Israeliani e americani come i nazisti

“Di tutti i problemi che ci sono nel mondo oggi, probabilmente ce ne sono due che, nel momento in cui questa unità didattica viene scritta, presentano molte similitudini con il genocidio nazista, con i ghetti che crearono i nazisti tedeschi per isolare gli ebrei dal resto delle persone e con le vessazioni e infamie ricevute dai repubblicani spagnoli e catalani e dal resto di internati nei campi di concentramento… sono la costruzione del ” muro della vergogna” in Palestina e l’incarceramento di prigionieri talebani nella base militare degli Stati Uniti nell’isola di Cuba, a Guantanamo
(tratto dal manuale redatto per i professori della scuola secondaria spagnola e sovvenzionato dal Comune di Barcellona)

di Rolli il 22 maggio 2005 in Estera & Esteri · 10 commenti

{ 10 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

blind 22 maggio 2005 alle 21:53

Ci sarebbe da scompisciarsi per il gran ridere se non ci fossero di mezzo milioni di vite umane.
Blind

Replica

Tetsuo 22 maggio 2005 alle 23:49

ma perchè ti inquieti tanto, blind?
dopotutto i nazisti combattevano contro i comunisti, quindi tanto cattivi non erano…

Replica

blind 23 maggio 2005 alle 00:34

Tetsuo, alle tue parole ci sarebbe da scompisciarsi per il gran ridere se non ci fossero di mezzo milioni di vite umane.
Blind

Replica

Tetsuo 23 maggio 2005 alle 01:17

non sono io il filonazista, qui dentro
heil blind!

Replica

blind 23 maggio 2005 alle 01:29

Idem come sopra.
Blind

Replica

marcello 23 maggio 2005 alle 13:18

non sono tanto d’accordo con lo scompisciarsi..sarebbe ben triste vedere a quanto puo’ spingersi l’ottusita’ umana, anche se non ci fossero di mezzo milioni di vite.
vien da pensare che l’umanita’ se li sia proprio meritati, il comunismo e il nazismo.
saluti.

Replica

blind 23 maggio 2005 alle 14:23

Vedi, Marcello, quando l’ideologia si spinge tanto oltre cio’ che il dolore puo’ sopportare, scatta quella reazione incontrollabile che e’ la risata.
E’ una difesa fisiologica. E’ il ridere per non piangere di fronte a quanto grottesco sa essere il fanatismo.
Blind

Replica

Francesco 23 maggio 2005 alle 14:27

Speriamo.
Io lo vedo deboluccio uno come Tetsuo nella difesa fisiologica contro le evidenti cazzate dell’estremismo ideologico.
Ed ha ragione Marcello a ricordare che nel comunismo e nel nazismo (ordine cronilogico) ci abbiamo sguazzato ben bene noi umani. Quindi potremmo farlo di nuovo.
Ciao

Replica

blind 23 maggio 2005 alle 15:03

Si’, francesco, il pericolo c’e’ e uno dei motivi si trova proprio in questo post: America e Israele come i nazisti!
Se i nostri nonni caddero nella trappola del comunismo e del nazismo, almeno avevano l’alibi dell’ignorare che intorno a loro esistevano altri popoli in democrazia e liberta’.
Oggi il rischio sta nella confusione, nella relativizzazione e nella sovrapposizione di cio’ che e’ dittatura con cio’ che si chiama stato di diritto.
Se ormai ce una maggioranza che non sa scegliere tra la cacca e la cioccolata perche’ hanno lo stesso colore e quindi mangia la prima convinta che sia la seconda, allo stesso modo si comportera’ quando gli imporrano un qualsiasi regime illiberale e oppressivo.
Blind

Replica

marcello 23 maggio 2005 alle 15:53

esatto.
e i giornali di regime (pravda e repubblica in testa), puntano proprio a mistificare la realta’ quanto basta a rendere impossibile per la gente cogliere differenze macroscopiche.

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: