E beh, certo

Dove, se non qua?.
Nichi Vendola sciopera

di Lynch il 25 novembre 2005 in Vendolandia · 5 commenti

{ 5 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Nilo by LaRadice 26 novembre 2005 alle 00:19

Qualcuno dovrebbe cominciare a sospettare sull’adesione agli scioperi , soprattutto a scioperi strumentali come quello di oggi.
Credo che a livello di adesione si sia toccato il fondo , ma questo nessuno ce lo potra’ mai dire con certezza…purtroppo

Replica

albert 26 novembre 2005 alle 01:46

Caro La radice,
non voglio entrare nel merito delle cifre sulle adesioni allo sciopero di ieri. E’la solita storia dei numeri…
Ad ogni modo, non pensa che il fondo sia stato toccato dal sistema italia? Che sia necessaria – direi urgentissima! – una alternanza alla guida del paese? Bisogna cercare di ridare slancio, fiducia… serve una svolta profonda.
Le assicuro che non stravedo assolutamente per l’attuale opposizione, ma la maggioranza mi pare da tempo esausta. Le confesso, tra l’altro, che ormai da tempo stento a vedere tracce di sincero e reale sano spirito “liberal” nell’attuale coalizione di governo.
PS: mi farebbe piacere ricevere una sua cortese replica: adoro il confronto con chi la pensa in maniera differente.
cordialmente

Replica

Nilo by LaRadice 26 novembre 2005 alle 01:59

Caro Albert , è vero in questa maggioranza lo spirito liberal è deceduto in partenza , un caso davvero unico , si è dato libero campo a zombie democristiani e alla destra piu’ destra (Fini è solo).
Direi che le ultime notizie da radiounione non riescono certo a scaldare nessuno e soprattutto dal lato sinistro della sponda si vedono nuvoloni neri. Si arronzano a vicenda, si urlano addosso, ancor prima di avere il “potere” nelle mani e sotto al sedere. Quale slancio? Quale crescita? Quale fiducia riporre?
I sistema Italia è da tempo marcio, non dovevamo aspettare certo il premier per scoprirlo. Ma , a quanto pare , dobbiamo tenerci queste fazioni politiche esistenti e purtroppo con loro dobbiamo tenerci anche il sistema Italia .
Ovviamente (e ne ho parlato sul mio blog) questo sciopero ha del marcio e fa parte proprio di quel sistema Italia che non va.
Il sindacato che si trasforma in partito politico è grave quanto una schifezza di legge finanziaria o di legge elettorale.
Il futuro dovrebbe essere nelle mani dei giovani , nella forza dei pensieri , e nel coraggio delle azioni. Ma le parole tagliano il vento finendo un passo piu’ in la’ della mano che non le afferrera’ mai.
Tiste realta’, ma unica in questo momento storico politico .
Saluti
Nilo by L@R@dice
Off Topic
Ciao Rolli ;-)

Replica

albert 26 novembre 2005 alle 03:16

Pregiudizialmente e superficialmente parlando sulla base del suo primo breve commento – ah! che sciagura il pregiudizio, la faziosità, la superficialità!… – confesso che non avrei davvero immaginato di rilevare e percepire così tanti punti di convergenza – potremmo ben dire, in comune – con l’acuto e garbato “Nilo by L@R@dice”.
Mi è parsa grandiosa, in particolare, la parte conclusiva!
Ma quale grimaldello è oggi realisticamente possibile adoperare per tentare di forzare l’apertura alle forze giovani, dinamiche, sane, cariche di idealità, del blindatissimo blocco fazionario della politica, delle organizzazioni, delle istituzioni, blocco paludoso e per ampi tratti tremendamente maleodorante?
Mi complimento sinceramente per la straordinaria capacità di sintesi e per la profondità delle riflessioni svolte. Grazie infine per avermi indirizzato una risposta di finissima qualità e cortesia.

Replica

Rolli 26 novembre 2005 alle 03:21

Ciao Nilo :)
E’ vero, Fini è solo..
Nichi Vendola: nelle more dello sciopero poteva anche spiegarci, il buon Nichi che teme la perdita di una parte dei finanziamenti alle Regioni, come mai la Corte dei Conti stia indagando su queste spese che lui negava ma che altri confermavano?
E magari spiegare ai pugliesi, più che a noi, come mai voglia comprare a Bruxelles mille metri quadri, il doppio persino di quelli che ha a disposizione la Lombardia, da destinare a “Casa Puglia” per la modica cifra di 2 milioni e 700.000 euro?
Magari lui ci aggiorna meglio

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: