I dettagli di al Jazeera

Mentre il ministro degi Esteri Gianfranco Fini, parla al telefono in diretta con al Jazeera, spiegando come Giuliana Sgrena sia una “persona di pace e amica del popolo iracheno”, l’emittente fa scorrere la didascalia “Roma rifiuta la richiesta dei rapitori di ritirare le sue forze entro tre giorni“.
Una precisa scelta mediatica.

di Rolli il 6 febbraio 2005 in Medio Oriente · 2 commenti

{ 2 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

blind 6 febbraio 2005 alle 15:23

Giuliana Sgrena e’ stata rapita dai terroristi.
Ora, da quando in qua i terroristi hanno dichiarato il loro amore per il popolo iracheno?
Fino al giorno delle elezioni hanno urlato ai cittadini dell’Iraq il loro odio, minacciandoli di morte se fossero andati a votare.
Massacrano indiscriminatamente domne e bambini e non hanno pieta’ per chiunque creda nella democrazia.
Qualcuno mi sa spiegare, alla luce di codesti fatti, perche’ questi sequestratori dovrebbero vedere in sgrena un’alleata?
Solo perche’ e’ anti americana e anti berlusconiana? non credo che basti, dovra’ anche dichiararsi a favore della sharia e di Al Qaeda, o no?
Le due simone hanno fatto questo, in parte.
Il Manifesto dovra’ fornire immagini di lei col burqa mentre conversa con amici di Al Zarqawi, dichiarandosi contro gli Iracheni che sono andati a votare.
Blind

Replica

davide 7 febbraio 2005 alle 18:55

E Fini è il solito che va a telecamere a farsi riprendere a spiegare agli islamici quanto sia buona a brava la Sgregna. Perché allora gli altri italiani che non sono pacifisti potrebbero essere rapiti più tranquillamente? Se ne va sulla tv di AlJazeera, non lo sa che quella è la TV dei proclami dei terroristi? Che cosa credeva di ottenere così? Ma, come, il ministro non si è acorto di quanto siano inutili questi appelli? Vi ricordate appelli del genere fatti da altri ministri degli esteri in casi analoghi (rapimenti)? (io no) Questa è la maniera in cui la sinistra avrebbe operato, sarebbero per prima cosa andati su AlJazeera a dire quanto siamo bravi e buoni, e poi avrebbero fissato qualche incontro con qualche terrorista, che avrebbero definito bravo e buono anche lui. Non poteva invece fissare qualche incontro con gli amerikkani o con gli organi ufficiali irakkeni e senza andare in TV? Ma dopotutto, qualche lode anche dall’elettorato di “centro” fa sempre piacere, infatti ha ricevuto pure le lodi dal Manifesto. E c’è solo da dire per fortuna che non ha accettato le richieste dei terroristi.
E poi si va a criticare la Francia se fa patti con Hamas e altri terroristi palestinesi, siamo sulla buona strada con interventi del genere.
Berlusconi ha sbagliato a mettere uno con la testa di Fini ad un ministero così importante.

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: