Per farti rabbia mi taglio il contratto

Alberto Ravaioli, sindaco di Rimini, area Margherita, ha incoraggiato una rivolta popolare contro un accordo che stava per essere concluso tra l’Aeradria, società che gestisce l’aereoporto di Rimini, e l’americana World Airways.
L’accordo prevedeva uno scalo tecnico per gli aerei civili che dagli Usa portano i soldati in Iraq. Fuoco e fiamme dei pacifisti, del sindaco e quindi conseguente “no” del Comune. Sono seguite immediatamente le dimissioni di Gabriele Morelli, presidente del cda dell’Aeradria, diessino, il cui accordo avrebbe reso “5 milioni di euro, con un incremento del 50 per cento del fatturato annuo“.
“Sono iscritto ai Ds da sempre – dice Morelli – e sono stato contrario alla guerra preventiva di Bush non concordata nÈ con l’Onu nÈ con l’Europa; … stavamo per chiudere un contratto con un compagnia aerea civile, per consentire uno scalo tecnico ad aerei civili. I passeggeri sarebbero stati militari americani non armati. E pensare che il nostro è anche uno scalo militare … Sono rimasto senza parole, siamo in gara per un contratto che, solo per l’indotto, può garantire alla nostra provincia risorse, posti di lavoro. E poi che c’è di strano nel consentire uno scalo tecnico a dei ragazzi che hanno come unico difetto quello di andare a rischiare la vita … Ma se lo ha detto anche Prodi a Bush che noi siamo amici degli americani. Insorgere contro un accordo commerciale ìcivileî solo perché ci sono di mezzo i soldati americani non ha senso…”.
Nel frattempo, molte città italiane ed europee stanno cercando di aggiudicarsi loro il lauto accordo con la World Airways. (Il Riformista)

di Rolli il 26 febbraio 2005 in Politica · 8 commenti

{ 8 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

Gabibbo 26 febbraio 2005 alle 12:05

un altro caso di coglioni che si tagliano le palle per fare dispetto alla moglie…
che però se ne frega bellamente, visto che è piena di amanti :-)

Replica

daw 26 febbraio 2005 alle 12:36

Aggiungo che la World AirWays opera GIA’ a Malpensa, Napoli, Venezia, Catania, Fiumicino. All’estero, tanto per fare qualche esempio, a Francoforte, Shannon, Norimberga , Helsinki e Bruxelles.
Saluti,
daw.

Replica

eMi 26 febbraio 2005 alle 13:59

Beh alla fine si raccoglie cio’ che si semina…
e a stare dietro ai pacifisti dei centri sociali un qualche danno collaterale puo’ capitare… ;)) questi governerebbero l’Italia in questo modo? Se vanno al governo non durano più di sei mesi…

Replica

blind 26 febbraio 2005 alle 22:53

Neppure a Rimini e’ arrivato il:
contrordine compagni !
Che sia troppo tardi o che magari venga sentito troppo ambiguo oltre che strumentale alle imminenti elezioni?
Compagni che non ci credono…
Blind

Replica

bill 28 febbraio 2005 alle 17:29

Beh, cosa c’è, vi meravigliate? E di cosa? I DS sono questi: orfanelli costretti all’abiura, ma con fortissimi riflessi pavloviani. Il richiamo della giungla, appena vedono uno straccetto rosso o sentono la parola “America”, per loro è fortissimo. Comunque coraggio: governeranno col loro fare mafioso Rimini per altri cent’anni, ma le elezioni politiche le perderanno.

Replica

bill 28 febbraio 2005 alle 18:14

Ah, tra parentesi: chissà se il democraticissimo e pacifistissimo sindaco di Rimini troverà il tempo, dopo il massacro di oggi in Iraq, di dire due parolette sui suoi amici terroristi-resistenti. Si accettano scommesse sul comportamento di questo cialtrone.

Replica

Zadig 1 marzo 2005 alle 00:44

Gustosissimo questo blog. Bravo Rolli. Un solo appunto: ma davvero pensate che i ds siano di sinistra? Se si, a me cosa fareste, nel malaugurato caso doveste incontrarmi?
Invece nel caso fosse uno scherzo, fraterni saluti.
(In effetti, non potrebbe trattarsi che di uno scherzo).
Bello l’accenno ai centri sociali, frequentati, presumo, da tossici all’ultimo stadio. Mica si fanno consegnare la coca direttamente in parlamento (oppure era il senato? Boh!), ‘sti cretini. Poi, non per infierire, ma a proposito di “orfanelli costretti all’abiura”, chissà perchè, mi viene in mente Fini con la kippa.
Chissà perchè.
Un caro saluto ad un blog colmo di satira.
Zadig

Replica

Rolli 1 marzo 2005 alle 00:59

No no, tranquillo, qui non siamo menzionati dalla provincia con onore come il Leoncavallo, non espropriamo e ci paghiamo tutto da noi; non temere pestaggi, quindi.
Accomodati tranquillo e non togliere il trucco che ti dona. Benvenuto :)
PS:No no, pensiamo che i DS siano un po’ più a destra di Berlusconi, figurati!A sinistra è il compagno Diliberto, quello che va a spasso con gli hezbollah

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: