Iraq: i sunniti dicono si alla Costituzione

I sunniti firmeranno la Costituzione irachena.
E’ una splendida notizia, anche se mi sfugge il motivo per cui bisogna riservarsi il diritto di emendare una costituzione approvata da un referendum popolare.

di Rolli il 12 ottobre 2005 in Medio Oriente · 1 commento

{ 1 comment… leggilo o aggiungi il tuo }

Minerva 12 ottobre 2005 alle 23:38

I sunniti, che non avevano partecipato alle elezioni dello scorso gennaio, lamentano di essere stati esclusi dal processo di stesura della costituzione; criticano alcuni articoli del testo costituzionale, in particolare quelli che prevedono l’autonomia delle province curde, che sarebbe troppo ampia e minerebbe l’unità dell’Iraq.
Secondo Omar, uno dei blogger di Iraq the model, questo accordo dà speranza non solo ai sunniti, ma a tutte le forze laiche e le minoranze che sono state emarginate nel corso della stesura del testo costituzionale.
Secondo l’accordo sarà possibile proporre emendamenti già dopo due mesi dalle elezioni di dicembre – alle quali parteciperanno anche i sunniti – e non otto anni, come era scritto in precedenza nella costituzione.
Anche questi emendamenti dovranno essere ratificati con una consultazione popolare.
Qualche ora fa l’accordo è stato solennizzato con una cerimonia tenutasi nell’Assemblea nazionale, nel corso della quale il Presidente Talabani ha definito quella odierna ìGiornata dell’Accordo Nazionaleî.
Scrive Omar:
ìQuello che è accaduto oggi, in seguito alla decisione di importanti gruppi sunniti di partecipare attivamente al processo politico iracheno, è un evento storico che isolerà i nemici dell’Iraq e della libertà e spianerà la strada a un futuro luminoso per l’Iraq.
C’è un visibile senso di sollievo per le strade e io penso che la costituzione sia sulla via della ratifica… il processo è uscito dal pronto soccorso ed è avviato verso la guarigioneî.

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: