Ciampi l’intoccabile

Non riesco a capire: il Papa si può criticare, ma il sacro presidente della Repubblica no?

di Rolli il 6 giugno 2005 in Politica · 14 commenti

{ 14 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Fabrizio 6 giugno 2005 alle 12:40

Lo sai benissimo che il bersaglio non è Ciampi, ma l’Euro. Sono contento che finalmente state sbragando e non ce la fate a stare dietro ad una moneta forte. Io ne ero e ne sono sicuro. Al massimo uno o due anni e dovete uscirne, e poi si torna a ballare: svalutazioni, interessi alti, rendite finanziarie e giochetti con l’esport. La solita italietta.

Replica

Rolli 6 giugno 2005 alle 13:33

Uh!Ma tu non eri quello che
Rocks, quindi il fatto che MN sia orrido dipende dai commenti, non dai post? Okay. E perche’ non metti i commenti a Camillo e poi ne riparliamo. Guardati anche quelli di Rolli per capire piu’ o meno quello che c’e’ in giro..”
Cha fai, partecipi per cercare di rendere orrido il mio sito dopo aver invitato a leggere i terribili commenti che ci sono qui? Coerenze sinistre, no c’è che dire :)
Ma veniamo al punto: e allora? Certo che l’euro è fulcro del contendere, l’ha capito persino Calderoli, cos’è, non lo capisci tu? Uscire dall’euro? Va là! Semplicemente meditare e correggere e prendersi le responsabilità, e Ciampi ne ha.
Poi cosa fai quello che parla alla seconda persona plurale? Guarda che ci sei anche tu, o tu scassi l’anima con il tuo voterello – però i militari italiani all’estero no eh! della serie: i danni di Tremaglia – e poi fai il parvenu modello “ah gli italiani, che schifo, che roba, che vergogna”? Come quei meridionali che con un accento improponibile fanno i lombardi e dicono “terroni” insomma. L’italietta è quella rappresentata da gente così, a mio parere
Infine, guardati in patria, la Germania ovvio, e vedi un po’ quel che dicono dell’euro.

Replica

bill 6 giugno 2005 alle 14:42

Sembra di sentire Prodi, che era l’unico contento dell’Euro forte. L’Euro moneta forte? Forse nel 700 c’era qualcuno che ragionava di monete in questi termini.

Replica

francesco 6 giugno 2005 alle 17:49

mi sembrano commenti molto semplicistici. non ho sentito nessuno dare la responsabilità a quei ladri dei ristoratori e di tutti quei commercianti che hanno marciato sulla conversione raddoppiando i prezzi. peccato che gli è andata malissimo. la tragedia dell’11 settembre ha messo in ginocchio l’economia italiana già traballante. una moneta unica accompagnata da una seria politica europea era l’unica risposta al potere del dollaro sui mercati. da soli non si va da nessuna parte. La Lega parla così perchè è un partito localistico. E lo stesso Bossi comunque aveva fatto rchiesta per l’ingresso della Padania nell’unione monetaria. E la Lega non ha battuto a suo tempo moneta? Altro che lire….

Replica

xman 6 giugno 2005 alle 18:32

La Lega è coerente con sÈ stessa e con la propria vista corta. In ogni caso un minimo di buona creanza istituzionale non guasterebbe, al contrario si scivola nel pagliaccesco. I detrattori dell’euro (che per ora ci ha protetto dal far la fine dell’Argentina, e vi sfido a dimostare il contrario) poi fanno proprio ridere. Come si possa affibbiare colpe a una moneta è un mistero della psichiatria più che dell’economia.
Dice bene francesco: ai profittatori nessuna colpa? Ah no, certo, loro sono furbi, è Ciampi che è un fesso. Bonaseeeraaaaa

Replica

bill 6 giugno 2005 alle 18:43

L’Euro non compete con il dollaro, perchè non avrebbe senso. Tanto è vero che in Euro non si compra un cazzo in tutto il mondo, e che la Cina, tanto per fare un esempio, ha legato il cambio al dollaro. Come dire: Euro de che? Che l’Europa faccia una politica monetaria seria è demenziale: ci siamo già scordati che per anni tutti, ma tutti eh, gli operatori economici hanno chiesto di abbassare i tassi, e la BCE manco per niente? E’ questo che ha minato lo sviluppo per tutti gli anni 90, altro che. I tassi sono scesi solo perchè scendevano in tutto il mondo; in Europa con gravissimo ritardo. Per finire, l’economia italiana e quella argentina non hanno un tubo in comune: smettetela di dire sciocchezze.

Replica

massimo 6 giugno 2005 alle 19:55

Ciampi e’ il responsabile dei tracolli della lira sul dollaro, senza i suoi malaugirati interventi oggi avremi l’euro a 1200 lire…..

Replica

blind 6 giugno 2005 alle 21:36

La polpetta avvelenata che Prodi ha cucinato per il suo accerrimo nemico ha funzionato alla grande.
Il professore di scemate non si e’ preoccupato assolutamente di imporre un euro che meglio si adattasse alle peculiarita’ del suo paese, a cominciare dal fatto che soltanto l’italia non aveva mai contato la moneta in centesimi e che un mezzo euro di carta era quanto mai indispensabile contro le speculazioni.
No, lui ci ha lavorato per anni e poi Berlusconi, appena sei mesi dopo essersi insediato, avrebbe dovuto arginare gli errori di Prodi e di Visco.
In quanto al sistematico e orchestrato aumento dei prezzi, pensate che la confcommercio avrebbe permesso questi furti se al governo ci fosse stato il csx?
Non conosciamo Bille’?
Cmq gli attacchi scomposti della lega finiscono col santificare ancora di piu’ Ciampi, rendendolo sempre piu’ intoccabile quanto scientemente fuori dal suo ruolo istituzionale.
Blind

Replica

Return 6 giugno 2005 alle 21:45

blind la tua sagacia nel denunciare i complotti della sinistra non ha pari. Gli autori dei protocolli dai savi di sion ti fanno una pippa

Replica

olden 6 giugno 2005 alle 21:58

Stavolta sono d’accordo: bisogna assolutamente reclamare il diritto di spalare merda contro chiunque.

Replica

blind 6 giugno 2005 alle 22:27

Ahmbeh, allora…
sta’ a vedere che nessuno di costoro e’ mai esistito e i tempi e le circostanze di cui parlo appartengono al IV sec. a.c….
Sara’ cosi’…
Blind

Replica

ispirati 7 giugno 2005 alle 04:26

ehi ragazzi vediamo di capirci. Ciampi e’ criticabile, criticabilissimo (almeno fino a quando saremo in una democrazia liberale) ma non con argomenti del tubo come quelli della Lega. Perche’ questa volta hanno toccato il fondo.
(Rollina se vuoi da me argomento meglio)

Replica

eMi 7 giugno 2005 alle 16:00

Solo una precisazione: la Spagna, il Portogallo e la Grecia entrate nell’euro non avevano centesimi,
in Francia i prezzi sono aumentati in egual misura forse anche di più tantÈ che adesso sono i francesi a far la spesa nei supermercati italiani mentre fino a 4 anni fa era l’inverso… la speculazione sul cambio c’È belle stata, ma da quanto ne so io almeno da Parigi a Roma, per gli altri paesi chiedere a chi ne ha competenza, io l’euro lo vivo in zona di frontiera franco-italiana e mi vien da ridere a sentire le lamentazioni italiche da una parte e franciote dall’altra, dello stesso tenore ma indirizzate ben inteso ai propri governi. Prodi È fiero dell’euro, la gggente un po’ meno…

Replica

blind 7 giugno 2005 alle 19:06

Grazie mille, emi !
La tua precisazione sui paesi con valuta senza centesimi mi e’ stata utilissima.
Grazie a te mi sono premurata di andare a rivedere alcune aspetti del cambio delle monete europee e ho trovato una chicca che trovo deliziosa:
Come inizio’ e falli’ un altro euro
Blind
ps: E’ chiaro che la tua precisazione non solleva per nulla Prodi dalle sue responsabilita’

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: