gennaio 2005

La voce del popolo iracheno

31 gennaio 2005

Elezioni irachene: ha vinto la gente “Ci piacerebbe condividere con il mondo intero quello che abbiamo fatto questa mattina, non possiamo descrivere pienamente le sensazioni che abbiamo provato ma cercheremo di farlo per quanto ci è possibile. Ci siamo alzati presto stamattina, un’ora prima che la sveglia suonasse. In realtà, abbiamo dormito poco durante la [...]

continua a leggere »

Iraq: analisi di un voto

31 gennaio 2005

Una sintesi efficace dei vari editoriali sulle elezioni in Iraq e delle immagini più significative. (Jim Momo)

continua a leggere »

Iraq: bambino disabile kamikaze

31 gennaio 2005

Quelli che il giudice Clementina Forleo individua come “guerriglieri” e circa i quali non è bene “prendere posizione“, ieri hanno utilizzato un bambino down come kamikaze. Qualcuno lo riferisca anche al signor Vattimo

continua a leggere »

Elezioni irachene: gioia e veleno dalle tv arabe

31 gennaio 2005

Le prime elezioni veramente libere nella storia dell’Iraq e del mondo arabo non sono piaciute affatto a Al Zarqawi, Saddam, Assad e Al Jazeera . Sono piaciute poco a Erdogan, re Fahd, Khamenei. Sono risultate indigeste anche agli europei ossessionati dall’antiamericanismo e persino agli americani che mal sopportano Bush. Ma sono piaciute tanto, veramente tanto, [...]

continua a leggere »

Fratelli Mattei senza giustizia

31 gennaio 2005

Nelle foto terribili di quella notte si vede Virgilio Mattei che tenta di salvarsi dalle fiamme, tirando i fili del bucato appesi alla finestra, mentre il fuoco ha già raggiunto lui e il fratellino di 8 anni, aggrappato al suo pigiama. Morirà così. (via Deimm) Nella casa le fiamme sono state provocate da tre esponenti [...]

continua a leggere »

Shoa? Esagerati!

31 gennaio 2005

I campi di concentramento nazisti erano “come ogni altro campo di detenzione in altre guerre’ in cui gli ebrei erano solo uno dei “diversi popoli e gruppi etnici” rinchiusi. Lo scrive il Teheran Times, ma cose simili le ho lette anche dalle nostre parti. Non chiamateli “antisemiti”, però. (via Gabibbo)

continua a leggere »

Sono tutti neocon

31 gennaio 2005

Ma la state seguendo la saga di “Ennio Carretto- il Corriere e la fine dei neocon” su Camillo? Ne vale la pena (niente permalink, @ß#%#)

continua a leggere »

Elezioni irachene? Il compimento di un ribaltone..

31 gennaio 2005

Le reazioni di chi definiva “farsa” le elezioni irachene? Tanto per cominciare, sono il compimento di un “ribaltone” ["La rivolta sunnita, non vota un terzo dell'Iraq" "Con la vittoria sciita alle elezioni che si sono svolte ieri si compie e si completa il ´ribaltoneª, per dirla in italiano, iniziato a Baghdad il pomeriggio del 9 [...]

continua a leggere »

Il popolo iracheno ha parlato al mondo

30 gennaio 2005

ELEZIONI IN IRAQ 30 GENNAIO 2005 Votanti: oltre il 60% degli aventi diritto. Repubblica Gli iracheni hanno dato al mondo una bella lezione sulla libertà e sul coraggio. Ora attendiamo la reazione di chi definiva queste elezioni una farsa. Avranno il “coraggio” di perseverare? Oppure ci forniranno una spiegazione valida ? Una spiegazione del tipo: [...]

continua a leggere »

I partigiani contro Gianni Vattimo

28 gennaio 2005

Massimo Rendina, presidente dell’Anpi – Associazione nazionale partigiani italiana – quando gli comunicano le dichiarazioni di Vattimo che paragona la “resistenza irachena” alla Resistenza, e che definisce al Zarqawi “partigiano” sbotta : “E’ matto. Non sono d’accordo con chi chiama quello che sta accadendo in Iraq “resistenza“; invito Vattimo che pure stimiamo molto, a rileggersi [...]

continua a leggere »