maggio 2004

Magdi Allam: fiancheggiatori e complici italiani fra i terroristi islamici

31 maggio 2004

Mentre Antonio Amato è stato barbaramente sgozzato in Arabia Saudita dai terroristi di Al Qaeda, altri italiani, secondo fonti dei nostri servizi segreti, parteciperebbero attivamente al fianco della sedicente Resistenza irachena nell’uccisione dei nostri connazionali in Iraq. Una realtà spietata dei terrorismi islamico e internazionale uniti dal collante ideologico dell’antiamericanismo e dell’antiebraismo. La dimensione globalizzante [...]

continua a leggere »

La verità sull’11 marzo? Segreto di Stato e non se ne parli più

31 maggio 2004

L’inchiesta del Mundo portava a sostenere che non fosse stato Aznar a mentire, ma i servizi segreti spagnoli che avvisarono prima l’opposizone di Zapatero circa la matrice islamica degli attentati e, solo dopo, il governo. Per evitare che il Mundo avesse ragione, si è pensato bene di mantenere il sigillo del segreto di Stato sui [...]

continua a leggere »

Non è colpa dei terroristi

31 maggio 2004

La guerra in corso è contro “loro”, i terroristi islamici, i fanatici, i nazisti del nuovo millennio. Ma loro, si è notato? non hanno mai colpa di alcunchè, mai! C’è sempre una giustificazione, un motivo, una non condanna. Si condannano le vittime, non i carnefici. Cronache “sinistre” (di tutti i giorni)

continua a leggere »

Dopo la fecondazione assistita tocca alla pillola del giorno dopo?

30 maggio 2004

Il Comitato Nazionale di Bioetica si distingue come al solito e approva all’unanimità:ìil medico che non intenda prescrivere o somministrare Norlevo (c.d. pillola del giorno dopo), in riferimento ai suoi effetti post-fertilizzazione, ha comunque il diritto di appellarsi alla clausola di coscienzaî.Un chiaro invito ai medici che ritenessero la pillola del giorno dopo un abortivo [...]

continua a leggere »

Quello che non dice l’Unità

30 maggio 2004

“Uno degli obiettivi dell’invasione americana in Iraq era di stabilizzare la regione con la presenza di truppe americane e spingere per una evoluzione democratica in Arabia Saudita. E’ accaduto il contrario”. L’Unità Peccato che in Arabia gli attentati fossero antecedenti anche a quello delle Torri gemelle di New York, e che in Italia Al Qaida [...]

continua a leggere »

Gli italiani si difendono? Qualcuno non è contento

30 maggio 2004

Per certa sinistra e alcune testate, missione di pace significa essere inermi bersagli da utilizzare come concime a morte avvenuta. Gli italiani rafforzano i mezzi di difesa a Nassirya e loro fanno i distinguo sull’Ariete e sulle comunicazioni a Ciampi.Sanno perfettamente che un’operazione di pace si svolge in un teatro di guerra, altrimenti si chiamerebbe [...]

continua a leggere »

Opposizione vergognosa

30 maggio 2004

Strumentalizzano tutto, come avvoltoi in attesa di un’ulteriore strage per poter beccare furiosi i cadaveri ed esporli.Antonio Amato non era ancora registrato presso l’ambasciata, era arrivato da poche settimane, e quindi non poteva essere inserito nella contabilità di morte dei “poveri musulmani esasperati” che la nostra sinistra considera con maggiore riverenza dei connazionali che lasciano [...]

continua a leggere »

Il Riformista: il silenzio volgare di Cofferati

30 maggio 2004

“Voterei Guazzaloca. Il mio sarebbe un voto in omaggio a Biagi, a D’Antona e a Tarantelli. E sarebbe un voto contro Cofferati, contro il movimentismo e l’uso improprio di parole che diventano pietre, che si trasformano anche in pallottole”Così esterna Cossiga, tornando a picchiare duro su un candidato che a Bologna, città del giuslavorista ucciso [...]

continua a leggere »

Italiani fra i terroristi islamici?

30 maggio 2004

Oddio… sta a vedere che se parlo delle voci italiane che pare si sentano nei video che riprendono l’omicidio di Fabrizio Quattrocchi e l’assalto alla nostra base di Nassirya, dove perse la vita Matteo Vanzan, mi accusano di voler distrarre l’attenzione dalle foto delle torture. Girava voce di una frase in italiano durante l’esecuzione di [...]

continua a leggere »

Tra il padre e il regista…

29 maggio 2004

Mentre il padre di Nick Berg quasi quasi trova la fonte dell’umanità negli scannatori del figlio, Michael Moore ha un’intervista al ragazzo che chissà perchè non ha annesso al suo documentario.Sta trattando.

continua a leggere »