quello non era un treno qualunque a disposizione di viaggiatori qualsiasi, quelli erano vagoni riservati dalle ferrovie ai dimostranti che rientravano.
Per questo Borghezio era stato sconsigliato dalle forze dell’ordine. Sarebeb stato più saggio da parte sua ascoltarli.
Ma lui ha voluto salire egualmente.
Questo ovviamente non giustifica la violenza, ma diciamo come minimo che se l’è cercata.
In linea con il personaggio.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 10:24

rolli, ma quale naso fratturato….
per colpa di due imbecilli ora la tav diventerà solo ed unicamente un problema da risolvere con la forza.
e bravo borghezio.
è sempre così.
comunque la storia che un ex picchiatore di ordine nuovo, picchiatore anche di bambini marocchini(1993), disinfestatore di nigeriane che di colpo prende a cuore le sorti degli abitanti della valle e sale su un treno pieno di no global con, evidentemente, altri picchiatori come lui è eclatante.
gli avevano negato la scorta e lui si è tirato dietro lo stesso due disgraziati della polfer.
un deputato dovrebbe avere responsabilità.
spero che chi l’ha picchiato paghi, e spero che anche borghezio paghi.
e penso a chi c’è andato di mezzo, dai due poliziotti a tutti quelli che manifestano civilmente e che ora prenderanno qualche manganellata in più perchè diventati tutti violenti.
bravi

Replica

Diddy 20 dicembre 2005 alle 10:31

Borghezio piffero di montagna!

Replica

morfeo 20 dicembre 2005 alle 10:41

Un dialogo tra teste di cazzo nella lingua che conoscono meglio.
E’ quasi comico quanto si odino e quanto invece siano simili tra loro questi personaggi.

Replica

Francesco 20 dicembre 2005 alle 10:42

Ma quelle teste di cazzo delle ferrovie dello Stato quando la smetteranno di mettere i treni a disposizione di gente che non ha voglia di pagarsi il biglietto?
Trovo insultante per chiunque paghi tasse e biglietti questa oscena abitudine.
Su Borghezio, potrei fare il destrorso e plaudire al ricorso alla giustizia privata; la prima volta che vedo un anarchico o un nogglobal a spasso per la mia città reagisco alla provocazione e lo tiro sotto con l’auto …
Hai ragione Rolli, tira una brutta aria.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 10:45

et voilà,
che te dicevo?

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 10:49

Vedo che il forum, giorno dopo giorno, si sta alzando a un livello veramente eccezionale. Ovviamente nulla a che fare con i principi del liberalismo e il dibattito delle idee ma l’enunciazione di principi originati da ideologie che ormai conosciamo bene per averle viste all’opera nel mondo:
Se non la pensi come me sei uno stronzo ed ho il diritto di menarti o minimo minimo, ti sta bene, te la sei cercata. Non voglio parlare poi di chi professa un credo religioso “incompatibile” con l’ideologia dei “signori” che infestano il forum.
Complimenti!!!!

Replica

Rolli 20 dicembre 2005 alle 11:38

Nessuno criminalizza i no-Tav nella loro totalità ( anche perchè dovrebbe essere una sigla riferita ai valleggiani – tutti pacifici, nessuno escluso, come hanno ben dimostrato – e non ai simpatizzanti più o meno dell’ultima ora), certo è che tra i no-global gira sistematicamente troppa gente violenta.
Ma violenti sono anche coloro che sminuiscono l’episodio, estremamente grave, cercando di attribuirlo alla provocazione della stessa vittima. E’ indecente che a sinistra ancora non si riesca a condannare senza se e senza ma la violenza proveniente dalle proprie file, e anzi quasi la si giustifichi.
(le foto di Borghezio non lasciano dubbi sull’entità del pestaggio)

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 11:48

rolli, io non sminuisco nulla, ma borghezio è salito lui su un treno speciale pieno di contestatori.
pensi fosse un caso?
pensi sul serio non fosse una provocazione?
io reputo il gesto tale e quale al saluto romano di di canio nello stadio del livorno.
oh, in televisione non pareva avesse il naso fratturato.
in più la questura gli ha ripetutamente sconsigliato di salire sul treno, cosa voleva dimostrare?
è un buffone ed è riuscito perfettamente nel suo intento.
e, mi ripeto, dovrebbe pagare, lui e quei quattro imbecilli che gli hanno messo le mani addosso.
più chiaro di così.

Replica

Rolli 20 dicembre 2005 alle 12:16

Scusa Silvestro, se tu dovessi tornare a casa e ti dicessero:”Guardi, non salga sul treno perchè ci sono manifestanti di destra” tu davvero non lo faresti? Guarda che è inaccettabile questa cosa. Ti rendi conto che passa il concetto della liceità dell’aggressione?
Se vedo Bernocchi, che ritengo un personaggio disgustoso, non gli sputo in faccia, e non chiamo a raccolta i picchiatori per pestarlo.
Mi limito a tenere la più netta distanza fra me e lui per evitarne anche la sola vista, che mi fa letteralmente schifo.
Bernocchi ha il diritto di andare dove vuole, esattamente come Borghezio, senza dover tenere conto della feccia in agguato.
Il fatto è che i violenti e i linciatori alla fine vengono sempre giustificati, quantomeno con il “concorso di colpa” di rito, ed è una vergogna.
Non capisco come tu possa dedurre dalla televisione che non avesse il naso fratturato; il naso può fratturarsi, e pure seriamente, anche senza segni esterni (che tuttavia c’erano).

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 12:17

Rolli, l’intervento di silvestro mi convince che e’ tempo perso ragionare con lui e quelli come lui; non serve a niente spiegare che ha preso un treno e non si e’ infilato nella macchina di uno dei “signori” che lo hanno menato. A silvestro posso solo consigliare, di presentarsi alla sua assicurazione e denunciare di avere subito una scarica elettrica: il cervello non te lo puo’ ridare nessuno, ma un congruo indennizzo si. E poi diciamocelo, che te ne fai del cervello? Viste le idee ti puo’ essere solo d’impaccio.

Replica

Joe Tempesta 20 dicembre 2005 alle 12:19

Sottoscrivo pienamente il pensiero di Rolli.
La violenza è da condannare sempre, i se e i ma si possono semmai fare in un altro momento.
Anche se la violenza è rivolta a uno schifo di persona come Borghezio.

Replica

bill 20 dicembre 2005 alle 12:27

Silvestro, fai uno sforzo. Primo: i treni non sono proprietà privata di quei quattro stronzi violenti vestiti da day after, a cui partiti come Rifondazione lisciano il pelo. Secondo: sono più di trent’anni che a questi cessi dell’ultrasinistra tutto è permesso. In Val di Susa assalgono la polizia: quanti arrestati? Zero. E danno loro pure i treni gratis (tanto queste merde col culo che pagano alcunchè). Ma per quanti decenni ancora bisogna assistere alle violenze di questi animali? E tu vorresti far pagare Borghezio, perchè non ti piace quello che dice? Ma non dire sciocchezze, sù.

Replica

Diddy 20 dicembre 2005 alle 12:30

Facciamo un gioco: domenica vai allo stadio a vedere la Lazio con la sciarpa della Roma e la maglietta del Che(o viceversa).
Poi vai a denunciare tutti perchè tu puoi andare dove vuoi vestita come vuoi: cosa sacrosanta ma, come ogni cosa, deve essere integrata in un contesto.
Ovviamente nessuno ti cagherebbe, ne ti darebbe della solidarietà, perchè non sei una faccia nota della tv (non ancora almeno che io sappia :))
Salire su un treno di gente che ti odia non è furbo, o lo è molto: dipende cosa riesci a portarti a casa, oltre agli schiaffi naturalmente.
Io quoto Silvè, chi ha picchiato Borghezio merita, ovviamente, i problemi legali che spettano a chi pesta un vecchio.
Che però sia successo a Borghezio, a me, in fin dei conti, fa sorridere.

Replica

Rolli 20 dicembre 2005 alle 12:40

No, a me non fa sorridere, e nemmeno la giustificazione da stadio, dove appunto volano coltelli, motorini giù dalle tribune, morti e feriti.
Ti rendi conto che siamo arrivati al punto di dire”be’ certo sì, magari non si fa, ma quello urlava viva Roma nella tribuna della Lazio”
Sono allibita

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 12:41

Facciamo un gioco: vediamo chi riesce a spiegare a silvestro e diddy che chi la pensa diversamente da noi non va picchiato e il fatto che venga picchiato non fa sorridere per niente. Non solo non mi viene in mente di prestare al violento la minima giustificazione ma pretendo che sia associato alle carceri nel piu’ breve tempo possibile. Un inciso: un romanista che va a vedere la partita della lazio deve essere un po’ fuso; nonostante cio’ pretendo ovviamente che non venga picchiato.

Replica

bill 20 dicembre 2005 alle 12:44

Sì Diddy, fa sorridere perchè siamo abituati a subire. Allo stadio come sotto casa. E’, estremizzando, come dire ad una donna molestata che siccome portava la minigonna se la cercava. E sarebbe stata la stessa cosa se ad essere pestato fosse stato, che so, Lucarelli fuori dall’ olimpico. Si vive così, con la teppa che fa quello che le pare. Poi dice che il paese è in declino..

Replica

bill 20 dicembre 2005 alle 12:47

Il brutto, quello che fa vomitare, è che poi a questa manica di stronzi anelluti le si dà pure una dignità politica. Mentre rappresentano il nulla nella sua totale animalità.

Replica

Manuele 20 dicembre 2005 alle 12:49

Sono sincero, se penso a tutto l’odio che ha propinato e propina Borghezio ogni volta che apre quella fogna di bocca… non riesco a provare compassione per lui.
E se fossi stato su quel treno senz’altro sarei andato da lui ad insultarlo per tutto il viaggio.
Lui di rispettoso e democratico non c’ha neppure le unghie dei piedi, non vedo perché ci si aspetti che venga trattato con rispetto democratico.

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 13:04

Finalmente Manuele & C hanno spiegato cosa intendono per confronto delle idee: “E se fossi stato su quel treno senz’altro sarei andato da lui ad insultarlo per tutto il viaggio.”
Siete peggio, molto peggio di Borghezio!!!!!!!!!!

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 13:13

bill,
stai calmino prima di tutto e prova a pensare che era un treno speciale.
sai cos’è un treno speciale?
franco ,borghezio ha fatto la stessa cosa del romanista, solo che gli è andata benissimo e ora si fa bello mostrando un collarino.
solo che borghezio non è fuso, è un provocatore.
rolli, io non sto affatto difendendo nessuno, tu stai difendendo borghezio?
lo sai chi e che cosa ha fatto borghezio?
ordine nuovo? ronde di picchiatori? fuoco a baracche? picchiare bambini marocchini?
borghezio oltre ad essere sconsigliato di salire su quel treno speciale, gli si doveva negare, oltre la scorta, anche quei due della polfer.
il “procurato incidente” è reato.
come reato è stato prenderlo a schiaffoni.
o no?
o vogliamo essere al di fuori della realtà e manovrarci la cosa come meglio fa comodo ai nostri convincimenti?

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 13:25

A sentire silvestro mi prende un senso di impotenza, di inadeguatezza a fargli capire i principi di una moderna democrazia. Penso che l’uomo dell’eta’ della pietra aveva un concetto di comunita’ piu’ profondo di questo troglodita del 2000.
Hai ragione silvestro, ai “nemici” bisogna spaccare la faccia tanto di idee da discutere non ne hai!

Replica

DazCon 20 dicembre 2005 alle 13:32

E se invece di Borghezio in un treno pieno di noglobal, fosse stato.. che so… Diliberto (tanto per fare un nome di uno che mi sta sul culo) a salire su un treno di skinheads? E se da questi fosse stato spintonato, aggredito, e magari anche menato?
Gia’ vedo i titoli a caratteri cubitali sulla “vile aggressione fascista”.
Chissa’ perche’ con certa sinistra si devono usare sempre due pesi e due misure, e negare l’aggressivita’, il desiderio di violenza che e’ in loro.
Ha ragione Rolli, io mi preoccuperei dell’arietta che si respira.

Replica

Diddy 20 dicembre 2005 alle 13:47

Franco, ti prego, dimmi dove Silvestro dice che bisogna spaccare la faccia ai nemici?
Altrimenti piantala di travisare un discorso che è abbastanza semplice e chiaro da capire.
Te lo espongo in semplici passi:
A) Una persona non va picchiata MAI, soprattutto se è vecchia e obesa. Qualunque cosa possa aver detto e fatto una persona non va picchiata.
B) Se pesti un parlamentare che è li apposta per provocarti sei veramente idiota. Questo la dice lunga su quanto io “giustifichi politicamente” i nogglobbal: idioti violenti che al posto di una bandiera calcistica usano una bandiera diversa per giustificare la loro voglia di menare le mani.
C) Borghezio è uno che se la è andata a cercare a bella posta e ci è riuscito benissimo. A te sembra fuso uno che va con la sciarpa giallorosso a vedere la lazio ma giudichi del tutto normale che Borghezio vada nelle carozze dei noglobal. Curioso.
A+B+C: quelli che lo hanno pestato sono degli idioti e vanno puniti anche fosse solo per la loro stupidità; d’altra parte Borghezio che da sempre propone “i calci nel culo” a chi non gli va a genio ha trovato gente che ha seguito i suoi “insegnamenti politici”.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 13:55

franco, non hai capito una cippa.
è inutile che te lo ripeto

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 13:59

dazcon,
e si vede che non ti guardi in giro, perchè non c’è bisogno di trovare un diliberto(che precedenti per violenza non ne ha, a differenza di borghezio)aggredito da fascisti su un treno speciale.
diliberto non è così imbecille,o così furbo

Replica

Minerva 20 dicembre 2005 alle 14:05

Sarà, ma a me la storia della provocazione fa pensare alla tizia stuprata perchè “peggio per lei che va in giro con la minigonna”.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 14:09

dici minè?
sei proprio sicura sicura?

Replica

DazCon 20 dicembre 2005 alle 14:14

Silvestro, guarda che Diliberto era un nome come un altro, il punto era che quando questi bravi ragazzi picchiano Borghezio, impediscono ai diplomatici israeliani di parlare nelle universita’, e cosi’ via ci si precipita in un coro di giustificazioni.
Come negli anni 70 si chiamavano compagni che sbagliano e nei movimenti giovanili era diffusissimo il motto “uccidere un fascista non e’ reato” ecco questi sono i loro pargoletti.
Che Borghezio sia un provocatore nessun lo nega, comunque sia e’ stato aggredito.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 14:16

scusa rolli, non avevo letto il tuo commento.
non era un normale treno.
era un treno speciale.
la polizia ha sconsigliato borghezio di salirci.
se ero coperto con una bandiera falce e martello (non sono famoso come borghezio) e tentavo di salire su un treno speciale pieno di militanti di destra incazzati, le prime botte che volavano sarebbero provenute, giustamente, dalla celere

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 14:19

dazcon, io sto cercando di non fare un minestrone di tutto.
e ho ripetutamente condannato gli aggressori, desidero fortissimamente che paghino, come vuole la legge.
non vorrei ripeterlo all’infinito.
ma il comportamento di borghezio è irresponsabile, soprattutto verso chi casini non ne voleva e verso chi lavora per l’ordine pubblico.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 14:21

quindi non ne facciamo un martire che non se lo merita.
perche se invece di quei 4 teppistelli fosse stato pestato da una nigeriana dopo che le aveva spruzzato il disinfettante addosso, non avrei avuto nulla da dire.
e su questo sono sicuro

Replica

orlandofurioso 20 dicembre 2005 alle 14:25

Borghezio è stato picchiato da una masnada di dementi che in un paese normale non dovrebbero nemmeno girare indisturbati.
Per quanto mi riguarda ha tutta la mia solidarietà.
Ma quando la smetteremo di far finta di nulla davanti a certi scempi della nostra democrazia?
Un uomo adesso non è più libero di salire su di un treno solo perché certi vagoni sono stati destinati a dei delinquenti?
Ma stiamo scherzando? Non sarebbe l’ora di farla finita di finanziare certa marmaglia al solo scopo di creare disordini?

Replica

DazCon 20 dicembre 2005 alle 14:28

Secondo me abbiamo focalizzato due punti diversi della questione, Silvestro ha puntato la provocazione di Borghezio, che non e’ la prima e neanche l’ultima; io invece mi preoccupo che di questo episodio come di altri accaduti in precedenza in cui i “bravi ragazzi” usano la violenza fisica e verbale contro chi non la pensa come loro quasi tutta la stampa di sinistra si precipita a trovare delle giustificazioni o a sminuire la gravita’ della cosa. Mi preoccupa questa sorta di negazionismo, perche’ quando le stesse cose accadono per mano di neofascisti vengono condannati unanimemente.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 14:29

orlà,
d’accordo su tutto.
non capisco chi è finanziato però, parli del deputato borghezio?

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 14:35

daddy: “A+B+C: quelli che lo hanno pestato sono degli idioti e vanno puniti anche fosse solo per la loro stupidità”
Non sono degli idioti: sono dei delinquenti!!!
Ancora una volta fai a non capire. Questi figuri sono indegni di vivere in un sistema democratico.
Chi pensa che abbiano fatto una marachella e sotto sotto hanno fatto bene a menare e’ un degno compagno di merende di questi gentiluomini.
Chi prende un treno in cui viaggiano a sbafo dei “signori” che la pensano diversamente e viene menato, e’ una vittima non un provocatore.
Quindi basta con la difesa dei delinquenti. Spero di essermi spiegato.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 14:39

daz,
io mi sono fatto parecchie manifestazioni.
chi usa la violenza mi danneggia.
mi danneggia perchè poi la carica della polizia non guarda in faccia a nessuno, perchè l’immagine della manifestazione se ne va a puttane e si viene accumunati a quei quattro imbecilli.
non a caso il servizio d’ordine dei sindacati non è mai stato tenero con questa gente.
di aggressioni ce ne sono in continuazione, non ultime quelle ad una rappresentate dei verdi a mentana durante le ultime elezioni regionali.
non sempre quelle dei neofascisti vengono fuori.
comunque siamo lì.
quello che non voglio è che i manifestanti della tav vengano tutti bollati come violenti, che gli elettori di sinistra idem come chi manifesta contro la politica dell’economia globale.
me la prendo anche con borghezio perchè quello era il suo scopo, e c’è riuscito a quanto pare

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 14:41

franco, borghezio voleva essere aggredito.
se non lo pensi sei un ingenuo.
se non lo vuoi pensare sei in malafede.
mettiamoli tutti i puntini sulle i

Replica

f 20 dicembre 2005 alle 14:50

silvestro, ultimo tentativo poi smetto; ti faccio una domanda semplice semplice alla quale devi rispondere con un si o un no:
Coloro che aggrediscono un avversario politico, indipendentemente dal loro credo politico, sono dei delinquenti si o no?
A te la risposta.

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 14:55

A complemento inserisco un link per meditare:
http://www.ilfoglio.it/articolo.php?idoggetto=25885

Replica

bill 20 dicembre 2005 alle 14:59

I puntini sulle i stanno nel fatto che l’ultrasinistra ha congenito il vizio di menare le mani. Come l’ultradestra, per carità. Resta il fatto che mentre gli ultradestri sono quattro gatti spernacchiati da tutti, quegli altri stronzi sono coccolati da mezzo mondo politico. E dai media: mi ha fatto schifo il TG5 dell’altra sera, quando uno scodinzolante giornalista (?) tutto contento si complimentava con un noglobal della minchia per non aver fatto violenze. Complimenti al giovane arrabbiato, che è stato calmo! Roba da matti. Siamo alla cialtronaggine assoluta.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 15:00

f,
ti rispondo riprendendo pezzi dei miei commenti.
“spero che chi l’ha picchiato paghi, e spero che anche borghezio paghi.”
“e, mi ripeto, dovrebbe pagare, lui e quei quattro imbecilli che gli hanno messo le mani addosso.”
“il “procurato incidente” è reato.
come reato è stato prenderlo a schiaffoni.”
“ho ripetutamente condannato gli aggressori, desidero fortissimamente che paghino, come vuole la legge.
non vorrei ripeterlo all’infinito.”
“chi usa la violenza mi danneggia.
mi danneggia perchè poi la carica della polizia non guarda in faccia a nessuno, perchè l’immagine della manifestazione se ne va a puttane e si viene accumunati a quei quattro imbecilli.
non a caso il servizio d’ordine dei sindacati non è mai stato tenero con questa gente.”
ora rispondi tu a questa mia domanda, borghezio voleva prendere quel treno perchè doveva andare da qualche parte, o perchè voleva far accadere quello che è successo?
perchè anche quello è reato.

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 15:03

Bill, se leggi il link che ho postato capirai dove i nostri eroi silvestro, daddy etc prendono le “munizioni”. Ancora complimenti.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 15:03

aggiungo che borghezio è uno che mena per ideologia politica.
è identico a quei cialtroni.
bill, tu sei fuori dal mondo.
lo sai chi ha organizzato l’ultima adunata a roma di forza nuova?
fossi un qualunquista direi:che si ammazzassero tra loro”
sono una persona civile e dico: che paghino.
anche se uno dei due è un deputato della repubblica italiana

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 15:05

vabbè, con la malafede non riesco a discutere.
ciao

Replica

Cantor 20 dicembre 2005 alle 15:10

Che vi meravigliate? La sinistra tenera con i picchiatori rossi e insinuante con i picchiatori neri alla Borghezio è una novita?
Ma no, dai non me la bevo questa, non è mica una sorpresa.
Le sorprese verranno dopo le elezioni, quando questi metodi saranno pure giustificati dal governo di sinistra, dai magistrati di sinistra, dai poteri di sinistra, perchè TUTTO sarà di sinistra, anche i pestaggi legalizzati, tipici della sinistra.
Gli anni ’70 non ve li ricordate più?

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 15:13

Ulteriore considerazione: oggi ho capito come funzionano i vari Mugello d’Italia. Perche’ sono abitati dai vari silvestri daddy etc che idee proprie non ne hanno ma sia su chi votare che per cosa dire si abbeverano alla fonte ogni mattina e poi la ripetono papagallescamente tutto il giorno.

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 15:16

allora,
voglio che mi linkiate un solo rappresentante della sinistra che ha plaudito all’aggressione di borghezio.
voglio che mi facciate vedere un solo mio intervento a favore dell’aggressione.
altrimenti siete fuffa.
cantor,
abbiamo avuto 5 anni di governo di sinistra, sei stato picchiato legalmente?
smettiamola di dire fregnacce

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 15:17

franco,
non mi hai risposto.
nè alla mia domanda precedente nè ora.
fuffa

Replica

silvestro 20 dicembre 2005 alle 15:20

ancora nulla?

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 15:26

silvestro, fessi si ma fino ad un certo punto; le “tecnologie” della sinstra sono state utilizzate tutte, come al solito:
1)e’ un provocatore; “Noi esprimiamo tutta la nostra indignazione per la provocazione di Borghezio”
2)a chi giova?
3)sono compagni che esagerano “Sono stati degli sciocchi”
etc..
Ti sembra niente?
A proposito, sei andato all’assicurazione per il danno elettrico?

Replica

Il Griso 20 dicembre 2005 alle 15:30

Silvestro, Cento è un ‘rappresentante della sinistra’? E le seguenti dichiarazioni, riportate nell’articolo del Foglio linkato un po’ più sopra, ti risultano smentite dall’interessato o da qualcun altro?
ìBeh, che c’è da condannare? E’ un episodio che non ci appartiene, ma da qui ad esprimere solidarietà ce ne vuole. Bisogna dire che a Borghezio i treni non portano fortuna, dopo quello che lui ha fatto alle immigrate prostitute. Chi semina vento, raccoglie tempestaî.

Replica

Il Griso 20 dicembre 2005 alle 15:41

Allora, silvestro si lamentava alle 15:20 di non aver ancora ricevuto risposta al suo commento delle 15:16. Sono le 15:41 e non ha ancora risposto al mio commento delle 15:30, nÈ a quello di franco delle 15:26.
Che è successo, ha ingoiato Titti?

Replica

Cantor 20 dicembre 2005 alle 15:45

@ Silvestro:
Durante gli anni dei governi Prodi, D’Alema ecc. tirava un vento diverso, era prima dell’11 Settembre e prima dell’avvento dei no-global degli Agnoletto e Casarini.
Adesso “si sono rislvegliate le coscienze”, c’è un “grande” movimento (come dicono i Bertinotti&C), insomma il vento soffia forte.
Soffia così forte che basta che un Borghezio qualsiasi salga sul treno che scoppia l’incendio!
Ma l’incendio, di per sè, non è un problema fino che i pompieri fanno il loro dovere.
Ma quando i pompieri stanno all’ala che fu del grande Gigi, la sinistra, nella mano destra hanno un secchiello pieno d’acqua e in quella sinistra un bel detonatore (la stampa di sinistra, l’avete letta in questi giorni? letta bene?).
Quello che voglio dire è che tra poco i pompieri saranno tutti di sinistra, il rischio è che lascino i secchielli a casa…sigh!

Replica

eMi 20 dicembre 2005 alle 15:58

@ silvestro: tue parole “spero che chi l’ha picchiato paghi, e spero che anche Borghezio paghi.” Cosa dovrebbe pagare Borghezio? Il fatto di essersi fatto menare “scientemente”? Se, supponendo la vostra prospettiva vera, ha provocato mi puoi dire a quale reato questa “provocazione” si ascrive? Uso provocatorio di un treno riservato a teppisti?
Il coro di se e di ma di buona parte della sinistra È assolutamente vergognoso. Un’aggressione È un’aggressione, punto. Fosse stato Borghezio o uno di Forza Nuova il problema non cambia, la violenza È sempre intollerabile. Come qualcuno ha già scritto, la tendenza a menar le mani È tutta a sinistra.
Hai ragione Rolli, tira una bruttissima aria

Replica

Diddy 20 dicembre 2005 alle 16:06

Franco: Io mi sono chiarito ti ho mandato A+B+C , tu hai estrapolato una frase e hai continuato a travisare.
mi sembra di stare a palare con Socci. Detto tutto.
Se vuoi continua a pensare a chi mi da le “munizioni” e continua a confondere le acque. A me non frega niente.
PS) Non ti fare vedere sul treno: io e Silvestro siamo due violenti :DDDDD

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 16:14

diddy, le chiacchere stanno a zero, vuoi rispondere tu con un si o un no al quesito che ho rivolto al tuo compare silvestro e che ripeto sotto?
Coloro che aggrediscono un avversario politico, indipendentemente dal loro credo politico, sono dei delinquenti si o no?
A te la risposta.

Replica

Diddy 20 dicembre 2005 alle 16:19

Si, certo, sono dei delinquenti lo avevo già detto ma te lo ripeto.
Dimmi, Franco caro, tu come avevi interpretato il punto A?
“A) Una persona non va picchiata MAI, soprattutto se è vecchia e obesa. Qualunque cosa possa aver detto e fatto una persona non va picchiata.”
Mi sembrava di essere stato chiaro. evidentemente no.

Replica

Diddy 20 dicembre 2005 alle 16:22

PS… a leggere bene ed a voler puntualizzare … io il compare lo sono solo della tua mamma.
OK?

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 16:23

mi fa piacere: sono dei delinquenti senza se e senza ma.
Perfetto.

Replica

OrlandoFurioso 20 dicembre 2005 alle 16:43

Silvestro io capisco quello che dici ma qui il punto, almeno per me, è il principio democratico.
Quei selvaggi dei centri sociali cosa sono se non delinquenti inutili e dannosi per l’intera comunità?
Come se non bastasse i partiti come quelli di Rizzo di Diliberto e di Pecora li finanziano, li proteggono, li giustificano sbattendosene di quello che poi succede.
Borgezio se l’è cercata?
Se per te è normale che esistano treni a sbafo per certi loschi figuri e che le loro azioni siano sempre giustificate , allora si, il leone padano se l’è meritato.

Replica

franco 20 dicembre 2005 alle 16:54

Diddy, visto che vuoi puntualizzare, puntualizzo anch’io.
1)lascia stare mia madre che fra parentesi e’ morta.
2)il termine compare non aveva niente di dispregiativo ma faceva solo riferimento ad un legame da te dichiarato: “Non ti fare vedere sul treno: io e Silvestro siamo due violenti”

Replica

Diddy 20 dicembre 2005 alle 17:02

Di nuovo.
Io scrivo:
“PS) Non ti fare vedere sul treno: io e Silvestro siamo due violenti :DDDDD”
Tu riporti così:
“Non ti fare vedere sul treno: io e Silvestro siamo due violenti”

Replica

OrlandoFurioso 20 dicembre 2005 alle 17:03

Dai, adesso non menatevi :)

Replica

ventomare 20 dicembre 2005 alle 17:07

Allora facciamo così.
C’è stato il derby Roma-Lazio. Il derby è finito 3-2 per la Lazio. La Lazio ha vinto realizzando tre calci di rigore, di cui uno dubbio ed uno inesistente. Il tifoso più bastardo della Lazio, notissimo ai supporter della compagine avversaria, quello che ha tentato di dare fuoco ad un tifoso della Roma che conosceva mentre passava vicino casa sua, che ha malmenato due bambini solo perché avevano un astuccio giallorosso, che ha preso a sputi la moglie del barista romanista perché esponeva sulle sue vetrine il manifesti di Totti, contro ogni consiglio della polizia del servizio d’ordine dello stadio vuole testardamente salire su un autobus speciale dell’ATAC pieno di tifosi romanisti. E lo fa!
Come pensate che vada a finire?

Replica

Diddy 20 dicembre 2005 alle 17:08

il cicchetto ti è arrivato per due frasi che ti avevo lasciato passare: te le riporto integralmente.
“Bill, se leggi il link che ho postato capirai dove i nostri eroi silvestro, daddy etc prendono le “munizioni”. Ancora complimenti.”
“Ulteriore considerazione: oggi ho capito come funzionano i vari Mugello d’Italia. Perche’ sono abitati dai vari silvestri daddy etc che idee proprie non ne hanno ma sia su chi votare che per cosa dire si abbeverano alla fonte ogni mattina e poi la ripetono papagallescamente tutto il giorno.”
Dato che ti prendi la libertà di darmi del pappagallo e del senza-proprie-idee mugelliano io mi prendo le libertà che mi prendo… se vuoi rispetto dai rispetto.

Replica

ventomare 20 dicembre 2005 alle 17:15

Sempre a proposito del derby soprastante, se foste degli allibratori a quanto lo dareste il naso rotto del tifoso laziale, più o meno di 500:1?

Replica

Manuele 20 dicembre 2005 alle 17:36

Il problema è che Borghezio da anni ogni volta che parla vomita odio, induce odio, crea odio. Contro i suoi avversari politici e contro sÈ stesso. E’ stato vittima dell’odio che ha prodotto lui. Ergo sono cazzi suoi.
Se fosse successo a chiunque altro, a chiunque nella cdl, come Fini, Casini, Berlusconi, elio vito, schifani, larussa, storace, alemanno… avrei espresso rammarico e dispiacere. Se fosse successo a chiunque altro avrei parlato di inaccettabile aggressione politica in un paese democratico. Se fosse successo a chiunque altro…
A lui, a quello schifo d’uomo che è Borghezio, invece mi vien solo da dire, cazzi suoi e peccato che non abbiano pestato più forte.

Replica

Il Griso 20 dicembre 2005 alle 17:47

Manuele, viva la sincerità.
Prendendo per buono il tuo criterio, comunque, c’è un bel po’ di gente, a sinistra, che di odio digitale ne vomita a quintali, sul web (i link cercateli da solo, o chiedili in giro: non avrai difficoltà a reperirne): presumo non troverai nulla da eccepire, il giorno che qualcuno dovesse aspettarli al varco e pestarli.

Replica

ventomare 20 dicembre 2005 alle 17:56

Dai, Rolli, ma che esempi fai per parlare dell’aria che tira in Italia?
Fiorani, che, se non sbaglio, ha detto di aver prelevato 30 euro per servizi vari ad un milione di correntisti, che prosciugava i conti alle persone decedute, accumulando un patrimonio personale di 70 milioni di euro. E che adesso che l’hanno preso, prima si mette a piangere come un vitello, e poi ci viene a dire: “non vi preoccupate ve li ridò!”
Borghezio, che la cosa più carina che ha detto è che l’unico immigrato buono è l’immigato morto. senza rielencare le schifezze che ha compiuto nel corso della sua vita, si becchi un paio di cazzotti perché se ne è voluto andare in mezzo a quelli che odia di più.
Bell’esempio di sado-masochismo.
E questi per te sarebbero i casi per venire a dimostrare che il nostro paese ha un rigurgito di giustizialismo?
Anche Gesù si incazzerebbe di fronte a cotanta arroganza ed imbecillità. Poi magari li perdonerebbe, ma prima li prenderebbe sicuramente a calci in culo. Se basta.
Ci vuole più dignità, più moralità, più rispetto in questo paese. Basta con gli st…zi, ne abbiamo le balle piene, non li vogliamo più!

Replica

Manuele 20 dicembre 2005 alle 18:06

Griso, almeno qua dentro sempre viva la sincerità :)
Si, un fomentatore d’odio resta un fomentatore d’odio, qualunque sia il colore… Però almeno tra i deputati italiani mi pare proprio che Borghezio non abbia eguali, fortunatamente.

Replica

Rolli 20 dicembre 2005 alle 18:15

Non volevo assolutamente dimostrare che in Italia ci fosse giustizialismo, mi pare non ce ne sia bisogno.
Dico invece che nel nostro Paese si sta diventando più violenti, più impuniti, senza limiti, prepotenti, arroganti, forcaioli, nazistelli.
Spaccano la faccia a Borghezio e si giustificano i teppisti perchè così impara a prendere il treno dove loro, qualche fermata dopo, sarebbero saliti; se picchiano un tizio perchè urla forza Roma accanto a dei tifosi della Lazio è giusto, ecchecavolo, questa è provocazione grave, e via discorrendo. Del resto gli uomini che picchiano o violentano le donne in tribunale dicono che sono stati “provocati”, e non capisco perchè allora il ragionamento non fili. Ognuno ha il suo limite di sopportazione e il suo concetto di provocazione, no? Quindi va benissimo che il bambino di 13 anni venga massacrato dal compagno. Non vi rendete conto di dove siete arrivati e di dove arriverete, ragionando così. Detto da una che non mi pare sia in odore di santità. C’è un’aria pessima, e quel che è peggio è che in fondo nemmeno vi dispiace.

Replica

ventomare 20 dicembre 2005 alle 18:30

Ma che stai a dì! Arrestano uno che considerava i conti correnti dei clienti come il proprio dindarolo e tu ricordi Cagliari. Ma che fai il senso di colpa preventivo!
Si prende un cazzotto uno che nella sua vita non ha fatto altro che darli e tu lo prendi ad esempio di vittima dei violenti e violentatori italiani?
In Italia c’è sicuramente un clima peggiore di legalità e di solidarietà, ma non è dovuto a questi casi che rientrano nella “normalità”. Se tu, nella tua vita, non hai fatto altro che distribuire cazzotti, ti può capitare di prenderlo, prima o poi, o no?
In Italia il clima di violenza è legato alla crescita di menzogna, di menefreghismo, di interesse privato, di cattivo esempio, di televisione fatta per rimbecillire, di trush: trapianti di capelli, bandane, tacchi finti, cerone, profluvi di monologhi come ieri sera a porta a porta.
La rabbia che scaturiva da quel sequestro operato sulla parola era insopportabile. INSOPPORTABILE! Come un padre arrogante che parla, parla, parla, parla …… dicendo una cosa ed il suo contrario. Era deprimente vedere i direttori di giornale stare lì come inebetidi, disgustati e scoraggiati partecipare a quel delirante dibattito.

Replica

Manuele 20 dicembre 2005 alle 18:43

Rolli, siamo d’accordo che
1) Una donna stuprata è sempre una donna stuprata, per quanto alta possa essere la sua minigonna.
2) Un bambino ucciso è sempre un bambino ucciso (e non vedo chi possa giustificarne la morte)
E sono anche d’accordo che
3) in Italia si dovrebbe ambire ad una ragionevole sicurezza ovunque e per chiunque. Anche per il deputato razzista in un treno di no-global.
Anche per la vecchietta con i gioielli in vista alle 3 di notte in un quartiere poco raccomandabile. Anche per il tifoso con la maglietta di Del Piero in curva Sud.
Ok, siamo d’accordo. E siamo d’accordo che i picchiatori del treno, o gli scippatori della signora debbano pagare per il reato che hanno commesso. Ma ammetti che, a livello di SOLIDARIETA’ PERSONALE con le vittime sopra-citate, la vecchietta, il tifoso e Borghezio non possono stare al pari della donna stuprata o del ragazzino ucciso. Con un pizzico di buon senso certe situazioni, da cui lo Stato OGGETTIVAMENTE non è in grado di difenderti, uno le evita.

Replica

Rolli 20 dicembre 2005 alle 18:54

Mica ho detto che siete gli unici violenti (chi giustifica lo è, quindi sei dentro), arroganti, prepotenti ecc; ho detto che c’è un clima generale e in crescendo, ovunque. Vale per magistrati, banche, istituzioni, cittadini.
Le banche ti truffano perchè tanto sanno che nessuno ti ascolta e qualcuno sempre e comunque, a destra e a sinistra li protegge; i maschi picchiano e struprano perchè alla fine un occhietto di misericordia, non foss’altro per la provocazione, c’è; i politici prendono per i fondelli, imbrogliano, vessano, perchè comunque in qualche modo te la rigirano e alla fine, due istanti dopo il voto, sei un nulla; l’automobilista ti pianta un coltello in gola perchè “mi hai superati sulla destra, brutto stronzo, potevo ammazzarmi”; i tifosi pestano e accoltellano perchè sei uno juventino, e lanciano razzi e moto perchè “capiscimi, allo stadio ci si sfoga”; i no global impediscono di parlare ad un israeliano o pestano quel cane di Borghezio perchè si permette di prendere il loro (loro???) treno; in ospedale non ti danno la pillola del giorno dopo, infrangendo la legge e l’etica, perchè “guarda tu sono obiettore, ragazzina che scopi a vanvera”; a Napoli i poliziotti vengono picchiati quando tentano di arrestare i camorristi, con il quartiere intero che li aggredisce; a Milano e a Bologna due donne vengono picchiate per strada prima di essere violentate e la gente non interviene: caxxi loro, staran litigando. E potrei continuare per milioni di battute. Tutta ‘sta robaccia elencata è tollerata, non sconvolge più anzi, fa nascere meravigliosi dibattiti sulla “provocazione”, sulla “povertà”, su ogni sorta di giustificazionismo. E non ve ne rendete conto? Non vi preoccupa? Non sentite l’aria pesante? Davvero avete la faccia tosta di dare la colpa a Berlusconi e di lavarvi le mani tranquilli?
Ventomare, che idiozie dici? Io non piango sul car4cere di Fiorani, se la sua detenzione preventiva è corretta, mi preoccupa la voglia di manette a qualsiasi costo, l’indifferenza per la tragedia di Cagliari, l’essere monoculi, la violenza giustificata, il popolo bue, le piazze manzoniane, l’inciviltà. Non è più ovvio condannare la violenza, ormai è prassi giustificare con la provocazione. Come se lo fosse, una giustificazione.

Replica

ventomare 20 dicembre 2005 alle 19:11

Stai facendo una marmellata. Non è vero che se uno come Fiorani ruba nessuno se ne occupa. La magistratura, quella che tu inavvertitamente metti tra le cause di arroganza ha fatto il suo dovere. Con misura, con impegno, ha cercato le prove e le ha contestate senza nessun atteggiamento vendicativo. E’ proprio questo l’esempio, che c’è ancora chi si occupa democraticamente di legalità. Non puoi dare addosso ad uno ed all’altro.
La violenza c’è, è solo Berlusconi che la nega. Come nega le difficoltà economiche. Perché deve presentare il quadretto bucolico.
La magistratura, invece, adesso che se ne andata anche la Banca D’Italia è rimasta una delle poche istituzioni a salvaguardare la convivenza civile.

Replica

Rolli 20 dicembre 2005 alle 19:55

Ah sì, signora mia, la magistratura c’è: Tanzi è lì a dimostrarlo con tutti i suoi anni passati a truffare la gente senza che nessuno si occupasse di lui, mentre i magistrati si occupavano in grande stile del nembo kid della mafia: Silvio Berlusconi.
E c’è così tanto che vorrei andare a vedere quanti esposti (o pensi non ci siano stati?) contro l’Antoveneta, nei tempi passati, abbiano avuto seguito.
L’unico che può dire “la magistratura c’è” ritengo sia Berlusconi. Gli altri sono andati a Chi l’ha visto.
Altro che fette di kebab hai sugli occhi, tu..

Replica

ventomare 20 dicembre 2005 alle 20:29

Guarda che per incriminare una persona e poi metterla in condizioni di non nuocere, ci vuole la prova criminis. Di Tanzi non si era accorto nessuno, o meglio, quelli che se n’erano accorti erano complici. NÈ la Banca D’Italia, nÈ la Consob, nÈ le Authority, nÈ sindaci, nÈ società di certificazione. Come poteva saperlo la magistratura? Quando è venuto il momento se ne è occupata, con tutte le difficoltà e la delicatezza del caso. C’è da dire che ha aiutato un uomo della tempra e dell’onestà di Bondi. Quell’altro.
La magistratura quando arresta con le prove è giustizialista, invece quando non arresta è assente. Ci si decida!
E’ la politica che è stata assente o corrotta o corruttrice negli anni di tangentopoli. Cosa poteva fare la magistratura che aveva il dovere di intercettare e condannare il crimine? La gente si è uccisa perché si vergognava, non perché i magistrati sono stati eccessivi.
Gardini neppure è stato in carcere. E’ gente che era arrivata al capolinea della galoppata senza freni che aveva fatto per anni. E che ad un certo punto sentì, tutto in una volta, il peso del proprio comportamento asociale, che una politica scellerata aveva fatto credere fosse legittimo. Cosa buona e giusta.
Sentire ieri Berlusconi parlare di evasori fiscali faceva sembrare quel convegno vespico surreale, ancora di più di quanto già non fosse per i monologhi logorroici. Sentirlo parlare di reati finanziarie e di appropriazione indebita, di legalità. Era incredibile. Tutto suona così falso su quelle labbra quando si parla di legalità.
Via, via, ….. basta così, ne abbiamo abbastanza ed oltre!

Replica

ventomare 20 dicembre 2005 alle 20:36

notizia criminis

Replica

gmack 20 dicembre 2005 alle 23:54

Che palle. Ma niente di meglio che parlare di Borghezio o Di Canio ? Chi l’ha pestato è un cretino, è un cretino lui per motivi che sarebbe lungo elencare ma che dovrebbero essere ovvi, cretini noi che stiamo qui a parlarne…. per me ha la stessa valenza politica di un pestaggio tra ultras della curva, sinceramente di certi personaggi non mi interessa nemmeno parlare. Quindi perchè ho scritto questo commento ?

Replica

Pascual Maragall 21 dicembre 2005 alle 09:24

Che schifo! Questa del pestaggio l’ho saputa oggi. Vivo all’estero e in questi ultimi giorni mi sono informato tramite il sito di Repubblica. Nemmeno una riga. Forse non fa notizia il pestaggio di un Parlamentare. Vorrei sapere cosa ne pensa Zucconi, che fa tanta ironia sulla comunnicazione di regime di Mediaset.

Replica

Pascual Maragall 21 dicembre 2005 alle 09:27

E ci sono pseudo-pacifisti che giustificano il pestaggio. Non ho parole, dovremmo riscrivere il dizionario e non solo…

Replica

Mikereporter 21 dicembre 2005 alle 09:27

Gli atti di violenza sono sempre una chiara espressione di intolleranza politica. Pertanto accampare scuse su eventuali provocazioni da parte di Borghezio è solo un goffo tentativo di strumentalizzare la vicenda tipico di una certa sinistra estrema.

Replica

marcello 21 dicembre 2005 alle 09:35

in fondo, si possono quasi capire i picchiatori.
in effetti, leggendo i commenti di ventomare, dai quali si evince in maniera cristallina che cercare il colloquio razionale con lui sarebbe tempo sprecato, un certo prurito ai polpastrelli puo’ anche manifestarsi.
anche per invidia, in effetti.
e’ un gran comodita’, non doversi sforzare a pensare.
saluti.

Replica

Franz 21 dicembre 2005 alle 10:00

Ci la pensa diversamente da noi non va picchiato (e ci mancherebbe!) però qualche bomba in testa per insegnargli la democrazia possiamo sempre tirargliela

Replica

Mikereporter 21 dicembre 2005 alle 10:01

Premesso che non sono un simpatizzante di Borghezio, mi resta comunque difficile comprendere le ragioni di chi usa la violenza per giutificare le proprie ragioni qualunque esse siano.

Replica

Franz 21 dicembre 2005 alle 10:01

Chi la pensa diversamente da noi non va picchiato (e ci mancherebbe!) però qualche bomba in testa per insegnargli la democrazia possiamo sempre tirargliela

Replica

Pascual Maragall 21 dicembre 2005 alle 10:08

Meno male che siamo “noi” a esportare la democrazia e non tu, Franz, o i tuoi amici NOglobalNOtavNOdemocracy.

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 10:11

allora, scusate ma devo lavorà pure io ogni tanto.e titti m’è rimasto sullo stomaco.
non ho letto il link, se cento ha detto quelle cose è un imbecille.
io non ho mai giustificato i ceffoni, e se qualcuno lo scrive è un grandissimo bugiardo.
il problema non è che un qualsiasi rappresentante della parte politica avversa è entrato sul treno speciale di manifestanti.
il problema è che era borghezio.
ora, non lo farei mai, io, ma se proprio c’è qualcuno che me le strappa dalle mani è un picchiatore di bambini, razzista, fascista e violento.
non lo farei manco se viene a prendermi per il culo, come ha fatto.
ma se ci fossi stato mentre picchiava il ragazzino marocchino glieli avrei dati anche io due ceffoni, sono un violento per questo?
ricordo che il “procurato incidente” è un reato.
è il motivo percui le manifestazioni vengono deviate da luoghi potenzialmente pericolosi. ed è il motivo per cui spesso i manifestanti vengono manganellati se cercano di sorpassare quei limiti.
non trasformiamo borghezio in un martire, perchè voleva che accadesse quello che è successo.
e non è stato per la sua appartenenza politica, ma perchè è una merda d’uomo.
mi sono spiegato o devo scriverlo in stampatello?

Replica

Manuele 21 dicembre 2005 alle 10:24

Pascual, ma che cavolo dici? Repubblica ha dato la notizia come tutti… ed era linkata in prima pagina. Oppure è colpa di Zucconi se non sai manco leggere?
Franz grande, hai notato che qua all’improvviso son diventati tutti dei seminaristi? :)
Poi mi mancava l’accostamento finto-pacifista=picchiatore… lo attendevo con ansia. La manfrina blablabla da chi ha un rispetto per la vita degli altri che è inferiore a quello che ho io per le formiche del mio cortile… Voi tenetevi sulla coscienza le vostre migliaia di morti innocenti, e io il naso di Borghezio. Io dormo tranquillo. Voi pure…. LOL ^__^

Replica

Pascual 21 dicembre 2005 alle 10:44

So leggere benissimo, solo non avevo la lente d’ingrandimento per leggere le notizie linkate in basso, in carattere lilliput.
Oltretutto, non vedo perchè non si possa evidenziare l’ipocrisia e la violenza del pacifista picchiatore. Sicuramente non mi faccio insegnare il significato di pace da una persona che picchia un politico su un treno e meno che meno da chi lo giustifica.

Replica

Francesco 21 dicembre 2005 alle 10:46

Ciao Rolli,
oggi sono uscito con la maschera anti-gas. Non per l’inquinamento ma proprio per l’aria che tira. E che i commenti di questo thread mostrano tirare con gran forza.
Il benaltrismo di Ventomare e Manuele è bellissimo, del resto ricordo dei 25 aprile che ogni politico del Polo in piazza era una provocazione.
Poi quel vecchio bigolo di Ciampi parla di dialogo e collaborazione ….
Buon Natale
PS Silvestro, se invece di Borghezio ci fosse stato Formigoni o Martino o la Moratti, i tuoi amici gentiluomini avrebbero fatto delle differenze? Dai, non scherzare col fuoco che ci bruciamo tutti.

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 10:56

ciccio, coi se e coi ma che ci fai?
è successo a quella brava persona di borghezio e non ad altri.
a pilo anni fa non fu torto un capello, fu solamente insultato.
far passare la motivazione politica per quello che è successo è squallido
se tu fossi stato presente mentre disinfettava le nigeriane sul treno, saresti intervenuto?

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 10:57

e saranno amici tuoi, francè, miei non lo sono.

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 11:09

Ieri sera a Radio 24, durante una trasmissione nella quale si trattava dell’affare Borghezio, una ascoltatrice (presumibilmente di sinistra) che doveva esprimere il suo parere sull’accaduto dice:
ìÖ.ehm, ehm, ehm, insomma bisogna anche capire certi comportamenti (riferita al pestaggio) in un contesto di tensioneÖehm, ehmÖî
e il conduttoreÖîPuò essere un po’ più esplicita?î
ìÖehm, ehm, ehm, insomma viviamo in un periodo nel quale la gente è tesa perché stufa di vedere tutti quelli che la fanno francaÖehm, ehm, ehmî
E il conduttoreÖîDi che e di chi sta parlando?î
ìÖehm, ehm, ehm, beh, insomma, se guardiamo a tutte le volte che l’ha fatta franca Berlusconi, si può anche capire il perché di certi comportamenti violenti che derivano da uno stato di disagio, ehm, ehm, ehmî
E il conduttoreÖîRispettiamo tutte le opinioni e la salutiamoî.
Poi chiude la telefonata e dice: ìMa che cazÖ(caz…aggiunto da me) c’entra?î
Insomma preparatevi: dopo la vittoria della sinistra alle prossime politiche, anche al più buono degli elettori della CDL toccherà per lo meno una bella dose di olio di ricino, perché insomma, sti poveri no-global saranno un po’ tesi per tutte le assoluzioni che Berlusconi ha ottenuto in regolari processi.

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 11:12

ma non dire minchiate cantor.
sarà questa la campagna elettorale della cdl?
auguri

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 11:20

@silvestro
“ma non dire minchiate cantor.”
Veramente la mia era solo una battuta.
La minchiata mi pare che l’abbia detta la tua collega alla radio la quale, in una battuta, trovo che abbia descritto tutto del comune sentire della sinistra, no?

Replica

Pascual Maragall 21 dicembre 2005 alle 11:20

Come sono candidi questi violenti, figli di Travaglio.
Se sono capaci di giustificare Castro, credete che non siano capaci di giustificare un semplice picchiatore?
Certo che con un elettorato tanto fedele ed ossequioso la sinistra si può permettere di tutto.

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 11:23

La tua collega, per di più, era serissima e convintissima di quello che diceva.
E questa è la parte più preoccupante.
Anche se…potremmo pure noi cominciare a ragionare così e se in futuro saremo un pò “tesi”, sarà giustificato prendere a calci nel c…uno tipo Bertinotti? o Rizzo? o Diliberto? o Cossutta? Cioè uno di quelli che fanno dichiarazioni impresentabili tipo Borghezio no?

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 11:24

cantor, e allora non era tanto una battuta la tua.
questo accumunare la gente fa molto sorridere e fa molto comodo.
tutti i magistrati comunisti, tutti gli elettori di prodi violenti….bene bene.
io non mi permetto di accumunarti a borghezio o ar pecora.
non ti conosco e se non so la tua opinione non mi permetto di darti del razzista, picchiatore e fascista.
sono un ingenuo?

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 11:27

cantor,
dimmi quali dichiarazioni possono essere vicine alle violente assurdità di borghezio.
le voglio citate
pascual, mi viene da ridere, sei un esempio.
travaglio appoggia castro? sei confuso bello

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 11:38

@silvestro
No certo che non sei ingenuo, ma forse non ho spiegato bene il mio pensiero.
Lungi da me il pensare che tutti i magistrati siano comunisti o gli elettori di Prodi violenti, ci mancherebbe.
Il problema è il giustificazionismo a tutti i costi di certi comportamenti che mi fa tornare in mente, vista la mia tenera età, gli anni ’70 durante i quali i comunisti e l’intellighenzia di sinistra con Feltrinelli&C, giustificavano le bombe, le spranghe e le aggressioni in nome di “nonsisabenecosa”.
Ognuno è libero di avere le sue opinioni ma, attenzione, vorrei solo ricordare che poi Feltrinelli è saltato per aria proprio su una sua bomba, “giustificata”, ovviamente.

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 11:40

propongo un giochino.
cerco qualcuno che insieme a me dichiari pubblicamente di prendere a calci nel culo tutta la lega, poi picchiamo un bambino vicentino e pisciamo sul vessillo padano, tutto in diretta televisiva.
dopodichè imbandierati in una bandiera rossa andiamo ad assistere ad un comizio di borghezio.
e vediamo cosa succede.
ci state?

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 11:41

cantor, io l’ultima cosa che voglio è tornare a quei tempi.
ed ho già ripetuto che i responsabili del pestaggio vadano processati per lesioni.

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 11:42

devono essere

Replica

Pascual Maragall 21 dicembre 2005 alle 11:45

No, non sono per niente confuso, semmai lo è quell’elettorato di sinistra che legge e crede a Travaglio, vota comunista senza sapere che scrisse Marx, odia i cattolici e vota Prodi, predica pace e picchia le mani.

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 11:48

hai capito tutto della vita pascual.
non mi permetto di dirti nulla, non vorrei disturbare un equilibrio psichico dettato da inoppugnabili certezze

Replica

Pascual 21 dicembre 2005 alle 11:49

Ti ho convinto? Ottimo!

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 12:00

@silvestro
Sono dispiaciuto, vedo che pure tu, quando non hai più argomenti da opporre (vedi Pascual), cominci con qualche insinuazione strisciante, al limite dell’insulto.
Dai, argomenta no?
Smentisci il fatto che una buona parte dell’elettorato di sinistra sia spretato e voti Prodi (con il naso tappato, ovvio).
Io lo dico, candidamente: con il naso tappato voterò Berlusconi.
Che problema c’è?
Ma non insinuare dai!

Replica

Diddy 21 dicembre 2005 alle 12:28

Io leggo Travaglio (e lo apprezzo da morire), so cosa scrisse Marx (ma anche Heghel, Kant, Nietzsche, la bibbia, Stirner ecc ecc ) odio i cattolici e voto Prodi a sinistra nonostante io sia liberale (perchè Berlusconi e il suo free-riding sociale mi danneggiano gravemente) Non predico la pace incondizionata e non picchio.
Credo che tu abbia di fronte un confuso…
Ma ti prego… postami una tua foto in pvt che voglio vedere che faccia ha chi dice ste castronerie. Dai una certezza ha chi ha tanta confusione. Ti Prego. Fammi sto regalo. E’ natale.

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 12:48

@PASCUAL!!!!
Oh, sta attento a non postare la foto che se poi ti riconosce, quello, (Diddy) corri un rischio.
Sai quelli che leggono così tanto di quella roba, che odiano i cattolici e votano Prodi a sinistra, che dicono di essere danneggiati da qualcosa di “free” (trad. “libero” da “libertà”) e dicono che non picchiano, sono i più pericolosi, sai perchè?
Perchè possono farti dei bei danni, non fisici, ma psicologici, danni da arroganza intellettuale.

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 13:24

Aggiungo dal foglio e buona lettura:
Che bello linciare
Borghezio. Mirabile
l’impresa di un manipolo
di ordinari
delinquenti che hanno assaltato il parlamentare
leghista Mario Borghezio e lo
avrebbero picchiato ancor meglio e ancor
di più se non fossero intervenuti gli agenti.
Sull’argomento ho poi letto la lettera
esultante di una minorata mentale, un
brano raccapricciante che un lettore del
Foglio aveva scovato su un blog anti-leghista.
Da cittadino italiano che cerca di
capire, mi mancava qualcosa a chiudere il
ragionamento, a comprendere fino in fondo
quello che era accaduto. Poi ho avuto
un lampo, e ho capito. Era successo ñ nÈ
più nÈ meno che negli Stati sudisti americani
di un tempo ñ un tentativo di linciaggio
di un ìneroî, di uno che è altro e ha la
pelle diversa, di uno la cui esistenza è di
per sÈ un elemento di provocazione. Un
ragazzo nero era stato linciato in non ricordo
più quale Stato americano, solo perché
aveva mormorato delle parole di apprezzamento
nei confronti di una donna
bianca. Figuriamoci le ìprovocazioniî di
Borghezio, grande e grosso come è. E dunque
tentare di linciarlo venti contro uno.
Quel ìfascistaî come lo apostrofa la subumana
del blog scovato dal lettore del Foglio.
Bello pensare che la lotta politica italiana
ñ per come la intendono alcuni gruppi
di estrema sinistra ñ è arrivata ai livelli
del Ku-Klux-Klan. E pensare che dovevano
essere dei domani che cantavano da
quanto erano lievi e sereni.

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 13:44

diddy,lassa perdere.
direi che non hanno alcuna voglia di discutwere serenamente.
hanno trovato l’appiglio per giustificare il loro voto.
uno è contro l’esenzione dell’ici, contro l’attacco alla 194 e diventa immediatamente un odia-cattolici.
e via così.
hanno bisogno di pensarla così.
quando proveranno cos’è la vita reale si accorgeranno cosa significa un attacco ai propri diritti.
inutile perdere altro tempo

Replica

Pascual Maragall 21 dicembre 2005 alle 13:45

Già il fatto che apprezzi moltissimo Travaglio mi fa preoccupare.

Replica

Diddy 21 dicembre 2005 alle 13:50

Ho solo un rammarico:
Heghel invece di Hegel.
Cantor: sei uno spasso :DDDD

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 13:51

Silvestro,
se è inutile perdere altro tempo, perchè non vai a perderlo da un’altra parte così ci risparmi i tuoi commenti sa saputello arrogantello?
Vai a discutere nella “vita reale”, come la chiami tu, visto che noi siamo dei poveri derelitti che non sanno neanche cosa sia l’attacco ai nostri diritti.
Grazie.

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 13:53

Grazie Diddy,
lo dico sul serio.
Normalmente mi sarei preso un sacco di insulti.

Replica

Diddy 21 dicembre 2005 alle 14:01

Non ti preoccupare, te li sei presi anche qui, ma non te ne sei reso conto.
Un consiglio, quando non conosci le parole usa google, eviteresti di scrivere cose così deliziose:
” …che dicono di essere danneggiati da qualcosa di “free” (trad. “libero” da “libertà”)… ”
:DDDDD

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 14:04

Gente non perdete tempo con chi non vuol capire. I picchiatori rossi sono dei delinquenti e vigliacchi che non pagheranno per quello che hanno fatto perche’ protetti dai distinguo pelosi della sinistra. Leggetevi quanto ho copiato sopra dal foglio che personalmente sottoscrivo al 100%.

Replica

Cantor 21 dicembre 2005 alle 14:08

@ Diddy
Certo che me ne sono reso conto degli insulti!
Ma scusa Diddy, secondo te “free” da cosa deriva? Non vuol dire “Libero da” che fa rima con “Libertà” (freedom”)?
O forse mi sbaglio?

Replica

ettore 21 dicembre 2005 alle 14:09

Si dice che la violenza chiami violenza.
Quel che non si dice è che c’è una violenza buona ed una non e che ogni parte, in una discussione, ha la sua idea a riguardo.
C’è la violenza dei manifestanti che tirano le molotov e degli uomini in divisa che sparano,
la violenza dei blackblock che bruciano le auto a Genova e della ‘polizia cilena’,
la violenza dei terroristi e di quelli che bombardano.
Ciò che rende la violenza insopportabile, all’una o l’altra parte, è la considerazione che l’altrui violenza non sia giustificata dal fine e che le vittime della violenza tendono ad essere incolpevoli:
lo era Pinelli come le vittime di piazza Fontana,
lo erano quelli nel Wtc come i civili morti in Iraq.
Credo che siano considerazioni condivisibili e credo che l’esasperazione faccia il resto:
tutti compatiscono le vittime, tutti condannano l’atto che le ha rese vittime.
Poi c’è una minoranza che va oltre, che si augura che bruci all’inferno (ovvero che possa ricevere una punizione superiore a quella che dovrebbe o potrebbe assegnare la giustizia degli uomini) Calabresi piuttosto che Sofri, Bin Laden piuttosto che Bush, Borghezio piuttosto che quelli che l’han picchiato.
Ecco, probabilmente questi non sono diversi nè da Borghezio nè dai suoi aggressori che son poi la stessa cosa.
Io credo e spero che sia una minoranza e non dispero come la titolare del blog.
E che molti altri, per esasperazione finiscano per sembrare parte della minoranza.
Per sembrare.
Io stesso, avessi di fianco Borghezio lo insulterei nei modi adatti a non essere denunciato, visto che dopotutto (e nonstante tuto) è un parlamentare.
Ma, se vedessi che lo menano, interverrei in difesa, forse più per salvare l’imbecille che gli sta spaccando il naso e si sta così rovinando l’esistenza.
Borghezio ha le sue colpe, per alcune è stato condanato e per altre no: forse non ha ‘pagato il suo debito’ con la società.
I delinquenti che l’hanno aggredito probabilmente ed auspicabilmente pagheranno e la presunta e pretestuosa impunità del leghista non credo saranno una valida difesa…

Replica

Diddy 21 dicembre 2005 alle 14:13

Ettore santo subito!

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 14:24

Nei paesi occidentali non esiste una violenza buona e una cattiva: il codice la punisce indipendentemente da chi la fa. Solo nei paesi dittatoriali viene fatta la differenza, per cui ad esempio chi tenta di scappare da cuba puo’ essere condannato a morte….

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 15:04

Aggiungo, al posto dei discorsi scombinati inseriti nel thread, il giudizio di Sergio Romano sul Corriere:
“In questo caso credo che il giudizio della classe politica sia ancor più importante di quello della magistratura. Vi è un teppismo ideologico, soprattutto in certi Centri sociali, che alcune forze politiche hanno trattato con benevolenza e di cui sono diventate complici.
» ora che lo condannino.”

Replica

ettore 21 dicembre 2005 alle 15:26

Franco, non per contraddirti:
nei paesi ‘civili’, come tendono appunto ad essere i paesi occidentali, esiste per legge una violenza legittima, come quella che deriva dall’autodifesa per esempio.
Ed ovviamente una cattiva.
Nei paesi incivili, quali sono quelli in cui vigono dittature, non è questione di definire quale violenza sia lecita quanto il concetto stesso di liceità e legalità.
Ovviamente ove sussista una violazione di diritti umani non c’è civiltà e, se pure quelle violazioni sono giustificate (nel senso che vengono addotte motivazioni o pretesti), occorre tuttavia adoperarsi per porvi termine, occorre trovare un altro modo.
Ovviamente non sono quei paesi il modello da cui trarre esempi, a meno di non voler tendere a diventare come loro…

Replica

Mienseifa 22 novembre 2014 alle 00:32

come al solito asstiso all’ennesima strumentalizzazione di borghezio.faccio solo alcuni esempi:quando qualche utente legge su internet frasi del tipo “borghezio brucia capanne nelle quali abitavano dei poveri extracomunitari” “borghezio arrestato in seguito a manifestazione antiislam” o “borghezio spruzza spray disinfettante a delle nigeriane ke viaggiavano su di un treno delle ferrovie” questo utente deve sapere che nelle capanne bruciate ci abitavano degli spacciatori di droga che purtroppo non erano ancora stati sbattuti a pedate nel culo in galera, la manifestazione di bruxelles non era contro la religione islamica ma contro l’islamizzazione dell’europa ed assieme a borghezio in carcere ci e8 finito anke il presidente del parlamento fiammingo, le nigeriane ke hanno ricevuto kualke spruzzata da borghezio erano delle prostitute che si stavano tagliando le unghie sul sedile del treno.bene adesso che avete letto questo avete cambiato un po’idea su borghezio e sulla lega? avete capito che le azioni di borghezio sono delle provocazioni per fare capire alla classe dirigante italiana in che condizioni sono costretti a vivere i propri cittadini? avete capito che la lega vuole solo difendere la propria terra? anche a voi meridionali servirebbe un partito come la lega, un partito che difendesse la vostra autonomia, le vostre tradizioni, la vostra terra… e non dei politici ke lasciano i napoletani sotto cumuli di spazzatura e lasciano morire i propri cittadini nella mala sanite0.riflettete

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 15:26

sergio romano ha detto bene,ed ha ragione.
il problema è che ha detto cose differenti dalle tue, e tu manco l’hai capite

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 15:29

Silvestro, con la tua CPU a 1 bit, parli di cose che non capisci. Ritorna da titti.

Replica

silvestro 21 dicembre 2005 alle 15:34

sennò?
che fai, chiami borghezio?

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 15:36

Ettore, non stai contraddicendo niente, la legittima difesa non e’ violenza ed e’ prevista dalla legge in modi predefiniti.

Replica

Pascual Maragall 21 dicembre 2005 alle 15:43

Atti di violenza contro i leghisti sono accettabili. E’ questo che sostiene la stampa di sinistra e di conseguenza i suoi ossequiosi lettori. Aggiungiamo alla violenza fisica quella irresponsabile dei media e della opinione pubblica più ignorante.
Poi fate gli gnorri quando qualcuno osa dire che fate paura! Che angioletti!

Replica

Diddy 21 dicembre 2005 alle 15:48

Pascual… hai mica paura dei bei danni psicologici che la nostra arroganza intelletuale può fare, quelli di cui parlava Cantor?
Ma dai…. cosè? oggi vi siete dati l’appuntamento tutti qui?

Replica

John 20 novembre 2014 alle 15:16

Car ce ne sont pas de beuveries ulemits dont l e9tat est complice, qui lui font peur; c est de quelques mouvements spontane9s qu ils soient, et de quelque nature qu ils soient .

Replica

Manuele 21 dicembre 2005 alle 16:26

Mah, qua ancora nessuno risponde alle domande serie come quella di silvestro poco più su. Nessuno di voi avrebbe tirato un paio di legnate a Borghezio se se lo fosse trovato davanti mentre picchiava il bambino marocchino, o mentre spruzzava il disinfettante alle nigeriane?
Ecco, come ad un quiz, è semplice. Si o No.
Io si.
E non c’è NESSUN ALTRO POLITICO ITALIANO per cui alzerei le mani, nessuno. Nemmeno Castelli, nemmeno Elio Vito, nemmeno pecoraro scanio.
Forse magari a Casarini un paio di legnate le avrei date… soprattutto se me lo fossi trovato davanti a Venezia durante l’ultimo festival del cinema… ma questo è un altro discorso.

Replica

ettore 21 dicembre 2005 alle 17:00

Franco, allora non riesco a capire cosa intendi per violenza quando dici che la legittima difesa non è violenza.
A me pare evidente che una reazione violenta e ‘legale’ ad una minaccia sia comunque violenza.
Btw era per fare un esempio: può esserci una violenza legale per motivi di ordine pubblico, per farne un altro.
Pascual, dire ‘la stampa di sinistra’ per dire la sinistra per dire quelli che a sinistra sostengono che Borghezio se le meritava fa un pessimo servizio alla verità, visto che molti a sinistra hanno condannato l’episodio.
Non so chi abbia sostenuto che ‘le violenze contro leghisti sono accettabili’, tu riporti ma non citi, ma ipotizziamo che l’abbia detto uno a caso, un Rizzo per dire: sostenere che uno è la sinistra sarebbe come dire che Borghezio (piuttosto che un altro incivile e condannato) è la destra.
Sarebbe estremamente scorretto.
E pure offensivo.
Manuele, al di là del fatto che (come si dice) ‘se alzi le mani passi dalla parte del torto’: se alzi le mani sei un delinquente. E perseguibile: Casarini potrebbe denunciarti.
Come ti difenderesti ?

Replica

Manuele 21 dicembre 2005 alle 17:12

Boh, non lo so… Purtroppo certe cose se mi capitasse davvero di farle le farei d’istinto, senza pensare alle conseguenze.

Replica

Pascual Maragall 21 dicembre 2005 alle 17:46

Diddy, visto che fai lo gnorri?
Manuele, c’è modo è modo di condannare. A me non convince chi dice :”condanno un terrorista, però…”, “condanno un violento, però….” aggiungendo ragioni totalmente estranee.
Non mi interessa che Israele o Borghezio siano antipatici. Certe cose vanno condannate e basta, senza se e senza ma.

Replica

ettore 21 dicembre 2005 alle 18:03

Pascual: antipatici ?
Israele è una nazione impegnata in una guerra, con tutto quel che segue.
Borghezio è un parlamentare che predica infrangendo norme della Costituzione ed è stato condannato per violenze.
Usate allo sfinimento quest’espressione ‘senza se e senza ma’ e non vi rendete conto che è quanto di più scorretto, è un preconcetto ostentato: non ti interessa un obiezione a prescindere dal suo senso.
Ma allora che senso ha discutere ?
E come può dichiarsi intellettualmente onesto chi a priori non vuole sentire ragioni perchè le ha giudicate già prima di ascoltarle ?

Replica

Mudofar 20 novembre 2014 alle 13:46

Duriau Thierry: Merci de me traiter de con criatnif, c est appre9cie9 Au passage, je souligne e0 l attention des qui usent pour me de9signer les noms d ide9ologie en phobes qu une phobie repre9sente une peur, et non un rejet: on peut par exemple dire qu on a la phobie des araigne9es ou de l obscurite9, mais avoir l islam ou l e9tranger en phobie, c est un poil con Je n ai peur ni de l islam, ni de l e9tranger, ni de l homosexuel (je cherche je suis sur qu il y a autre chose) tiens, bah les juifs aussi!Pour faire plus simple, je ne sursaute pas quand je vois un sans-papier dans la rue.

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 18:13

Ettore: la violenza e’ una azione volta a sopraffare la volonta’ altrui con mezzi brutali. La legittima difesa e’ l’azione compiuta dall’aggredito per evitare di subire la sopraffazione. Proprio perche’ diversa dall’azione violenta e’ riconosciuta e disciplinata dalla legge.

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 18:23

Due cose:
1-Israele e’ imnpegnata si in una guerra, ma per la sua sopravvivenza.
2-Borghezio: non seguo la sua attivita’ e quindi non so ne’ per cosa e’ stato condannato ne’ cosa ha fatto. Posso dire pero’ che nessuno e’ autorizzato a menarlo, senza e senza ma. Come nessun altro. Punto.

Replica

Manuele 21 dicembre 2005 alle 18:32

Non capisco cosa c’entri Israele…

Replica

giancarlo 21 dicembre 2005 alle 18:59

A questo punto della discussione puo’ entrarci tutto :)

Replica

franco 21 dicembre 2005 alle 19:19

Per gli sveltoni(?!) che si chiedono cosa c’entra Israele, se guerdano una ventina di righe sopra noteranno che rispondevo a ettore. Buona notte e buon riposo

Replica

bill 21 dicembre 2005 alle 19:27

C’è un piccolo particolare, che i nostri democratici pacifisti del menga dimenticano: la Lega, che specifico non ho mai votato, non ha mai picchiato nessuno. E sfido chiunque a provare il contrario. In compenso, quelle brutte merde, e sono gentile, dell’ultrasinistra continuano in tutta Italia a picchiare gente di Forza Italia, Lega e compagnia bella, devastano i tavoli propagandistici, fratturano nasi a signore che hanno il torto di esporre idee, cioè quello che manca in quelle zucche vuote. tutto questo, nel simpatico silenzio-assenso dei media di merda a cui tanti si abbeverano, è successo in questi giorni in Emilia Romagna ( la civile, progressista, solidale Emilia Romagna). Altrettanto a Siena (la civile, solidale e sto paio di palle Siena) . Un trafiletto in ventesima pagina, e via. E poi leggo in un commento qua sopra che Borghezio, bella questa cazzata grande come una casa, sarebbe stato di Ordine Nuovo: peccato che ON sia stato sciolto 30 anni fa, se non di più. E lui c’era? Ma va là. Quando si dice essere informati…

Replica

Rolli 21 dicembre 2005 alle 20:02

Non credo, finchè non leggo su un giornale decente i fatti per come realmente si sono svolti, a Borghezio che picchia il bambino marocchino, così. Non per altro, ma le favolette a furia di raccontarle diventano Verità.
Detto questo: se vedo Borghezio che picchia un bambino, bianco o nero che sia, mi fermo e gli chiedo se si sia rincretinito e poi agisco di conseguenza. Se dovessi vedere Borghezio per strada, così come Pasquinelli o qualche altra brutta faccia, non mi sognerei di accerchiarlo, insultarlo o picchiarlo.
Poi siete simpatici, da aggressione questa è diventata legittima difesa. Strabiliante.
ciao Francesco, Buon Natale anche a te

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 02:25
Manuele 22 dicembre 2005 alle 11:26

Franco, l’avevo letto, ma non c’entrava niente lo stesso :)
Bill, nel post c’è scritto Forza Nuova, non Ordine Nuovo. Io non lo so, non mi interessa… ma per la precisione. Sul fatto che i leghisti non abbiano mai picchiato nessuno, ti posso smentire. Dodici anni fa, nel bresciano, in un bar di temu’ un ragazzetto di 16 anni toscano venne aggredito senza motivo da 3 teppistelli sui 18 anni che si dissero leghisti e che non volevano terroni tra i piedi. Il ragazzetto di 16 anni ero io e stavo giocando al bar senza rompere i maroni a nessuno.
Io ancora credo di aver solo incrociato 3 cretini… ma secondo il tuo metro di giudizio infantile, si puo’ dire che la lega ha picchiato.
Rolli, la storia del bambino marocchino e delle 750.000 di multa pensi che possa non essere vera? Ok… può darsi, non si puo’ mai sapere.
Ma la disinfettazione delle nigeriane nei treni venne ripresa dalle telecamere ed io l’ho vista.
Per me è un episodio altrettanto grave.

Replica

YukioMishima 22 dicembre 2005 alle 12:30

Borghezio può anche essere un cretino, ma siccome uno è (o meglio, è considerato) un cretino merita di essere picchiato? Se fosse giusto questo non voglio neanche immaginare quanta gente avrei pestato a sangue io!
In ogni caso, grande dimostrazione di chi sono quelli che vanno a manifestare per la “pace”…

Replica

Francesco 22 dicembre 2005 alle 13:38

Rolli,
ma i genialoidi alla Mieli e mandanti che appoggiano Prodi, si rendono conto di quanti amici pronti a menare la mani ha costui? E quanto pronti a vomitare tonnellate di fesserie per difendere il pestaggio di DUE POLIZIOTTI E UN PARLAMENTARE (stronzo, lo ammetto, ma cosa c’entra? io mica picchierei Loeluca Orlando o Oscar Luigi Scalfaro se li vedessi)?
O tanto vivono al sicuro dalla violenza che rischiano seriamente di scatenare?
Io sarei quasi un pochino preoccupato …

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 14:43

rolli,
sul bambino marocchino, sulla disinfestazione delle nigeriane, sulle spedizioni punitive con successivo rogo delle baracche degli immigrati non ci credi?
va bene, se te la vuoi vedere come ti pare.
gli amici di prodi francè?
manco ti rendi conto di quello che scrivi..
sei amico di borghezio tu?
o del pecora?
o dei forzanuovisti?
dei naziskin di potere politico?
ma vogliamo parlare seriamente o dobbiamo per forza farlo in modo puerile?

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 14:52

Se è avvenuto il fatto del bambino marocchino non credo che sia successo freddamente, con un Borghezio che vede un bimbo di colore e lo mena, anche perchè ritengo che la condanna sarebbe stata dura.
Sulla disinfezione delle nigeriane ne avevo letto, ma non spruzzava il disinfettante su di loro bensì sui posti dove si erano sedute. Non che diventi meritorio nè il primo nè il secondo episodio, certo che la dinamica cambia e non è poco.
Detto che Borghezio è personaggio disprezzabile, quanto e forse un po’ meno di un Pasquinelli, ad esempio, secondo il mio punto di vista, questo giustifica il linciaggio?
Sinceramente trovo vergognoso quanto sto leggendo

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 15:15

rolli, sai cosa è vergognoso?
è vergognoso accumunare 4 imbecilli ad un intero elettorato.
è vergognoso che 4 imbecilli l’abbiano menato
è anche vergognoso che un deputato della repubblica italiana salga apposta su un treno zeppo di no global portandosi dietro 2 disgraziati della polfer. solo ed unicamente per creare questo casino.
spero di essermi spiegato

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 15:27

Il treno non era pieno di no global, sono saliti dopo, come gli era stato preannunciato. Aveva rifiutato la scorta, esattamente come gli altri parlamentari che avevano partecipato alla manifestazione no tav. Non si è tirato dietro nessuno, gli agenti polfer sono intervenuti.
Vedi come si fa presto a cambiare la realtà in leggenda per poi farla passare per Verità e dire che Borghezio picchia i bambini marocchini sic et simpliciter?

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 15:28

E non erano 4 ma ben di più, appoggiati successivamente da Liberazione, ad esempio, e da tutti quelli che hanno giustificato l’episodio con la storia della provocazione e dei precedenti di Borghezio

Replica

Manuele 22 dicembre 2005 alle 15:29

Rolli, il disinfettante lo spruzzava nei vagoni con LORO presenti, umiliate e a chiedergli “Perché ci fai questo?” Una scena che se ci ripenso mi fa troppo bollire il sangue… se mi ci fossi ritrovato, ripeto, l’avrei preso a botte. A botte fino a che non chiedeva scusa in arabo.
Poi ti ripeto, voi tenetevi le vostre migliaia di morti innocenti sulla coscienza, io invece il naso di borghezio. Siamo contenti tutti e due, credo.

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 15:31

Temo che oltre al naso di Borghezio ti debba tenere anche tutte le vittime degli attentati terroristici islamici, giusto per usare il tuo metro.

Replica

puntini 22 dicembre 2005 alle 15:38

Mica tanto. Iil fatto che abbiano menato uno è ‘vergognoso’. il primo ‘vergognoso’ è una tua deduzione. Nessuno ha accomunato gli imbecilli alla sinistra. E la prossima volta che succede di un morto o un ferito allo stadio troverò vergognoso che l’imbecille morto o ferito sia voluto andare allo stadio perchè queste cose possono succedere. E’ normale. Se vai allo stadio sei un provocatore.
Roba da matti….

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 15:52

puntini, leggiti tutti i commenti prima di parlare per favore.
rolli,tu stai dando credito solo ad una delle interpretazioni di quello che è successo, quella di borghezio. punto.
io trovo strano che abbia rifiutato la scorta dei carabinieri ed accettato quella della polfer.
e trovo strano non pensasse di provocare disordini.
ma condanno l’aggressione, la condanno fermamente.
ed io voterò, mentre chi gioca a fare il rivoluzionario non lo fa.
quindi la brutta aria non la respirerai perchè vincerà uno schieramento democratico.
non fare lo stesso errore che ha fatto la sinistra prima del 2001, sarebbe sciocco.
anche perchè l’hai già vissuta una legislatura di “comunisti” e non ci sono state caccie al destrorso mi pare.

Replica

Manuele 22 dicembre 2005 alle 15:58

No rollina, io i terroristi li disprezzo e voglio contrastarli quanto te. Abbiamo solo divergenze sul “COME”. Tu la guerra invece l’hai appoggiata, pur sapendo che non c’entrava niente con il terrorismo di Bin Laden o di Hamas, e i morti innocenti sono tutti tuoi…

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 16:00

Guarda che la versione di Borghezio non è stata per nulla smentita, quindi non vedo perchè non dovrei dargli credito. Gli agenti polfer sono intervenuti in sua difesa e le loro dichiarazioni sono esattamente coincidenti con quelle di Borghezio.
Proprio perchè ho già vissuto una legislatura di sinistra ben me ne guardo dal votarla, soprattutto con Prodi

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 16:06

non la voti perchè noi elettori di sinistra siamo dei violenti?

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 16:13

rolli, l’hai linkata tu una delle smentite.
ne è pieno google di smentite.
in compenso ho trovato molte bravate del nostro buon parlamentare.
le vuoi leggere?

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 16:15

No, perchè ho visto come hanno governato. Il fatto che il centrodestra poi sia riuscito a deludere chiunque diventando invotabile, non nobilita l’operato della sinistra.
Devo dire che non ricordo di aver sentito a destra giustificare pestaggi, cosa che mi è capitato più volte con l’altra parte. Fermo restando che ritengo Fassino meglio di Giovanardi, ma Prodi peggio di Berlusconi

Replica

LR 22 dicembre 2005 alle 16:15

E che argomento sarebbe “ha fatto questo” “ha fatto quest’altro”? A provocazione (ammesso e non concesso che ci sia stata) si risponde con provocazione, c’è la satira feroce, al limite ci sono pure gli insulti, capita. Altrimenti dovremmo gonfiare come una zampogna tre quarti del parlamento.
Non capisco quale maledetto elemento in questa faccenda dovrebbe provocare e giustificare il salto dal piano della dialettica a quello delle botte.
Sì, forse è un discorso di fede, ma non ci si fa una gran figura a contestare il dogma dell’embrione-persona per poi inventarsi il dogma di un Borghezio-non-persona.

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 16:17

Pensa che Pisanu ha smentito che Borghezio abbia provocato

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 16:19

Cosa avrei linkato, Silvestro? Liberazione? Quello che giustificato l’aggressione con la provocazione? Essù

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 16:26

rolli, su questo ci sto tranquillamente,è democrazia.
se non hai mai sentito parlare di pestaggi a militanti della sinistra, ce ne metto pure alcuni di poco tempo fa, delle regionali precisamente, non so che dirti.
ci metto pure il pestaggio ad adel smith in diretta televisiva, già che ci sono.
vogliamo andare a prendere i commenti dei vari blog su quell’episodio?
non voglio, ripeto, non voglio che si ripetano gli anni settanta.
voglio che quelli che amano picchiare siano emarginati dagli schieramenti.
e tra i violenti, LR, ci metto anche borghezio.
quel ex orinenovista di borghezio

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 16:29

perchè, la versione di borghezio vale più di quella di liberazione?
la versione della polfer, quella si che non la trovo

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 16:35

il bello è che ho trovato una dichiarazione di borghezio che difende il pestaggio ai danni di adel smith.

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 16:36

Silvestro, a parte che non ho scritto di non aver sentito di pestaggi di ragazzi di sinistra, figuriamoci!, ma di non aver mai letto giustificazioni di questi pestaggi, che è diverso, vorrei farti notare che Smith non è stato picchiato, ma ha malmenato Pelanda, con l’aiuto dei suoi scherani. Provocato certo, in questo caso sì, anche se lui aveva tenuto un comportamento schifoso per tutta la trasmissione.
E’ partito il primo colpo da Pelanda, al quale hanno risposto Smith e i due bovari.
Proprio perchè non voglio rivedere gli anni 70 trovo incivile giustificare quanto è accaduto a Borghezio, con le voci che si sono alzate per giustificare l’accaduto. Lo troverei incivile e vergognoso anche se fosse accaduto a Diliberto, con magari Borghezio a giustificare

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 16:41

http://www.dspe.net/sessioni/documenti/dettaglio.asp?id_doc=4988
non mi riferivo alla vicenda con pelanda, ma all’irruzione di forza nuova negli studi di teleserenissima.
allora siamo d’accordo.
vorrei anche che oltre a non giustificarli, non si facessero proprio entrare nel parlamento i picchiatori.
e non mi riferisco solo a borghezio.

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 16:42

Borghezio se permetti è l’aggredito, e magari la sua versione vale più di quella di Liberazione che non c’era.
Come se ti picchiassero e tu raccontassi come è andata, poi arriva il blog forzanuova.net e dice che sì, le hai prese ma insomma avevi provocato e poi ne hai prese poche ecc. Se poi i poliziotti che ti hanno difeso confermassero la tua versione, ovvio che forzanuova.net per me lascia il tempo che trova e credo a te.
La versione della polfer coincideva con quella del parlamentare, tanto che era stato fatto notare come nessuno avesse smentito le modalità dell’accaduto.

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 16:47

rolli,
la logica vorrebbe che uno non salisse su una carrozza destinata ai manifestanti che si è insultati fino all’altro ieri.
a meno di non volerlo il casino.
e grazie che racconta poi quello che gli pare.
e non ho trovato la dichiarazione della polfer.
ma non è neanche questo il punto.
non si può giustificare lo stesso un pestaggio.
lo sto ripetendo da ieri.
ma dire che tira una brutta aria e leggere le minchiate sui comunisti violenti e via così, offende.
ok?

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 16:48

ho mandato la grammatica e la sintassi a farsi un giro

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 17:01

Sì, ricordo quel fatto, ora che hai messo il link: beh, ti risulta che il centrodestra abbia applaudito? L’han fatto Borghezio e Fiore, isolati.
Per quel che riguarda la polfer non so che dirti, io ho letto su almeno tre quotidiani la stessa cosa, e cioè che la loro versione coincidesse con quella di Borghezio
Poi io non sto dicendo “comunisti violenti”- il termine “comunista” mi trova scettica già nell’uso – ma che sono strabiliata dai commenti sinistri. E credo che tra quelli inorriditi per il tentativo di linciaggio non ci sia nemmeno un sostenitore di Borghezio, anzi

Replica

Diddy 22 dicembre 2005 alle 17:05

Cavolini!
E’ da due giorni che qui si sta dicendo che Borghezio non doveva essere pestato, nessuno ha giustificato nuessuno, tutti qui si sono detti felici che i pestatori siano stati identificati.
Chiarito la cosa la millesima volta, non si può non dire che Borghezio ha trovato davanti quelli che si comportano come lui ESORTA SEMPRE a fare i suoi.
E’ così difficile da capire?

Replica

Francesco 22 dicembre 2005 alle 17:12

Silvestro,
certo che siamo colpevoli di tutte le porcate che fanno quelli che accettiamo nel nostro schieramento politico.
Se uno vota Prodi, si porta a casa i politici che strizzano l’occhio ai noglobal e a tutti i violenti con la bandiera rossa. E le porcate di dichiarazioni di rifondatori, verdi, comunisti, eccetera eccetera.
Io, a votare Berlusconi, mi ritrovo insieme con Borghezio, La Russa e (forse) i fascisti di Forza Nuova.
Non facciamo i santarellini.
E poi iniziamo a contare gli episodi, che ad oggi la Lega ha provocato meno violenza di qualsiasi gruppuscolo di sinistra. Per non parlare dei centri sociali o delle scuole regolarmente occupate.

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 17:13

rolli,
e stavolta l’ha fatto, a quanto mi dicono più sopra, solo cento.
e, purtroppo, non c’è stata solo gente inorridita, ma anche gente a cui non è fregato nulla della cosa ma che non vedeva l’ora di parlare di sinistri violenti.
e se ti dai una scorsa, anche se è noioso lo so, ai commenti te ne accorgerai benissimo.
mi scuso ovviamente con chi è stato in buona fede e con chi non l’ha fatto.
ho anche il sospetto, l’ho detto anche all’inizio, che si dovesse subito equiparare la violenza della polizia a quella dei manifestanti.
ma io sono un malfidato e la mia è solo un’illazione

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 17:14

francè, se vuoi giocare al tifoso io non lo voglio fare

Replica

Francesco 22 dicembre 2005 alle 17:15

equiparare la violenza della polizia a quella dei manifestanti.
non stai parlando della TAV vero? perchè sennò siamo pronti per una lezione di democrazia tenuta da Castro e Negri e una sulla castità di Ilona Staller. Tanto il principio di realtà non esiste più.

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 17:17

sei noioso francè

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 17:49

ricapitoliamo i commenti:
Solo un paio di ceffoni mi pare poco per uno stronzo del genere. Ma hanno fatto male comunque ad accettare la provocazione.
di franz il 20.12.05 09:28 | M | C | #
______________________
Chi lo ha menato si è semplicemente abbassato ai suoi infimi livelli.Bestie non certo più di lui.
E vai con le spiegazioni su quanto è cattivo Borghezio
_________
Questo ovviamente non giustifica la violenza, ma diciamo come minimo che se l’è cercata.
_________
Salire su un treno di gente che ti odia non è furbo, o lo è molto: dipende cosa riesci a portarti a casa, oltre agli schiaffi naturalmente.
Io quoto Silvè, chi ha picchiato Borghezio merita, ovviamente, i problemi legali che spettano a chi pesta un vecchio.
Che però sia successo a Borghezio, a me, in fin dei conti, fa sorridere
_________
Sono sincero, se penso a tutto l’odio che ha propinato e propina Borghezio ogni volta che apre quella fogna di bocca… non riesco a provare compassione per lui.
E se fossi stato su quel treno senz’altro sarei andato da lui ad insultarlo per tutto il viaggio.
_________________
Esempio giustificativo dell’episodio da parte di Ventomare
__________
A lui, a quello schifo d’uomo che è Borghezio, invece mi vien solo da dire, cazzi suoi e peccato che non abbiano pestato più forte.
_______________
Ci la pensa diversamente da noi non va picchiato (e ci mancherebbe!) però qualche bomba in testa per insegnargli la democrazia possiamo sempre tirargliela
__________________
Silvestro, dammi atto che non sia un bel leggere
E non dimenticare che Borghezio non era andato a manifestare a favore della TAV, ma contro, quindi era ancor meno provocatorio

Replica

silvestro 22 dicembre 2005 alle 18:06

e se rolli,
allora è vero che sei diventata una miscredente atea e comunista e credi a babbo natale.
borghezio era lì apposta.
rolli, m’è arrivata una lettera di un tuo amico, francesco storace.
domani te la leggov che oggi esco presto

Replica

Rolli 22 dicembre 2005 alle 18:29

Domani non ci sono Silvestro, parto e vado dalla mamma, a Bergamo, chè tanto io le sorti del Paese in mano non ce le ho e sto via meno giorni della Forleo :)
Ti leggerò intorno al 29
PS: a me Francesco Storace sta dove non si dice, come dovresti sapere

Replica

silvestro 23 dicembre 2005 alle 09:23

era ironia, lo so.
buon natale

Replica

mmartinaa 8 marzo 2006 alle 19:27

o secondo me,già che c’erano, potevano lasciarlo morto sto razzista e sessista d merda

Replica

andrea 14 aprile 2008 alle 12:50

fatto bene!!…più forte la prossima volta dio cane!

Replica

diego 16 aprile 2008 alle 00:44

borghezio e tutti quei cani della lega meritano questo ed altro,inneggiano e fanno dei loro ideali la violenza verso le persone di colore,verso le persone musulmane e verso i meridionali italiani,se fossi stato sul quel treno gli sarei saltato addosso cn le unghie e i denti a quel ciccione di merda,e non saltatevene fuori perbenisti del cazzo con i discorsetti che la violenza nn è giusta bla bla…la violenza va applicata verso i violenti,borghezio cane di merda va impalato

Replica

alex bz 25 settembre 2008 alle 18:09

borghezio è un poeta della provocazione…..il discorso sulle palandrane del cazzo che preparno atti terroristci e da premio…..dai ragazzi è un fenomeno da baraccano..quando parla è difficile non mettersi a ridere….rolli dai non fare la biancaneve dai x piacere non le conosci le dinamiche della provocazione politica??’tutte verginelle candide qui?

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: