Ora i pacifisti amano i Mangusta

“… si doveva essere a favore dell’invio dei Mangusta quando la missione cominciò, o comunque quando si fece più pericolosa, e non solo ora che un soldato italiano è caduto.
Lo diciamo all’opposizione pacifista, che ieri – sopra tutti il verde Cento – chiede con stupore e indignazione al ministro Martino ´le ragioni del mancato utilizzo degli elicotteri Mangustaª.
Una delle ragioni, caro Cento e cara opposizione, è che se il ministero della Difesa avesse mandato i Mangusta sarebbe successo il finimondo in parlamento, e i pacifisti – sopra tutti il medesimo onorevole Cento – avrebbero strillato ai quattro venti che l’uso di potenti e precise macchine da guerra dimostrava inequivocabilmente che la missione italiana era bellica, e non pacificatrice e umanitaria… ” (Il Riformista)

di Losciacallo il 25 gennaio 2005 in Politica · 18 commenti

{ 18 commenti… leggili o aggiungi il tuo }

watergate2000 25 gennaio 2005 alle 10:14

Verissimo:
Prima dicevano che l’armamento inviato non era da missione di pace (riferendosi ai corazzati dotati di missili terra-terra) e quindi era una missione di guerra
Adesso protestano che non si siano mandati i Mangusta, accusando il governo di aver nascosto la verità (e più biecamente della morte del povero Cola) (????)
Peccato che i Mangusta hanno lo stesso dispositivo d’attacco dei corazzati a terra (sempre missili).
ciao, :)

Replica

Alex Marra 25 gennaio 2005 alle 10:19

i pacifisti che si fingono addolorati per la morte di un militare (che in realtà disprezzano e odiano) e fingono di chiedere l’impiego di un elicottero d’attacco: roba da matti. ma quella è gente senza vergogna.

Replica

Calvin 25 gennaio 2005 alle 10:24

A me, francamente, ripugna altrettanto un Governo che per non sentirsi dire da Cento che in Iraq c’è la guerra non manda i Mangusta. Bah.

Replica

LR 25 gennaio 2005 alle 14:08

Hai ragione Calvin, ma ripeto che la colpa è degli italiani. Berlusconi tocca le tasse, succede il finimondo, gli strillano affamatore di poveri, la Lega esce, il governo cade, votiamo Prodi ecc… e alla fine? Nel 2005 tutti daccordo che una riforma delle pensioni è assolutamente necessaria. Dal 2008.

Replica

Il Griso 25 gennaio 2005 alle 14:40

Rolli, l’opposizione fa il suo mestiere (e lo fa anche male), il governo faccia il suo.
Ha un’amplissima maggioranza che, quando si tratta di salvare il sederino famoso a Berlusconi, Previti, Dell’Utri o Jack lo Squartatore, si presenta in aula compatta come un sol’uomo, anche se arriva Cento col kalashnikov: la usi anche per proteggere adeguatamente i soldati che manda in giro per il mondo a rischiar la pelle.

Replica

Alex Marra 25 gennaio 2005 alle 15:07

il Griso ha assolutamente ragione. il governo ha preferito non esporsi, non prendere responsabilità su una cosa che non porta voti, e questo dall’inizio della missione in Iraq. io credo che sia una missione giusta e coerente con la nostra linea di politica estera e con gli obbiettivi della lotta al terrorismo, ma questo Berlusconi non ha mai ritenuto opportuno spiegarlo agli italiani. forse, chissà, avrebbero capito e apprezzato di più quello che i nostri soldati stanno facendo. invece la settimana scorsa la presidenza del consiglio ha fatto spedire alle famiglie italiane una lettera in cui il premier consigliava di non prendere troppi farmaci. tanto per fare un esempio delle priorità.

Replica

frank 25 gennaio 2005 alle 15:17

microcefali: mai definizione fu più azzeccata

Replica

Roberto 25 gennaio 2005 alle 15:42

Scusate ma volete dire che il governo piu’ decisionista che abbiamo avuto
manda allo sbaraglio i nostri ragazzi per paura di quello che dice cento.
Siete strani però.

Replica

lynch 25 gennaio 2005 alle 15:46

“Il governo più decisionista che abbiamo avuto”
Purtroppo non è stato così.

Replica

Calvin 25 gennaio 2005 alle 17:30

“il governo piu’ decisionista che abbiamo avuto”
E Craxi (che non rimpiango affatto, sia chiaro) si rivoltò nella tomba.

Replica

Rolli 25 gennaio 2005 alle 17:48

Non è che il governo abbia preferito non esporsi, più semplicemente l’opposizione ha fatto strilli e strepiti e il presidente Ciampi non avrebbe firmato se i mezzi inviati fossero stati di attacco più che di difesa.
Va bene dare addosso sempre e comunque a Berlusconi ma ogni tanto qui ci si dimentica che nonostante l’opposizione l’accusi di comportarsi da padrone assoluto, nei fatti una missione in Iraq non viene votata e valutata nello stesso modo del digitale terrestre o della Cirami

Replica

Fonz 25 gennaio 2005 alle 18:36

Craxi si rivolterà pure nella tomba ma almeno questo governo non ha fatto il solito gioco di tenere un piede in due scarpe. Ha scelto una linea e la ha perseguita coerentemente.
Per quel che vale il Craxi di allora fu con Gheddafi quello che Chirac è stato con Saddam.

Replica

Calvin 25 gennaio 2005 alle 19:16

Sorry Rolli ma a questo giro non sono per niente convinto. Il Silvio II per ora merita di entrare nei libri di storia come il governo delle occasioni perse. La questione dei Mangusta spiega bene il come e il perché.

Replica

Francesco 26 gennaio 2005 alle 12:40

Caro amico di Hobbes ,)
non sono d’accordo. Occasioni ne ha avute pochine per accusarlo di spreco storico. Convengo che molte ne ha perse.
E in politca estera finora il voto non può essere inferiore a 8 (e solo perchè ha svaccato sulla costituzione europea).
Secondo me i franco-germanici ancora non ci credono, che non siamo sdraiati a zerbino sulle loro posizioni.
Francesco

Replica

blind 26 gennaio 2005 alle 13:43

Missione di pace in Somalia: 1992-’94
Battaglia al
check-point “Pasta”
… l’alba del 2 luglio 1993 quando oltre 800, fra paracadutisti, lancieri
di Montebello e poliziotti somali cominciano a muovere in convoglio verso
il quartiere di Heliwa, a Mogadiscio. Situato nella parte nord orientale
della città, il quartiere è un caposaldo degli Habr Gedir, il che rischia
di rendere il rastrellamento non proprio agevole…
…La situazione è comunque tesa e tutti ne sono consapevoli. I check-point
“Banca” e “Obelisco” hanno impegnato per giorni i soldati, dopo il bombardamento
dell’AC-130 americano e il fatto che Aidid sia ricercato dall’ONU invita
alla cautela. I mezzi impiegati sono ingenti, carri armati M-60 della brigata
“Ariete”, blindo “Centauro” e FIAT 6614, più VCC 1 e VM 90. Il supporto
aereo è fornita da un A 129 Mangusta e da un AB 205. La dotazione di munizioni
per i mezzi è più massiccia del solito, ogni uomo ha 4 caricatori da 30
colpi 5,56 nelle tasche del giubbotto antischegge, le armi individuali
vanno dal SCP 70/90 degli uomini della Folgore alle pistole mitragliatrici
Beretta M 12 impiegate da alcuni assaltatori del Col Moschin. I mezzi,
blindati e cingolati, assicurano una buona protezione del personale, anche
se nessuno si illude che i VCC, privi di corazze aggiuntive, possano resistere
alle armi controcarro che i somali possiedono. Entrare in un centro abitato
con i carri non è cosa da farsi alla leggera, tanto più in una zona densamente
popolata, con una viabilità approssimativa come quella di Mogadiscio. I
convogli impiegati nella missione sono due: Alfa dal Porto Vecchio e Bravo,
dalla città di Balad, 15 km circa NW di Mogadiscio…
Continua qui
Ma allora non c’era Bertinotti e neppure Cento…ma soprattutto non c’era Berlusconi.
Blind

Replica

blind 27 gennaio 2005 alle 11:57

Bush urge di consigli per gli acquisti.
E’ rimasto sprovvisto di elicottero personale ed ancora non ha deciso che modello comprare!
Possiamo metterlo in contatto con i nostri maggiori esperti come Cento o Pecoraro Scanio?
Qui e’ spiegato il problema.
Blind

Replica

blind 29 gennaio 2005 alle 11:38

I nostri pacifisti possono smetterla di arrovellarsi sul modello degli elicotteri: ieri
Ieri la Casa Bianca ha scelto l’Italia!
La Agusta fornira’ 23 elicotteri entro il 2009, per cominciare…
Blind

Replica

adf 7 gennaio 2006 alle 02:30

i pacifisti possono andare a fare in culo
che vadano a farsi fottere
che vengano a trovarmi, e a porgere l’altra guancia dopo ogni cazzotto, se sono pacifisti come dicono di essere
quei cretini

Replica

Scrivi un commento

Eventuali commenti volgari, offensivi, fuori tema o palesemente promozionali saranno rimossi.

Post precedente:

Post successivo: