Non riabilitate Hamas

Il bottino rivendicato orgogliosamente da Hamas è di 411 vittime israeliane, oltre all’articolo 11 del suo atto costitutivo dove si pone come obiettivo la distruzione di Israele.
Hamas è entrata nelle liste europee delle organizzaazioni terroristiche solo nel 2003 e oggi Francia e Spagna vogliono riabilitarla e ricominciare ad erogarle i fondi europei.
Un finanziamento in piena regola per il movimento terrorista, che tra l’altro andrebbe ad indebolire Abu Mazen.
Frattini dice no (non oso immaginare se ci fosse l’Unione prodiana al governo)

di Losciacallo il 29 aprile 2005 in Medio Oriente · 13 commenti

{ 13 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Oni-fled 29 aprile 2005 alle 01:13

…almeno abbiamo un Frattini che sa ragionare. Almeno lui.

Replica

eMi 29 aprile 2005 alle 01:51

Se dovesse vincere la sinistra, Hamas conterebbe sulla Chiracolandia, sulla Zapaterolandia e sulla Dilibertolandia… sarebbe drammatico!

Replica

blind 29 aprile 2005 alle 02:05

…sicuro, visti i precedenti con Baraldini e Ocalan.
Blind

Replica

Marco 29 aprile 2005 alle 11:31

…ma che tristezza!!! Poi “quelli” sono “quelli” che organizzano manifestazioni in piazza, con striscioni variopinti con la scritta “Pace”. Ma sono sempre “quelli” che mettono a soqquadro Genova o spaccano vetrine e distributori di benzina, oppure incendiano i Mc Donalds… ma sempre “loro”, puri pacifisti, lanciano estintori contro i Carabinieri!!!! Che tristezza….

Replica

Robert Nozick 29 aprile 2005 alle 13:43

…e poi se uno muore (Carlo Giuliani) diventa un martire (chissà però cosa stava facendo con l’estintore in mano prima di essere colpito…)

Replica

Manuele 29 aprile 2005 alle 15:27

Beh, certo perché vi siete già scordati di quando Casini e mezzo parlamento leccarono il culo a quel sant’uomo di Tarek Aziz quando venne in Italia poco prima della guerra.
Comunque sono curioso della questione, indipendentemente da Hamas: per quale motivo l’UE dovrebbe dare fondi ad un’organizzazione politica extraeuropea?

Replica

Astrolabio 29 aprile 2005 alle 15:52

leccarono il culo?

Replica

blind 29 aprile 2005 alle 22:07

Manuele, io non so chi pago’ il conto del ristorante dove una delegazione trasversale parlamentare ospito’ il braccio destro di Saddam.
Di certo pero’ so chi pago’ i voli in aeroplano per gli USA E la Russia che trasportarono il ministro della giustizia Diliberto e la sua delegazione impegnata a portare in Italia Baraldini e Ocalan.
Gli italoamericani ancora non si sono ripresi dallo stupore e dalla vergogna.
Blind

Replica

Manuele 30 aprile 2005 alle 15:33

Vabbe’, la Baraldini se non sbaglio è in galera e Ocalan CREDO che si sia pentito di aver accettato l’invito di rifugiarsi in Italia, visto come è andata a finire :-o)
Ma questi aneddoti sono inutili. Chi mi sa rispondere alla mia curiosità? Secondo quale principio e con quale criterio l’UE dovrebbe dare soldi a formazioni politiche extraeuropee?

Replica

Manuele 30 aprile 2005 alle 21:55

Non mi sembra una spiegazione…

Replica

Minerva 1 maggio 2005 alle 00:12

La Ue sviluppa programmi di assistenza esterna che prevedono l’erogazione di finanziamenti a paesi, territori e organizzazioni in tutto il mondo. Lo scopo è quello di combattere la povertà, la mancanza di istruzione, la carenza di cure mediche, et cetera. Hamas riceveva finanziamenti in quanto una parte dell’organizzazione opera nel campo delle attività solidali, come la costruzione di ospedali e scuole, in particolare per i palestinesi dei campi profughi.

Replica

Manuele 1 maggio 2005 alle 16:43

Grazie Minerva :)

Replica

DAzCon 3 maggio 2005 alle 13:58

A questo link c’e’ il sito di Hamas, alla voce “profile” viene detto tutto…
http://www.hamasonline.com/indexx.php?page=Hamas/hamas_profile

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: