Primo non prenderle

Le primarie sono andate come dovevano: molti voti, vittoria di Prodi, Bertinotti sta dove deve etc. etc.
La sinistra si è mobilitata come sa e può.
Ai referendum sulla procreazione assistita dormivano?

di Rolli il 17 ottobre 2005 in Politica · 36 commenti

{ 36 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Return 17 ottobre 2005 alle 15:16

Sciacallo c’è sempre qualcosa che scricchiola quando parlate della sinistra che si mobilità ‘come sa’. Ti parlo di me e non vivo in una regione rossa ma a Roma. Io non ho ricevuto una telefonata, nè un’email nè preso un volantino, niente. Ma io sono politicamente attivo e diciamo che non faccio testo. Tutti i miei conoscenti non sono stati ‘moilitati’ da nessuno, non sono stati chiamati dala Cgil nÈ dal caposezione diesse, nÈ riempiti di volantini per strada. Eppure non parlavano d’altro, da settimane. Tant’è che io mi stupivo. Poi c’è stata le rifoma elettorale. E a quel punto ho sentito gente che mai avrei sospettato cominciare a informarsi sui seggi. Quindi la mia risposta è la seguente:
Della 4 milioni una bella quota era di elettorato ‘pigro’ (direbbero gli statistici) o apolitico, che si è mobilitato da sè per dire FANCULO al governo e al ‘teatrino della politica’ di Berlusconi Follini Casini.
Ergo: è stato Berlusconi a portare tanta gente alle urne, non la Sinistra. E non esagerare le forze della Sinistra significa anche non esagerarne le colpe (sui referemdum)
Poi sbaglierò.

Replica

Losciacallo 17 ottobre 2005 alle 15:30

Boh return, è sempre questione di aspettative.
Non mi attendevo niente di meno, per due motivi: uno, le dichiarazioni dei leader (se preconizzano la riuscita a 1.000.000 di persone, vuol dire sanno già di arrivare a 2), due l’esperienza precedente, cioè Vendola.
Tu vivi a Roma, io in Puglia. Quindi, so benissimo quanta voglia ci sia in giro di partecipare attivamente. Anzi, rettifico: so bene quanto l’elettorato è ormai capace di mandare a fanculo i governanti (anche quelli che aveva votato anni prima) senza troppe seghe mentali ed ideologiche.
Ciò detto, rimane un dato per me certo: la sinistra è la forza politica più avvezza alle mobilitazioni, quella che più facilmente porta la gente in piazza.
E’ un’abitudine mentale radicata, insita sia nei dirigenti di partito che chiamano a raccolta, che nell’elettorato che accorre numeroso e festante (e ieri un pò incazzato).
Ho la mia idea, cioè che ci sarebbe mobilitati anche senza che i richiami delle sezioni di partito, seppure senza raggiungere i numeri di ieri.
Però so bene quanto lavoro sul territorio è stato fatto, e ripenso ai referendum…..
Ps: ho detto che i leader secondo me si attendevano 2.000.000 di voti e quindi credo siano sorpresi loro stessi dal risultato. Ora vedremo quanta paura gli fa…..

Replica

franco 17 ottobre 2005 alle 15:47

Losciacallo, hai ragione, quando mettono in funzione l’apparato riescono a fare quello che si prefiggono: Mugello-Di Pietro insegna.

Replica

lo_zoppo 17 ottobre 2005 alle 16:24

boh, apparato, io sono andato a votare per i fatti miei, non m’ha mobilitato nessuno, nè oggi, nè nei precedenti 17 anni nel corso dei quali ho sempre votato forze che gravitavano e gravitano nel centro sx, DS inclusi. credo che questo valga per me come per moltissimi altri, del resto il numero di iscritti ai partiti del centro sx credo sia meno di un decimo di quelli che hanno votato ieri.
casomai è vero il contrario: se gli elettori del centrodx non votano, non è perchè sono spiriti liberi che non si lasciano mobilitare. è semplicemente il centrodestra politico che si affanna perennemente su temi di cui al proprio elettorato, alla propria base, gl’importa relativamente poco, dal proporzionale e la cirielli e la cirami a scendere.

Replica

kagliostro 17 ottobre 2005 alle 16:49

Fessi noi che si è sperato che arrivassero sotto il milione : quando si tratta dei comunisti bisogna sempre ricordarsi che il comunismo è una religione e che per loro andare a votare è come la messa la domenica. E questo è un periodo in cui c’è una grande ritorno a certi valori.
Sciacallo aridaje che la meni con il referendum : i 4 milioni che sono andati a votare ieri sono parte dei 4 milioni che sono andati a votare a giugno. Sono sempre e solo loro con l’aggiunta (nel caso di giugno) pure di qualcun altro “politically correct”. Punto.
Per vincere le elezioni ce ne vogliono ben più di 4 milioni (così come per vincere i referendum).Ma per vederlo basta guardare quali sono le regioni che a giugno e ieri sono andate a riempire i seggi ( e sì, coincidono anche con le regioni i cui cittadini fino al ’43 correvano a Roma in un’altra piazza a salutare il loro idolo).
**** ISCRIVETEVI A BLOGS4CdL****

Replica

Maria josè 17 ottobre 2005 alle 16:49

Ottimo spunto.
Secondo me , a proposito del referendum la gente ( di sinistra, in questo caso )non si è mobilitata perchè non ha ” sentito ” il problema.
Ovvero, ha pensato che in fondo fesse qualcosa che non la riguardasse.
Hanno giocato menefreghismo, paura di una materia troppo tecnica e anche timore ( in piccola parte ) di ” deriva di onnipotenza scientifica “.
Perchè, poi, voglio vedere quanti degli astensionisti farebbero obiezione di coscienza se dovesse uscire fuori qualche cura fondata su cellule staminali , o derivata da ricerca su.

Replica

kagliostro 17 ottobre 2005 alle 16:52

Ops : ho fatto un error.
Il “ma per vederlo” era riferito alla frase sopra, mentre “per vincere ci vogliono etc etc” doveva essere l’ultima frase.
Pardon !
**** ISCRIVETEVI A BLOGS4CdL****

Replica

Diddy 17 ottobre 2005 alle 17:00

Kaglio..
bho?
ma perchè?
ma ti rode così tanto?

Replica

Ginchelli 17 ottobre 2005 alle 17:12

- Presidente, dove mettiamo le schede avanzate ?
- Li’, mettetele pure li’.
- Li’ dove ?
- Li’, in quella scatola con su scritto URNA.

Replica

giancarlo 17 ottobre 2005 alle 17:23

Stupisce l’incapacità di molti di capire cosa sta succedendo. Passi per i commentatori di blog che non sono tenuti a essere informati, ma che i politici non siano capaci di interpretare i segnali chiari che stanno arrivando e’ preoccupante. Ps: chiunque sia andato in un seggio a votare ha visto gente normale, donne e uomini come quelli che si incontrano ogni giorno per strada o in posta. Nessuno intento a mangiare bambini o a cantare bandiera rossa.
Ma io sono andato a votare al pomeriggio e forse avevano già finito la colazione….
ciao

Replica

Return 17 ottobre 2005 alle 17:30

Sì giancarlo, continuano a parlare di Armata Rossa. Almeno Harry ha capito.

Replica

giancarlo 17 ottobre 2005 alle 17:30

A proposito dei referendum, io non so dove stavano tutti, so solo dove stavo io : a casa mia visto che non mi piace buttare tempo per nulla. Il referendum e’ morto da tempo, mai piu’ nessun referendum supererà il quorum. Poi si puo’ giocare ad annettersi, oltre a chi ha votato per scelta, anche chi non ha votato perche non vota mai e chi non ha votato perche’ era inutile.
Chi si fa illusioni su quel voto è destinato a un brusco risveglio.
ciao

Replica

kagliostro 17 ottobre 2005 alle 17:33

Mi rode di chè ? di quelli che 70 anni fa andavano a P.Venezia ed oggi arrivano al seggio in piazza per le elezioni in salsa sovietica ?
Maria Josè si vede che non vieni sul mio blog ….
**** ISCRIVETEVI A BLOGS4CdL****

Replica

Ginchelli 17 ottobre 2005 alle 17:36

Il 100% di chi ha votato Prodi, ha votato Prodi.
La “gente normale” sta anche di qua e non e’ l’unica che vota csx. Se chi sta di la : non canta bandiera rossa o mangia i bambini, di qua c’e altrettanta gente normale che : non porta i Rolex d’oro, paga le tasse, non fa saluti romani, fa la coda dove si deve.

Replica

Return 17 ottobre 2005 alle 17:37

Ma smettila, sei ridicolo.

Replica

Giancarlo 17 ottobre 2005 alle 17:40

Ginchelli, guarda che io vivo in Italia, conosco un sacco di gente che vota centro destra, pensa, ho “persino” alcuni amici che votano Berlusconi.
Il mio commento era veramente di stupore: ma davvero c’e’ gente che pensa che ieri hanno votato i cosacchi?

Replica

Diddy 17 ottobre 2005 alle 17:49

no… c’è un babbalone che continua a dire che ieri hanno votato i fascisti.

Replica

Ginchelli 17 ottobre 2005 alle 17:56

Orsu’ si fa un po’ di satira ovviha:
Ma l’euro per votare, si dava o si riceveva ?

Replica

Minerva 17 ottobre 2005 alle 18:06

Va bene, è stato un successo, però qualcuno esagera:
“i voti delle nostre primarie in un giorno sono superiori a quelli che negli Stati Uniti partecipano alle primarie in un intero anno”.
Romano Prodi
(via Daw, dove potrete scoprire, grazie a una foto sorprendente, che ha partecipato anche gente non proprio “normale”)

Replica

kagliostro 17 ottobre 2005 alle 18:08

Diddy contento tu che pensi di aver già vinto le politiche perchè il 30% degli elettori soliti del csx si sono recati a votare nell’unica consultazione in cui Prodi può vincere…
Guarda, se ti sono piaciute tanto potete riorganizzarle tutte le domeniche da qui alle politiche.

Replica

Diddy 17 ottobre 2005 alle 18:14

Io non sono convinto di aver vinto.
Questo lo hai detto tu, non io.
Tu hai anche detto che quelli che ieri hanno votato erano i fascisti di 70 anni fa.
Solo che i fascisti non andavano a votare, loro il leader lo avevano già.
Se ti rode così tanto organizzale anche tu le primarie, ma non dare del fascista a chi ha potuto dire chi vuole a rappresentarlo.
Babbo!

Replica

Diddy 17 ottobre 2005 alle 18:15

PS) le tue domeniche altrimenti passatele ad adorare il dio pò.
e affogatici.
Babbo!

Replica

Diddy 17 ottobre 2005 alle 18:21

dio po, scusate sono ancora un pò arruginito sulle nuove divinità

Replica

kagliostro 17 ottobre 2005 alle 18:30

Diddy piantala di dire fesserie : Emilia e Toscana erano le regioni più fasciste del mondo ed ora sono le più rosse e questo è cosa nota non l’ho detto io.La mentalità quella era e quella è rimasta : la fede nella dittatura e nel gregge.
Io non disprezzo certo le primarie e mi piacerebbe vederle fatte nel centrodestra, per scegliere il leader.
Quello che non mi piace è il “gregge” comunista che a te eccita tanto e che va a dare i suoi 40 milioni di euri al partito per votare un candidato fantoccio.
Diddy non ci prendiamo per il culo : la scorsa settimana avete scioperato contro la direttuva Bolkstein del governo di PRodi in Europa e la domenica avete votato Prodi dando anche i vostri 10 euri per farlo ?
Ma si può essere più…. e lascio a te immaginare cosa.

Replica

Diddy 17 ottobre 2005 alle 18:38

Io del gregge me ne disinteresso, a me piace essere andato a dire chi voglio a rappresentarmi e aver tagliato le gambe a chi , pur facendo parte della coalizione , proprio non mi piace.
Poi il gregge comunista ti fa paura? a me fa paura il gregge fascista.
Cosa? non sei fascista?
se è per questo io non sono comunista.
E non sono andato manifestare.
E poi, per cortesia, non accetto lezioni di coerenza, signori del “il maggioritario è la nostra religione”

Replica

Diddy 17 ottobre 2005 alle 18:39

dimenticavo.
Babbo!

Replica

Lontana 17 ottobre 2005 alle 18:44

Nei Paesi CIVILI, alle votazione delle Primarie, votano solo gli iscritti in regola, al partito. Le elezioni, poi, sono fatte in maniera seria.Io non vedo ragioni nÈ, per rallegrarsi, nÈ per rattristarsi. Non contano, punto.L’Unione aveva bisogno di farsi pubblicità, di dimostrare che Prodi era il prescelto. Affari loro. Niente a che vedere con la democrazia. Non era neppure un voto segreto..nessun controllo serio..
La mobilitazione della gente non mi stupisce.… passata in qualche modo l’informazione sbagliata, dell’importanza di queste votazioni e che avrebbero sbattuto via il Grande Satana…Poveracci, ci vuole ben altro!

Replica

Return 17 ottobre 2005 alle 18:47

cerco kagliostro hai ragione tu. La foto di Daw poi indica senza’altro che i bolscevichi sono alle porte.

Replica

kagliostro 17 ottobre 2005 alle 18:54

La foto di Daw ? ma che hai le allucinazioni Return ? Quale foto ?
I comunisti in Italia ci sono sempre stati e con la fine del fascismo sono aumentati misteriosamente di numero.

Replica

massimo 17 ottobre 2005 alle 20:50

Be la percentuale di Prodi e’ piu bassa di quelle che aveva Saddam, che in fondo ispira la sua politica……….

Replica

kagliostro 17 ottobre 2005 alle 22:38

No Massimo non dire queste cose che poi Diddy si offende : loro coi fascisti e i comunisti non c’entrano nulla.
Ma che dico ? che ci sono ancora i comunisti in Italia ?

Replica

olden 17 ottobre 2005 alle 22:50

Io sono di sinistra ma non sono andato a votare alle primarie. Ho trovato odiosissima la tariffa di 1 euro, il voto a gettone.
Ho trovato grottesca l’autocelebrazione prodiana e l’ansia di protagonismo dei gregari.
Ho trovato vuotissima di contenuti tutta la retorica ulivista, tanto che l’Italia vera, quella che sta chiaramente andando verso lo sfascio, mi è sembrata lontana anni luce.
Ho trovato queste primarie di un decadentismo perlomeno osceno, e non ho sentito nessuno dire pane al pane e vino al vino.
Questo Paese ha urgentissimo bisogno di una classe politica più seria.

Replica

Rolli 18 ottobre 2005 alle 00:34

Confesso che anche io ho notato la non mobilitazione a sinistra per il referendum che ovviamente stride con la partecipazione di oggi. Il perchè non me lo spiego anzi s’, ma poi dicono che sono femminista e adesso pure atea e anticlericale.
Detto questo ritengo che comunque sia stato un successo di partecipazione e che volgarizzarlo come ha fatto Berlusconi sia piuttosto sciocco.

Replica

Lontana 18 ottobre 2005 alle 01:24

Ma..io non capisco…il fatto che tutti potessero votare inficia tutto il risultato. Faccio un esempio:Se chiunque potesse votare alle primarie del partito separatista quebecois, sia io che mio marito andremmo a votare per quella che farebbe sicuramente affossare il partito.Io, se fossi stata in Italia, sarei andata e avrei votato per il peggiore, cioÈ Prodi. Spiegatemi un po’ che razza di significato politico abbiano queste elezioni..

Replica

xman 18 ottobre 2005 alle 08:06

Forse nessun significato, o forse solo quello, rivolto al csx, di porre un limite alle schermaglie interne per dire che il leader sostenuto dai ds va bene così com’è e sia finita, fuori uno straccio di programma e si vada a votare.
Tutto sommato una lezione al cdx, dove il leader non è un leader ma un padrone (Follini docet) che vuole decidere per tutti e per il futuro.
Quanto agli elettori di entrambi gli schieramenti, mi pare indubitabile che vi siano brave e doneste persone da una parte e dall’altra, le quali, purtroppo, hanno il pessimo vizio di restare in silenzio di fronte alle sciocchezee che i loro eletti dicono e fanno. p.s.: alla storia della mobilitazione di stampo bolscevico non ci crede più nessuno (salvo chi legge solo il Giornale e guarda solo Emilio Fede). Non ci crede neppure chi cerca di farla.

Replica

kagliostro 18 ottobre 2005 alle 08:46

VA beh se volete scherzare scherziamo pure, ma bastano 2 nozioncine di matematica e farsi 2 calcoletti 2.
Domenica si sono mosse 4 milioni di persone, mentre al referendum saranno stati almeno il doppio : come si fa a dire che la mobilitazione al referendum non c’è stata ? Vorrei tanto sapere come qualcuno abbia calcolato che quelli di ieri non fossero pure quelli di giugno ….
I 4 milioni di ieri sono i “soliti” 3 milioni di comunisti presenzialisti con una spruzzata di 1 milioncino che hanno trovato il seggio comodamente sotto casa.
Non c’è stata nessuna “vittoria” o cambiamento di chissà chi : sono quelli che quando il partito gli dice di muoversi si muovono, a giugno come ad agosto o a ottobre, punto e basta !
La base è quella.
A me stupisce di più che l’isola dei famosi faccia dal 40% al 65% di share piuttosto che la mobilitazione al referendum di ieri !
Ma come cazzo si fa a vedere dei dementi su un’isola ?

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: