Se cinque manifestazioni non bastano

Probabilmente c’era bisogno dei tagli della Finanziaria per far fare due conti a Veltroni e comprendere che forse cinque manifestazioni e mezzo al giorno sono troppe persino per i malridotti romani.
Non si sa dove vivesse fino a ieri, il sindaco, visto che Roma è paralizzata quotidianamente da cortei che fanno impazzire il già delirante traffico, e se ci vivi non lo eviti; però evidentemente il bilancio risente di 60 milioni di euro buttati al vento per di più per penalizzare ulteriormente i romani, che questi soldi li sborsano.
Veltroni però, pare che si limiti a prendere atto della situazione disastrosa e a mugugnare, perchè di fronte alla necessità di trovare altre zone per per lo svolgimento delle manifestazioni quotidiane che asfissiano la Capitale, non prende le decisioni necessarie – come imporre percorsi alternativi al centro storico ormai al collasso – limitandosi a chiedere “un ‘assunzione di responsabilità” agli organizzatori dei cortei.
” Non possiamo fare un editto perché sarebbe improprio”, afferma Veltroni, ma chissà se ritiene altrettanto “improprio” fregarsene della vivibilità della città in questo modo.

di Losciacallo il 19 ottobre 2005 in Politica · 5 commenti

{ 5 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Roberto 19 ottobre 2005 alle 09:00

Accidenti! Qualcuno che ha il coraggio di parlar male di Veltroni! Una vera rarira’. Purtroppo il “Nutella” (mai soprannome fu piu’ azzeccato) continua ad avere il 70-80% del gradimento dei romani: un vero mistero. I miei concittadini crepano come pedoni o motociclisti (vedere le statistiche: da incubo), bestemmiano quotidianamente per il traffico e l’insulso trasporto pubblico, maledicono il mondo facendo la fila per un rarissimo taxi, si lamentano della sporcizia ed il degrado ormai generalizzato della citta’, ma al momento di esprimere una preferenza, beh, il “Nutella” e’ sempre il migliore. Un vero genio, chapeau.

Replica

kagliostro 19 ottobre 2005 alle 09:23

Roberto condivido ogni tua singola parola specie lo sbigottimento di fronte ad un gradimento del 70-80% per un sindaco che non ha fatto nulla, ma PROPRIO NULLA in 5 anni, a parte andare a tutte le feste possibili immaginabili e presentarsi alle inaugurazioni di lavori avviati di Rutelli.
Come possa avere un gradimento così alto Walter Veltroni non si capisce proprio.

Replica

bill 19 ottobre 2005 alle 11:44

Invece si capisce benissino: concerti, notti bianche, nani e ballerine. Lo sa fare meglio degli altri, per poi minacciare di spegnere i lampioni perchè ha finito i danè. Pare che presto riapra il colosseo per i duelli dei gladiatori.

Replica

Return 19 ottobre 2005 alle 11:47

…panem et circenses

Replica

kagliostro 19 ottobre 2005 alle 21:02

Bill, non ha solo denunciato … : 2 o 3 settimane prima che facesse quella dichiarazione i lampioni di alcune vie principali sono stati spenti.
La settimana prima ad es. io mi sono fatto 2 kilometri di Portuense a piedi al buio ed altri amici mi hanno raccontato che pure loro hanno notato il fatto in altre zone “periferiche” : poi arriva quella dichiarazione che lui deve spegnere i lampioni….
Capito che furbetto ? Roma non “funziona”, ma la colpa è della finanziaria dell’anno prossimo !
(PS: Bill scusa se ancora non ti ho scritto, ma non trovo un attimo di tempo. Spero domani di riuscirci !)

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: