Pur di non dire “Il Riformista”

C’è un leader ombra nel centrosinistra, ed è Paolo Mieli, uno che detta la linea e nel quale si riconosce la “maggior parte della nomenkatura”; è coadiuvato da Michele Salvati per le alte strategie, e da Paolo Franchi per la tattica quotidiana.
La linea-Mieli utilizza a piene mani
“il foglio clandestino e opulentissimo (in origine di entourage dalemiano) che fa da supplemento arancione al Foglio di Ferrara-Berlusconi”
Paolo Flores D’Arcais, su MicromegaIl Riformista

di Rolli il 2 marzo 2005 in Opinioni · commenta

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: