“Sono clementina”.. ma il Manifesto è sordo

E’ di oggi il video di Clementina Cantoni, presumibilmente legata, avvolta in una veste stretta e col velo sul capo.
“Sono Clementina” – dice – ma il Manifesto pare sordo; sulla sua home continuano a campeggiare in solitudine i rapiti di serie A.
Clementina è ufficialmente tra noi “liberi“.

di Rolli il 29 maggio 2005 in Politica · 32 commenti

{ 32 commenti }

Antonio 29 maggio 2005 alle 14:46

Il manifesto è uno dei giornali che ha dedicato più spazio a Clementina. In queste polemiche balorde, non sapete nemmeno scegliervi bene gli obiettivi.

franco 29 maggio 2005 alle 14:53

Rolli, puoi per favore aprire uno spazio di discussione su cicorie, ulivi, margherite, Castro ed altre cazzate ai vari antonio in modo da evitarci che spargano a caso la loro “conoscenza” e “preparazione” nelle varie parti del blog?

Rolli 29 maggio 2005 alle 15:17

No no, che poi dicono che li ghettizziamo e siam fascisti. Vanno lasciati ben in vista, ovunque replichino castronerie tipo quella su Capuozzo. Vanno conosciuti e ricordati.
il Manifesto continua a non dare l’home a Clementina
il Manifesto ha due rapiti, punto.
Clementina è tra noi, non sta sul Manifesto. Il Manifesto non ha scritto una beata più di nessuno: Libero e il Corriere stanno ampiamente in testa
.
Riposa, Antonio, detto con una mano sul cuore

olden 29 maggio 2005 alle 15:20

Scusa, ma tu parli come se Il Manifesto fosse l’organo ufficiale dei pacifisti italiani. Sia ben chiaro: non lo è neppure lontanamente.
Il Manifesto, “Quotidiano Comunista”, è appunto un quotidiano comunista, non necessariamente pacifista (anzi, pure abbastanza inneggiante alla “lotta” ).
Rappresenta molto meglio il mondo dei pacifisti italiani il sito http://www.peacelink.it , nel quale, in questo istante, campeggia appunto una grande foto di Clementina corredata da molti articoli.
In ogni caso, quanto al Manifesto, tu sai molto bene che i giornali chiudono la sera prima di andare in stampa. Il sito del Manifesto non è un quotidiano online come Repubblica.it o Corriere.it , quindi è presumibile che l’articolo esca domani insieme alla versione cartacea.

Rolli 29 maggio 2005 alle 15:35

Olden, Berlusconi non è andato al Manifesto. Volevo dirtelo, chè mi pare molto attinente all’argomento.
Perchè rompo l’anima al Manifesto? Perchè c’è Giuliana Sgrena che dovrebbe incazzarsi come una jena con il signor Valentino che dà l’home ai rapiti, lei compresa, e non a quella povera sfigata della Clementina. Persino la sinistra dice che c’è un silenzio da rompere e il Manifesto fa finta di nulla. Si certo, mette gli articoletti, giusto per dire che ahi ahi brutta roba l’Afghanistan, colpa di Bush e del Berlusconaccio, ma crepa se si mobilita per Clementina. Perchè? Perchè, come dice Capuozzo, non è spendibile politicamente.

Antonio 29 maggio 2005 alle 16:09

Rolli, la polemica quì col manifesto la stai portando avanti tu, l’onere di dare una consistenza alle tue argomentazioni è tua. Penso che sia il caso di far notare che le premesse di tutta la discussione sono indimostrate se non patentemente false.
Il manifesto, al di là di quello che può pubblicare in prima pagina e che comunque non lo decidete voi, è uno dei giornali che ha dedicato più spazio al rapimento, sia per quanto riguarda la cronaca, sia per quanto riguarda lo spronare alla mobilitazione e a una reazione più precisa.
Sei male informata.
Olden, sacrosanta la tua precisazione, ma prima di replicare a un’accusa è meglio verificarne la fondatezza, senza darla per scontata ;)
ciao

Antonio 29 maggio 2005 alle 16:10

una reazione più decisa intendevo, non precisa

Rolli 29 maggio 2005 alle 16:23

No tesorino, l’affermazione sul Manifesto che ha dato più spazio di tutti l’hai fatta tu e quindi devi dimostrarla tu, non io. Temo tu debba dare una ripassata allenozioni elementari di diritto.
Ribadisco e non puoi smentire nemmeno con il mago Furfant: il Manifesto dà da mesi l’home ai rapiti Sgrena (ora ex-rapita) Aubenas e Hussein e non a Clementina. Forse è finito lo spazio sulle colonne della home. Saluti

olden 29 maggio 2005 alle 18:39

Be’, tagliamo la testa al toro: sulla homepage di Libero di Clementina non c’è nemmeno l’ombra.
Toh, guardaunpo’, neppure su Il Giornale di Belpietro! Niente. Rapita e desaparecida mediatica pure qui.
Niente di niente nemmeno a casa di Arturo Diaconale.
Insomma, Clementina a destra esiste ancora meno che a sinistra.
Sarà poco spendibile politicamente pure da quelle parti?

Rolli 29 maggio 2005 alle 18:58

Se tu evitassi di scrivere cazzate e leggessi i giornali dei quali straparli, eviteresti appunto di dre roba del genere.
Di Clementina si parla su Libero a pagina 16, quattro colonne; sul Giornale invece pure, a pagina 11 con tanto di foto. Leggeteli i giornali prima di parlarne, grazie.
La home page d Libero e del Giornale non sono dedicate ad altri rapiti inmodo fisso da oltre due mesi. Chi pensi di prendere in giro? Guarda che sei su Rolli, non su Indymedia

olden 29 maggio 2005 alle 19:59

Ue’, Rolli, che fai, il gioco delle tre carte?
Pure sul Manifesto se ne parla ampiamente sulle pagine interne, ma tu contestavi che non c’e’ nulla in home!
Quanto allo spazio dato alla Sgrena e alla Aubenas, ti ha mai sfiorato l’idea che la ragione sia da attribuire al fatto che la prima è UNA LORO DIPENDENTE e la seconda UNA COLLEGA DI UN GIORNALE CON CUI COLLABORANO?

Rolli 29 maggio 2005 alle 20:16

Ci sei o ci fai, Olden? Io propendo per la seconda. Il Giornale e Libero non hanno la paginetta commovente dedicata fissa ai rapiti pinchipalla. ti è chiaro??? Il Manifesto sta facendo una vergognosa differenza tra i rapiti “comodi” – Sgrena, Aubenas e Hussein – e quelli di cui se ne frega se non per attaccare Bush. Fa schifo quella home senza Clementina, dovrebbero vergognarsi e tu con loro, visto che giustifichi.

olden 29 maggio 2005 alle 23:18

Cioè , Rolli, fammi capire: meglio fregarsene del tutto dei rapiti, piuttosto che fregarsene per metà?

Sergio 30 maggio 2005 alle 09:23

Cara Rolli, hai fatto veramente ridere, adesso….
allora, contesti al Manifesto di non dare spazio al rapimento di Clementina, già ti avevo sputt***to io, visto che non è quasi passato giorno che l’argomento non fosse in prima pagina.
contesti allora che l’argomento non sia nella home page, elegendo altri giornali a campioni, ma in quegli altri giornali, come ti ha dimostrato olden, nella loro HOME PAGE non v’è traccia dell’argomento.
Ergo: stai graffiando gli specchi inutilmente….
Potresti semplicemente affermare: “mi sta sulle pa**e il manifesto perchè la loro faziosità non corrisponde, anczi è antagonista, alla faziosità del Giornale e di Libero, che a me piace”.
faresti la figura della faziosa (ma è vero), però non sembreresti ipocrita. non è poco!!!
ciao Rollina, io parto per le vacanze (dopo tre anni), so che non sentirai la mia mancanza (ci mancherebbe), ma io ti saluto cordialmente.
ciao!!!!

Rolli 30 maggio 2005 alle 09:49

Il Manifesto mi sta sulle palle? E’ uno dei giornali che leggo di più. Capisco però che tu debba parlare a vanvera perchè senza difesa sull’argomento.
A dire il vero il graffiar di specchi si sente con te, caro Sergio. Ho scritto chiaramente dellahome, ho spiegato altrettanto chiaramente e non ci volete stare. Fatti vostri, tanto il dato di fatto resta e la figura da cani pure. Tanto basta. Se ora mi vuoi dire che il centrodestra non va in piazza il primo maggio va benissimo, è attinente quanto la home di libero e del giornale.
Io dico che dovreste vergognarvi.
Vai in vacanza, questo sì, potrebbe aiutarti in effetti

Sergio 30 maggio 2005 alle 10:49

allora:
in un altro post hai affermato che il Manifesto non parlava di Clementina (io t’ho pure creduto senza verificare, pensa che buona fede mal riposta!!!).
dopo un po’ sono andato a controllare e….
Era solo nella home-page del sito che non c’era, ma se si aprivano le prime pagine degli ultimi giorni, non mancava mai e aveva in due casi persino il titolo d’apertura.
Qui citi come “buon esempio” Libero ed il giornale, che però sulla loro Home Page NON hanno nessun accenno a Clementina…
Allora, io non ho bisogno di “difendermi” (tu la vedi come una battaglia, io no!! Stai facendo a pugni da sola, sappilo…) da nessuno, ti faccio solo gentilmente notare che le tua “argomentazioni” sfiorano il ridicolo… Non te la prendere!!! Non mi devo arrampicare da nessuna parte, perchè sto già osservando una persona che tenta di scalare lo specchio dei suoi dogmi con le unghie della retorica…
Io il Manifesto non lo leggo spesso come te, dipende se uno dei miei colleghi lo compra o meno, tuttavia il fatto che tu lo legga non esclude il fatto che ti stia sulle pa**e…
La furia cieca con la quale ti scagli contro quel giornale denuncia la tua faziosità, anche perchè di argomenti per contestare la linea editoriale del manifesto ce ne sarebbero….
non volermene, cara Rolli.
Vado in vacanza, è vero, domani mattina parto, prendo il tuo come un augurio di buone vacanze…
Ciao…..

Rolli 30 maggio 2005 alle 11:30

Sergio, questa è l’ultima risposta percfhè o sei troppo stupido o troppo i9n malafede; qualunque sia la diagnosi non fa per me.
Nel post si parla del Manifesto, che tu e quelli in malafede come te vogliano girare la questione non mi riguarda: il Manifesto continua a non dare un posto in home a Clementina, posto che invece dà alla Sgrena e ai francesi.
Libero non dà la home a nessuno, Repubblica nemmeno, il Corriere nemmeno, il Giornale nemmeno. Ergo non c’entra niente.
Il Mnifesto da mesi da l’home ai francesi e alla Sgrena.
Il Manifesto non dà posto a Clementina accanto ai francesi e alla Sgrena.
Non hai capito? Non ci riesci? e’ troppo per te?
Be’, non posso farmene carico io.
E qui chiudo fino al sopraggiungere di un tuo commento non cretino e non in malafede. Temo quindi si tratti di chiusura definitiva, visti i precedenti.
Buone vacanze

Rolli 30 maggio 2005 alle 11:43

Ah! Ora fammi una cortesia e dimostra, con un copia e incolla questa tua affermazione:
in un altro post hai affermato che il Manifesto non parlava di Clementina (io t’ho pure creduto senza verificare, pensa che buona fede mal riposta!!!”

olden 30 maggio 2005 alle 12:40

Oh, Rolli, ti è cosi’ difficile pensare al fatto che Giuliana Sgrena è UNA DIPENDENTE DEL MANIFESTO e i francesi sono COLLEGHI CON CUI SPESSO HANNO COLLABORATO ?
E’ cosi’ strano che un giornale dia piu’ spazio ad una vicenda che coinvolge direttamente gente che lavora con o per loro?
Cmq che il manifesto non dia la homepage alla vicenda di Clementina non è un male irreparabile: basterebbe che gliela dessero tutti i giornali di destra e voilà, il settarismo del manifesto conterebbe meno di niente. E invece no, la home non gliela danno neppure i tuoi amici. Perchè non te la prendi anche un po’ con loro?

Rolli 30 maggio 2005 alle 12:47

I compagni resistenti mica leggono il centrodestra, te ne sei scordato? I compagni resistenti si appoggiano alla sinistra radicale per richiedere manifestazioni e bla bla. Che c’entra la destra, signor Olden? Ti risulta che abbia messo home con i quattro contractors epoi magari se ne sia sbattuto degli altri? No alla prima e no alla seconda.
Il Manifesto invece ha sparso fango sui contractors, su Quattrocchi persino da morto, fa la home per i rapitucci simpatici e a Clementina nisba.
Che ti difendi, Olden? Lascia perdere, va’

Sergio 30 maggio 2005 alle 12:53

Certo, non hai affermato letteralmente che il Manifesto non ne parlava (infatti non era virgolettato, come sarebbe stato se avessi citato una tua frase), ma lo hai lasciato intendere…
Fine delle trasmissioni di Sergio.

blind 30 maggio 2005 alle 13:07

Questa e’ fantastica!
Siamo al corporativismo sui sequestrati…
In questo modo si giustificano gli insulti, il sarcasmo e tutto quanto il Manifesto ha scritto e disegnato contro i 4 ragazzi sequestrati dai cari resistenti.
Urge informarsi su eventuale iscrizione nell’albo dei giornalisti di Clementina.
Nel caso di riscontro positivo si inoltrera’ istanza alla redazione del quotidiano comunista che, esaminata la pratica, inserira’ Clementina Cantoni, nella home riservata ai colleghi!
Blind
Blind

Francesco 30 maggio 2005 alle 13:16

Sergio aveva argomentato….
questa la spedisco a David Letterman.
Ciao

bando 30 maggio 2005 alle 15:55

questa polemica sui giornali buoni e cattivi mi sembra molto triste_ognuno ha le sue pecche informative, le sue derive, le sue castronerie_ci sono state pagine di libero e del giornale e commenti dati a persone che davvero col giornalismo c’entrano poco_poi ognuno legge i propri giornali e dà uno sguardo a quello che passa il convento dall’altra parte_sui commenti alla bella vita dei cooperanti penso che bisognerebbe informarsi un poco meglio, tutto qua_

bill 30 maggio 2005 alle 16:03

No no, Bando, niente affatto. C’è chi può fare errori, e che guarda caso chiede anche scusa, e c’è chi pretende di giudicare moralmente il prossimo. E che invece fa schifo. Non perchè è fazioso, il che è comprensibile, ma perchè non ha pietà che per i suoi “compagni”, e quasi giustifica sgozzamenti e rapimenti di Amerikani e non allineati. Ma non si può farlo notare, che subito c’è chi si rattrista. Rattristatevi prima, che è meglio.

olden 30 maggio 2005 alle 16:13

I giornali , i siti, e le televisioni di destra hanno dato eccome “la homepage” ai 4 contactors, e adesso non la danno a Clementina.
Io non difendo il Manifesto, dico solo che non è nè piu’ nè meno corporativo e strumentalizzatore di tutti gli altri.

Rolli 30 maggio 2005 alle 16:38

Nessuna home per i contractors, solo articoli. Spiacente Olden, ma ti arrampichi sempre più malamente.

Alx 30 maggio 2005 alle 18:28

Destra, sinistra, home di qua’, pagine interne di la’… che palle. Si’, ho capito… dipendenti, giornali amici… ma nel mio piccolissimo sono d’accordo con Rolli. Se decidi di parlare dei rapiti, non mi pare per niente bello parlare solo di quelli “di casa tua” e sfanculare gli altri. Mi sembra una mancanza di delicatezza alquanto fastidiosa, in un giornale che poi per altri versi predica l’”universalita’” di tante cose. E poi, se permettete, essendo personalmente coinvolto questa assenza mi DA’ SULLE PALLE!

leo 1 giugno 2005 alle 00:33

Io spero che sia liberata, Clementina Cantoni.
E temo forte che, un paio d’ore dopo la liberazione, mezz’ora dopo la prima conferenza stampa, Rolli sarà già pronta a spalare merda, su Clementina Cantoni. E’ un copione che ho letto già quest’estate, mi pare.
Detto questo, sarei però molto contento se Rolli mi smentisse: non con le sue argomentazioni (che sono sempre molto buffe), ma coi fatti. Anche perché qui si alimenta una specie di ‘pensiero magico’: le cose succedono perché noi ne parliamo, nei nostri blog o nelle home page dei quotidiani. Roba da antropologi, se non già da psichiatri. Scusate se vi offendo, del resto qui si sta offendendo l’intelligenza di chiunque passi (e ne abbia ancora un po’).

Rolli 1 giugno 2005 alle 09:17

Mi sono tranquillizzata, Leo: temevo di averti offeso e invece mi comunichi di no.
Sulla specie di pensiero magico che dirti? O sei malato o questo blog è davvero influente, visto che ci vedi pensieri e intenzioni che non ha.
Ne terrò conto, chè il tuo parere è fondamentale..

kagliostro 1 giugno 2005 alle 12:52

Qualcuno ha visto la copertina del Manifesto di oggi ?

Partigiano William 1 giugno 2005 alle 15:05

Ciao Rolli,
concordo con la tua visione dei “pacifisti” (mi riferisco in particolar modo a quelli delle bandiere arcobaleno) e ti lascio il link ad una mia considerazione sul fatto che con il caso di Clementina abbiano definitivamente “gettato la maschera”.
Un saluto.
Partigiano William

Comments on this entry are closed.

Post precedente:

Post successivo: