Andrea Marcenaro: non è andata male

Ora sì, non prima, prima erano incompleti ed è stato montato un can can politico ad arte. Ora, invece, ora che i risultati delle amministrative sono completi, si può tirare un primo, per quanto affrettato, bilancio.
Presi complessivamente, la prima impressione è che al centrodestra non sia andata male. Assolutamente no. Abbiamo perso la Basilicata, questo è vero. Detto questo, però, non è che ci possano manipolare i risultati. Basta fare due conti.
Abbiamo riconfermato la Lombardia. Abbiamo riconfermato il Veneto. Venezia è caduta nelle mani di un allievo di Heidegger. Grande avanzamento anche a Somma Lombardo e altrettanto brillante il balzo in avanti a Grottaferrata. Due paesi piccoli, ma dal nome doppio.
E qvesto essere ancora niente rispetto culo-lampo che noi afere fatto loro in piccolissimo comune di Vaticano.
Andrea’s VersionIl Foglio

di Losciacallo il 20 aprile 2005 in Andrea Marcenaro · 22 commenti

{ 22 commenti }

NN 20 aprile 2005 alle 04:21

Sì, ciao. Scusa. Inserisco questo messaggio per ricordare “Bietto”, che è intervenuto qualche volta su questo blog. Bietto (alias Fabio Bilancini) è morto. Aveva 17 anni.
:(
Questo il suo blog:
http://bietto.ilcannocchiale.it/
E queso è il sito del suo prof. di Matematica, che ha dato la notizia.
http://www.michelepassante.it/

BJH 20 aprile 2005 alle 07:38

sembrava una bella giornata.

Rolli 20 aprile 2005 alle 08:51

….

anonimo romano 20 aprile 2005 alle 14:17

Esiste un limite alla vergogna?
Titola il “Manifesto” a tutta pagina: “il pastore tedesco”.
Altro commento colto al volo: “dalla stufa delle schede sono usciti fumi di Aushwitz”
Geniale, non è vero?
Molto, ma molto meglio un “pastore tedesco” che finire in compagnia di un lupo che perde il pelo ma non il vizio di stalinisti attacchi demolitori e denigratori contro chi, forse, non la pensa come loro.
In questo caso addirittura preventivi, quasi minacce mafiose.
Brava sinistra, continua così. Complimmenti.

bill 20 aprile 2005 alle 14:46

I coglioni del Manifesto, poveri culi di professione spacciati per giornalisti, manco si sono accorti che da Israele e in generale dalle comunità ebraiche l’elezione di Ratzinger è stata accolta con simpatia. Anche perchè dietro al riavvicinamento della Chiesa alla comunità ebraica c’è tutto il lavoro teologico fatto da Ratzinger. Non ci saranno più i comunisti, ma sono rimasti i loro figli scemi.

frank 20 aprile 2005 alle 14:54

“pastore tedesco”: è andata bene, potevano scrivere rottweiler o doberman! da notare anche il “gaudium freddo”. Mi sa che dopo aver vinto le Regionali, volevano vincere anche in Vaticano…

Astrolabio ex passante 20 aprile 2005 alle 15:43

La meglio è stata “fumata nera: bruciato Arintze”

Diddy 20 aprile 2005 alle 16:10

mamma mia quanto siete buonisti….
ma non eravate per il politically incorrect??
Il manifesto fa i titoli che piacciono a chi legge il manifesto, non vi ricordate l’immigrato polacco di padana memoria?

Tetsuo 20 aprile 2005 alle 20:53

sono per il politically incorrect solo quando piace a loro
ci sono pochi siti con una maggiore quantità di ipocriti, bugiardi e leccaculo di questo.. con bill degno rappresentante

harry 20 aprile 2005 alle 21:46

Quelli del Manifesto sono deficienti, ma non è una novità. Io comunque non mi preoccuperei più di tanto: la Chiesa ha vissuto momenti di maggiore e ben più grave pericolo in Europa, mentre è in alcune altre parti del mondo che essere cristiani significa essere condannati alla morte. Non saranno certamente 4 idioti falliti (falliti perché hanno aderito per decenni a un’ideologia orribile e sanguinaria e vi credono ancora adesso) a mettere in pericolo la Chiesa.

blind 20 aprile 2005 alle 22:05

Si’, Diddy, e tu ricordi le interrogazioni parlamentari infuocate perogni volantino “razzista” della lega ?
Blind

blind 21 aprile 2005 alle 00:36

Rolli, che succede nel post su Ratzinger ?
Hai provato a postare ?
Io non ci riesco e sinceramente non capisco che caspita vuol dire il messaggio che mi impedisce l’invio del post.
Grazie
Blind

Manifesto? 21 aprile 2005 alle 00:37

Canifesto!

Zadig 21 aprile 2005 alle 00:57

Bellissimo il titolo del manifesto. Anche, e soprattutto, perchè vi rode, cuccioli.

Domiziano Galia 21 aprile 2005 alle 00:59

Ho un bizzarro sospetto: Ratzinger stupirà.
Soprattutto i neoconi.

blind 21 aprile 2005 alle 01:07

Rolli, questo e’ il messaggio che leggo quando tento di postare tra i commenti su Ratzinger:
“412 Precondition Failed
Precondition Failed
The precondition on the request for the URL /cgi-bin/mt/mt-comments.cgi
evaluated to false.
Apache/1.3.33 Server at http://www.rolliblog.net Port 80″
?????????????
Blind

Rolli 21 aprile 2005 alle 08:50

Blind, in effetti è capitato pure a me, e adesso segnalo la cosa.
Zadig, quando uno è in fase demenziale e scrive come mail Berlusconi stronzo.it, ha tutta la nostra solidale compassione.

Francesco 21 aprile 2005 alle 09:50

Ehi muso giallo,
visto che sono affezionato a questo blog, voglio anch’io la mia dose di insulti! Non è giusto che li riservi solo a Bill!
Comunque tra chiamare le cose col loro nome e insultare gratuitamente (o fare battutine da Cuore) c’è una grande differenza.
Di solito la si impara all’asilo.
PS è una vita che sognavo di chiamare qualcuno muso giallo, chiedo scusa al paio di miliardi di asiatici che potrebbero volermi spaccare la faccia.

Rolli 21 aprile 2005 alle 10:36

Blind, pare che dipenda dai server LivingDot che impiegano dei filtri per limitare lo spam; dice Tiziano che probabilmente il messaggio conteneva una o più parole incriminate (per i server, intendo).

bill 21 aprile 2005 alle 11:47

Tetsuo appartiene a quella categoria di poveretti che pensano di poter insultare chiunque e che si arrabbiano tanto se qualcuno risponde. Secondo la loro mentalità da comunistelli da salotto, noiosi come quei cagnetti che abbaiano continuamente con voce stridula, essere contro le banalità che da un secolo sciorinano è essere “leccaculo”. Si rassicuri Tetsuo: nessuno ha voglia di leccarlo in faccia.

Ginchelli 21 aprile 2005 alle 12:39

21 04 ore 12 e 11
__Unione decide come andare da Ciampi__
L’opposizione fa il punto sulla crisi di governo e se,andare o no,con una sola delegazione da Ciampi al Quirinale. “Siamo qui proprio per decidere questo”, dice Castagnetti (Margherita), prima di entrare nel vertice dell’Unione presieduto a Prodi.Ma Giordano (Prc) ribadisce che Rifondazione andrà da Ciampi con una sua delegazione perché “non si sono ancora sciolti i partiti e la prassi costituzionale prevede che i singoli gruppi parlamentari siano auditi dal presidente della Repubblica”.Una autonomia “in sintonia” con l’Unione.
———
- Vado io – No,io – No tu dopo – No, io vado prima e porto gli altri – No tu vai dopo con la macchina – La merenda la porto io – E il pallone chi lo porta?
E la chiamano Unione ????????????

greedy 21 aprile 2005 alle 13:40

“Il pastore tedesco” è un bel titolo: ironico e irriverente quel tanto che basta.
Il commento sui fumi di Auschwitz – ammesso che sia del Manifesto – è decisamente sopra le righe: a roma si direbbe “una rosicata”.

Comments on this entry are closed.

Post precedente:

Post successivo: